martedì 23 maggio 2017

#Pensaprimadiparlare 07


Mamma mia... Clay, negli ultimi 30 secondi della puuntata ha fatto disastro! Non rouscivo a capire se fosse una delle sue solite allucinazioni oppure la realtà. Beh, lo capirò presto.
Tony è un personaggio molto enigmatico, spero di non sbagliare opinione su di lui.
Protagonista di oggi una "cosa" che qualcuno ama, ma che per molti può essere l'inizio della fine.
La solitudine.
Ed è proprio qui che Hannah lancia il suo appello d'aiuto, ha cercato in Zack un'ancora di salvezza, ritenendolo un ragazzo solo sebbene popolare. Purtroppo ciò che sperava non si è avverato e anche di fronte a un messaggio davvero triste e serio lui, pur sapendo che era lei l'autrice, non ha parlato.
Clay mi fa una tenerezza assurda. La sua sofferenza ti tocca il cuore, io davvero vorrei essere insieme a lui, per non farlo sentire solo.
Già... proprio la solitudine trapela fin troppo. Siamo capaci di riconoscerla? Siamo in grado di aiutare qualcuno che urla in silenzio? Non è facile è vero, ma forse basterebbe ascoltare veramente i segnali.
Cosa penso di Hannah? Penso che sarebbe potuta diventare una delle mie più care amiche. Perché saprei per certo che lei non mi avrebbe mai tradita. Per molte cose sono molto simile a lei... ma ve ne parlerò più avanti!

Hannah aspettava un'ancora di salvezza dagli abissi della solitudine... molte navi sono passate, ma nessuno si è accorto di lei.

Nessun commento:

Posta un commento