martedì 4 ottobre 2016

Recensione "Dimenticare uno Stronzo"

Federica Bosco mi è sempre piaciuta, è stata una delle prime autrici di cui ho letto romanzi rosa (all'epoca in cui non conoscevo nulla del mondo dell'editoria) Ricordo benissimo che quando posai lo sguardo sul suo romanzo (penso fosse stata la trilogia di Monica) non ho avuto nessun dubbio. E non mi sono mai pentita della scelta. Me ne manca ancora qualcuno da leggere, ma li recupererò prima o poi.

Una cosa è certa: questo romanzo non è minimamente paragonabile agli altri. Il modo in cui l'autrice si mette a nudo è incredibile e mi riempie di emozioni. Non è stato sicuramente facile per lei scrivere avvenimenti del suo passato che l'hanno palesemente fatta soffrire, ma lei ha voluto condividere con le lettrici sé stessa, la sua anima. E io mi sentita davvero speciale. Solo leggendolo potete capire.
Ma non pensate che Federica sia dolce come lo zucchero filato al luna park. No signore, questo manuale "scaccia stronzi" dev'essere seguito alla lettere, seguendo le SUE istruzioni senza fiatare un istante (Federica sarà irremovibile, se volete davvero prendere il controllo su voi stesse).
È stato illuminante leggerlo. C'erano tantissime cose che non sapevo (ma nemmeno immaginavo).
Se pensate di trovare il solito manuale premete stop, riavvolgete e cancellate questa idea. Non lo è per niente. E lo capirete soprattutto leggendo ciò che ha passato l'autrice. Molte di voi si rispecchieranno in lei e nei sentimenti che l'hanno sommersa. Ma soprattutto: se non riuscite a levarvi dalla testa lo stronzo che vi sta facendo soffrire, beh qui ce la potete fare. E come se non bastasse alla fine del romanzo la nostra autrice  riuscita a "rapire" uno stronzo e a fargli delle domande!!! Le risposte, beh... sta a voi leggerle e pensare "Wow... ecco cosa pensa uno stronzo".

Sei un Supereroe e anche i supereroi hanno delle giornatacce!

Che altro dire? Tuffatevi e ritrovate il vostro vero io! Che è Meraviglioso e unico! 
 

Nessun commento:

Posta un commento