martedì 11 ottobre 2016

Recensione "Calendar Girl - Gennaio, Febbraio, Marzo"

Possiamo pure dire che ho scoperto questa sava ormai alla fine, ma come dice il detto? Meglio tardi che mai. Ho letto incuriosita la trama e sono corsa in libreria... Lo so che ho troppi libri da leggere, ma è un periodo un po' così per me e sentivo il bisogno di staccare un attimo.
Beh... ho letteralmente amato questo romanzo!!!
Ammetto che quando ho letto Febbraio ho pensato: Eh cavolo (per usare un termine delicato) ma saranno tutti così i mesi (sì lo ammetto: ero già follemente innamorata di Wes) Per fortuna dopo Marzo il romanzo prende una piega mooolto migliore (sì di nuovo, sto già leggendo il secondo! Ho appena iniziato maggio :P ) 
Prima di analizzare mese per mese, un'infarinatura supe rapida per chi non ha ancora letto nulla.
La protagonista è Mia, una ragazza che ha sofferto parecchio nella sua vita. Nel momento in cui la incontriamo nel romanzo è disperata perché il padre deve al suo ultimo ex la modica cifra di un milione di dollari. Attualmente il padre non può fare nulla perché gli strozzini di quel bastardo l'hanno ridotto in coma dopo averlo picchiato. 
L'unica soluzione per trovare tanti soldi in poco tempo è lavorare per sua zia Millie, che ha un'agenzia di Escort di lusso. 
Ehi... so cosa state pensando: escort = sesso. Ma no, vi sbagliate. In questa agenzia il sesso è un'extra e sta solo nella escort decidere o meno se farlo (se acconsente è solamente per puro piacere). 
Ed è qui che inizia l'avventura di Mia, una corsa contro il tempo per salvare il padre e non solo.
Il primo cliente di Mia è Wes (sì... proprio quello di cui mi sono innamorata). Mia deve fingere di essere la sua fidanzata per un mese, per tenere alla larga le pollastre che cercano di incastrarlo, mentre lui parla con potenziali clienti di lavoro.
Mia si lascia subito travolgere dalla bellezza mozzafiato di quest'uomo e fra i due sono subito scintille. Li ho amati fin da subito! Erano perfetti insieme. Talmente perfetti che sono impazzita quando il mese era giunto alla fine! Sembrava quasi che toccasse a me lasciare Wes!
Dopo l'arrivederci di Wes è il turno del bel francesino Alec, che la ingaggia per diventare la sua musa. Vede in lei la perfezione da poter dipingere. Con lei Mia imparerà che ci sono molte varianti della parola amore. Alec le insegnerà prima di tutto ad amare sé stessa, cosa che Mia non è abituata a fare.
 Ed ecco che inizia quella che per me è la vera esperienza di Mia. Aiutare gli altri! O almeno è quello che ho visto fino ad ora. Tony Fasano, ecco il nome del terzo figone che attende mia. Anche questa volta deve fingere di essere una fidanzata. Ma il bel lottatore ha un segreto. E Mia sarà di grande aiuto! Non posso proprio svelare altro.

In giro si vedono recensioni contrastanti. Come sempre daltronde, ma a me questo primo romanzo è piaciuto moltissimo. È una di quelle storie che, quando chiudi il libro per dormire o andare via, il tuo cervello continua a portarti alla storia, ti fai domande su domande e immagini cosa succederà. E questo mi succede davvero con pochi romanzi!

Nessun commento:

Posta un commento