lunedì 1 agosto 2016

Recensione "La battaglia di Harlem Heights & La grande moria"

Dopo un bel po' di tempo torno con una recensione. Anche se di un libro piccino piccino (sì... sono un'imbrogliona).
Questo micro volume della serie "Incastri" della Nero Press edizioni è diviso in due. 
Da un lato un autore americano e dall'altra uno nostrano, un filo conduttore: gli Zombie. 
Il primo ambienta il suo racconto durante la Rivoluzione Americana e vede come protagonista il generale Washington.
Il secondo invece ha come protagonista Boccaccio. In una location molto particolare: il campanile incompiuto progettato da Giotto.

E tra le parole di questi due autori potrete ammirare illustrazioni particolari e suggestive come questa...
Che dire di questi due racconti? Mi sono piaciuti entrambi, molto ricchi di suspance, ti trasportavano (anche se per poco tempo) nel nucleo della storia. 
Ma per me, in questo "scontro" vince sicuramente l'autore italiano! C'era più azione, più intensità, mentre nell'altro era semplicemente una conversazione davanti a un falò con qualche richiamo agli zombie.

Nessun commento:

Posta un commento