martedì 9 maggio 2017

#Pensaprimadiparlare 05


A volte si fa di tutto purché la nostra vera natura non venga scoperta... addirittura pugnalare un'amica alle spalle.
La superficialità nell'usare le parole senza pensare alle conseguenze e l'egoismo di certe persone mi fa rabbrividire.
Fino a che punto si può spingere l'essere umano? Una persona deve arrivare a togliersi la vita per farti capire quando viscido sei stato? Purtroppo non tutti se sentono in colpa. 
Qualcuno si ostina ancora che gli unici colpevoli sono coloro che hanno compiuto quel gesto estremo.
Forse lo fanno per convincere loro stessi, perchè il senso di colpa potrebbe devastarli.
Clay in questa puntata è stato molto presente e si inizia a capirlo sempre di più.
Tenta di parlare con le persone che hanno già sentito le cassette, ma nessuno viaggia sulla sua lunghezza d'onda. C'è chi non vuole ascoltare, chi continua a dire che Hannah mente, altri dicono che ormai lei non c'è più e non ha senso tirare fuori la verità.
C'è chi ha troppo da perdere... Clay però non ha nulla da perdere, o meglio non gliene frega niente. 
E questo potrebbe essere un problema.

Hannah è stata usata come scudo perchè la sua presunta amica non ha avuto il coraggio di confessare chi realmente fosse.

Link Amazon per il romanzo: Tredici

Nessun commento:

Posta un commento