domenica 10 giugno 2018

Recensione - Atlantic Love

Romanzo breve di piacevole lettura. Molto scorrevole e a tratti coinvolgente. Zahra è un personaggio forte e dai tratti molto sofferti, nonostante questo non si perde d'animo e continua la sua vita con coraggio e determinazione. Con un figlio a carico e un matrimonio fallito alle spalle con un uomo che ha rifiutato la paternità, si trasferisce dalla grande New York al suo paesino d'origine per ricominciare una nuova avventura. Tra le mura della casa di famiglia dove è cresciuta spensierata con la sorella
minore, si sente protetta e al sicuro. Ma il destino, forzato da un piccolo intervento del padre preoccupato per lei, porterà sulla sua strada Jason, un vecchio amico di famiglia che l'ha vista crescere. Jason è un uomo d'affari ricco, divorziato e padre di tre figli: due maschi e una femmina. Tra i tre, solo con la figlia riesce a mantenere un rapporto molto stretto. Eppure lui adora i bambini e questo particolare emerge subito vista la facilità con la quale riesce a conquistare il figlio di Zahra. Ma anche la donna non rimane insensibile al suo fascino. E Jason? Come reagirà dinanzi ad una Zahra cresciuta e matura? Per scoprirlo non resta che leggerlo. Unico neo: sarebbe stato interessante allungare un po' il romanzo e sviluppare tappa dopo tappa il rapporto tra i due personaggi, soffermandosi sulle loro emozioni. Sembra un po' strano, dopo tante sofferenze passate, il fatto che Zahra ceda subito a James. Non sarebbe stato più logico porsi un po' di domande prima di buttarsi a capofitto in un'altra storia? Comunque nel complesso mi è piaciuto e ho apprezzato lo stile dell'autrice. Brava Elettra e in bocca al lupo per la tua pubblicazione.

Nessun commento:

Posta un commento