martedì 3 luglio 2018

Review Party - La doppia anima del Bianco

La doppia anima del bianco è il racconto di una donna che vive la sua vita tra lezioni di ballo, vita da casalinga, madre, fotografa e assassina. 
Un thriller dalla partenza interessante che delinea già tutta la trama principale, con lei che descrive la sua vita come quella di una normalissima donna, quando con nonchalance parla di come uccide e della sua passione per questa particolare “arte”. 
Ed essenzialmente è tutto qua. 
Per tutta la (breve) durata del libro, scritto in prima persona (non smetterò mai di ribattere quanto sia una scelta narrativa difficile da gestire), questa donna non fa altro che raccontare della sua vita perfetta, dei suoi due figli perfetti, del marito perfetto, del suo talento, delle sue molteplici abilità e qualità che rivede nei suoi figli, tralasciando quasi totalmente l’elemento omicidi. È un libro totalmente autocelebrativo sui suoi successi come madre, sulle sue indiscusse qualità e su quanto tutto ciò che fa lo fa per la sua “arte” (gli omicidi, di cui però appunto quasi non si vede traccia) e per i suoi figli, bambini finti tanto sono perfetti. 
E basta. 
La storia è questa. Un ridicolo inno all’estasi di una vita perfetta per quanto blanda. 
Descrizioni piatte, schematiche. 
Stile di scrittura blando, banale ed elementare. 
Effetto suspense totalmente assente, si capisce essere un thriller solo per la storia di assassini dietro. 
Non c’è nemmeno un vero antagonista, un motore per la storia, niente. Mancano proprio alcuni degli elementi che rendono una storia tale. 
Questa mancanza porta a un finale insulso, messo a casaccio, arrivato troppo presto e in modo poco chiaro che ti lascia solo con un grande e sonoro Eh? 
No, no, decisamente no. 
C’è qualche frase d’effetto qua e là, ma non sostengono in alcun modo il libro. 
Carlotta Florence Domenici De Luca non ha scritto un libro d’impatto; per quanto l’idea di fondo potesse essere buona non solo non è stata sviluppata, ma è stata annichilita da uno scenario di vita da cartellone pubblicitario degli anni ’60 e cancellata dalla totale mancanza di qualsiasi tipo di attante. 
Se proprio vogliamo trovare un pregio, questo potrebbe essere l’effettiva velocità con cui questo libro si legge.

Link Amazon: Ebook / Cartaceo

- Giorgia Rambaldi - 

Nessun commento:

Posta un commento