sabato 23 giugno 2018

Recensione - Afferrami

È la prima volta che affronto la lettura di un romanzo di quest'autrice e a tratti ne sono rimasta sorpresa. Ha affrontato dei temi parecchio delicati come la prostituzione e la tratta delle donne all'asta. Tutto il romanzo è permeato dalla disperazione di queste figure femminili che si trovano schiave di uomini ricchi e crudeli, ai quali devono rispetto e obbedienza. Tra esse spicca la figura della protagonista Roxanne caduta nelle mani di un pericoloso mafioso, Jaxk Walker, a causa di un debito contratto dal patrigno, che l'ha lasciata nei guai dileguandosi nel nulla. L'unica via di fuga e salvezza per la donna si incarna nel prioprietario di un night, Neeyd Myers che la salva dalle grinfie di Jack, proprio nel bagno del suo locale. Da quel momento in poi nasce in lui un senso di forte protezione ma anche un'intensa attrazione sessuale nei confronti della donna. E neppure Roxanne sembra insensibile al suo fascino.  Ma tra i due aleggia un grande segreto che se svelato, potrebbe per sempre rovinare il loro rapporto. Inoltre Jack non si arrenderà di certo e farà carte false per riavere Roxanne con sé, in quanto le appartiene anima e corpo. Intorno a questa storia poi ruotano altri personaggi fondamentali che potrete scoprire solo leggendo il romanzo. In un susseguirsi di colpi di scena si arriverà ad un finale imprevisto e dai toni forti che lascerà il lettore con il fiato sospeso e l'interrogativo: dov'è il seguito?
Passiamo all'analisi dei protagonisti: Roxanne è una bellissima figura, tanto forte ed intraprendente quanto debole ed emotiva. Ama a tal punto la sua indipendenza da volerla a tutti i costi riconquistare. Neeyd invece mi ha alquanto perplessa: ha un dualismo di atteggiamenti a volte incomprensibili a mio parere. Da un lato diventa un leone e corre a salvare una perfetta sconosciuta, dall'altro si riduce ad essere un agnello quando si presenta l'occasione di salvare la sorella. E come risolve la sua frustrazione? Con il sesso. Se una persona a me cara si trovasse in pericolo, rischierei la vita pur di salvarla e penso che questa sia una normale reazione insita in ogni essere umano. Quindi mi auguro che nel seguito Neeyd riesca a farmi cambiare idea su di lui. Arrivata a metà romanzo avevo delle grandi perplessità e detto sinceramente anche delle difficoltà a scrivere la mia recensione. Poi proseguendo con la lettura, devo ammettere che l'autrice si è riscattata e mi ha fatta ricredere. Il colpo di scena nel finale è stato peggio di una bomba. Lo stile è molto scorrevole anche se ci sono vari errori di distrazione: un consiglio che mi sento di dare a Margaret è quello di procedere ad una revisione, in quanto sarebbe un peccato prendere delle critiche da lettori più spigolosi per questa motivazione. Ora attendo il seguito dove mi aspetto una maturazione dei vari personaggi e altri stupendi colpi di scena. Margaret sei in fase di crescita, continua dritta per questa strada. La tua bravura mi ha fatto cambiare letteralmente opinione e ti assicuro che non è una cosa così facile.

Nessun commento:

Posta un commento