domenica 5 agosto 2018

Addio al glutinato - Giulia Martani

Un romanzo che, con ironia, tratta il problema delle intolleranze alimentari. Il tutto "al femminile".

Titolo: "Addio al glutinato"
Autore: Giulia Martani
Editore: StreetLib
Pagine: 166 (ed.cartacea)
GenereE: contemporary romance
Link Amazon: Ebook / Cartaceo
La protagonista, la trentenne Martina, si trova improvvisamente costretta a dover stravolgere la propria dieta. Il cambiamento, inizialmente difficile a causa delle limitazioni che comporta, le fa scoprire nuove prospettive, mettendo inaspettatamente a nudo la vera natura delle persone che la circondano e che popolano il suo piccolo mondo: il compagno, la famiglia, gli amici, i colleghi… personaggi che sveleranno i loro lati oscuri, mostrando scarsa sensibilità per le problematiche di Martina. Seguendo i consigli di amici subdoli, improbabili santoni e vegani invasati, la giovane si troverà suo malgrado protagonista di vari siparietti tragicomici, che culmineranno nella prima, indimenticabile e surreale festa di “addio al glutinato” della storia. Tra teglie di lasagne, pizze al metro e aitanti camerieri, Martina avrà la sua rivincita sul glutine e, soprattutto, sulla vita.

L'autrice: Giulia Martani, classe 1984, vive a Mantova ed è laureata in Giurisprudenza.
Ha esordito con la raccolta di racconti noir “Nero ma non troppo” (Edizioni Sensoinverso, 2011). Nello stesso anno ha collaborato alle raccolte antologiche “Robot ita 2.0” e “Iustitia Mortis”, entrambe a cura di Edizioni Scudo.
“Benzina” (Lettere Animate, 2012) è il suo primo romanzo, si tratta di un libro di denuncia che affronta l’attuale problematica del bullismo tra i banchi di scuola.
Con “Benzina” ha partecipato all’edizione 2012 del festival letterario Pordenonelegge e ad un evento collaterale del Festivaletteratura di Mantova, sempre nello stesso anno. Il libro è stato adottato da diverse scuole nell’ambito di progetti scolastici sul bullismo.
Successivamente ha pubblicato la favola illustrata “La gatta che si credeva una bambina” (Edigiò, 2012).
Nel 2013 esce "Angelo del fango" (Il Rio), un romanzo breve che tratta diverse tematiche, quali il disagio giovanile, i rapporti tra genitori e figli, la crisi economica e la disoccupazione, ma anche il grande desiderio di riscatto di questa sfortunata generazione.
“La praticante” (Il Rio, 2015) è un libro a metà strada tra la commedia nera e il legal thriller; anche quest’opera descrive situazioni purtroppo attuali, come la condizione dei giovani precari in Italia.
“Bamboli: gufetti e scherzetti” (Silele Edizioni, 2017) è una storia illustrata, una favola moderna semplice, ma istruttiva, che narra le disavventure di due pestiferi pupazzi a forma di gufo, che sconvolgono (ma al tempo stesso riempiono) la vita dei ragazzi che li hanno "adottati".

Nessun commento:

Posta un commento