mercoledì 7 ottobre 2015

Anteprima "Inganno Fatale" di Brenda Mill

Ed ecco il secondo volume. Non amate anche voi queste copertine? Sono meravigliose!

Titolo: Inganno Fatale
Autrice: Brenda Mill
Genere: Narrativa contemporanea
Pagine: 260
Prezzo: Ebook €0,99
Manhattan, Gennaio 2015. Phoebe Stone è tornata e brama vendetta contro Lord Black. Ma chi si nasconde dietro questo nome misterioso? Il bandolo della matassa sta per essere sbrogliato, e la verità sulla confraternita più perversa della città combatte per venire alla luce. Mentre i giochi perversi crescono e gli intrighi di potere si moltiplicano, l' alta società si sta per riempire di nuove presenze. Phoebe Stone dovrà districarsi tra un fratellastro borioso e una ballerina tutt'altro che aggraziata. Con un solo e pericoloso obbiettivo: giungere al cuore del uomo che ama, ammesso e non concesso che lui ne abbia uno. L' amore per Daniel Green, infatti, rischia di sbiadire, imbrattato dall'ombra del sospetto. Tra equilibri vecchi e nuovi, il gioco si fa pericoloso. Le luci di Manhattan si spegneranno, le maschere finalmente cadranno e una ragazzina, ormai cresciuta e diventata donna a proprie spese, dovrà ricorrere a tutto il suo coraggio per non soccombere. Riuscirà a superare anche questa prova? Saprà distinguere il vero amore dalle opulente illusioni che la circondano? Il secondo appuntamento con Phoebe Stone si annuncia un connubio di passione, rivelazioni inaspettate e disarmanti verità in attesa dello sconvolgente capitolo finale.
“L'eternità è appena iniziata.”
«Bene, siamo arrivati al dunque. Vi consiglio di tranquillizzarvi, perché tra poco capirete che non c’è proprio nulla di cui avere paura. Donne dell’alta società, quello che vi chiediamo questa sera è di firmare un patto di fedeltà con la nostra confraternita. Cerco di spiegarmi meglio per chi non possiede le nozioni necessarie sull’argomento. Come sapete, da millenni nella BVQBL accedono soltanto uomini. Ci trovate un tantino arcaici e maschilisti, giusto? Eppure le donne hanno da sempre un ruolo in questo. Ve l’hanno mai detto? Questa sera siete qui perché desideriamo chiedervi una cosa che solo voi potete darci. I vostri figli. Sì, proprio così. Le adorabili creature destinate a dirigere gli imperi miliardari che erediterete dai vostri genitori. Posso notare dalle vostre labbra la sorpresa e lo sgomento. Non pensate ad avere dei bambini, vero? Siete ancora tutte così belle e giovani. Ma l’eternità è lunga ragazze mie. Siamo qui per assoldare custodi della nostra segretezza, che garantiscano la nostra esistenza nei secoli. Quello di cui abbiamo bisogno è una goccia del vostro sangue in un giuramento che vi legherà alla bene vixit qui bene latuit per sempre», conclude perentorio.
«Mi piaci anche con la maschera, sai principessa?» 
«Tu invece mi piaci solo quando stai zitto.» 
Lo tiro a me con violenza, non so per quale strana ragione, ma lo faccio. 
Lo bacio, sì, proprio nel momento catartico in cui l'aereo prende quota. 
Non riesco a resistere all'istinto di unire le sue labbra alle mie e, per un breve istante, si fa largo nel mio cervello il ricordo della notte trascorsa assieme. Una serata folle, brutale, in cui ero ubriaca come un camionista a cui hanno appena rubato l'autocarro. Un reggiseno che cade al suolo e poi... disordine totale. Spinte a non finire... con forza, energia, grinta e passione. Tutto quello che io non ho mai conosciuto con Dan e che l'alcool smorzava nella sua brutale espressione. 
Proprio nel momento in cui rischiamo di arderci con la nostra foga, lui si stacca e sorride beato: «Non smetterai mai di stupirmi, principessa». 
«Scusa, vuoi dire che non te l'aspettavi?» lo osservo con occhi sgranati. 
«No, tesoro», solleva le spalle, non proprio dispiaciuto come si ostina a farmi credere. 
«Mi provochi in continuazione e poi non pensi che io reagisca in qualche modo?» domando esterrefatta. 
«Adoro questo tuo insopportabile caratterino, dunque replica come vuoi e dove meglio credi. Io sono disponibile ventiquattro ore su ventiquattro, festivi inclusi.» 
Si stacca la cintura e si alza in piedi allontanandosi con il solito passo lento e sicuro. Che dannazione! Gliele spezzeresti persino quelle lunghissime gambe, per trattenerlo un secondo ancora con te.


Brenda Mill nasce a Lecce. Nel suo nome e nelle sue vene scorre tanto il sud quanto il sangue americano. Appassionata sin da piccola di serie televisive statunitensi, ha coltivato la passione per la Grande Mela con gli anni. I suoi studi sono balzati dal liceo classico a quello sociopsicopedagogico, per approdare in fine alla facoltà di lettere e filosofia. Ha iniziato a scrivere per diversi giornali online sino a diventare un'articolista specializzata nel lusso. Detesta i rettili e le persone che non si fanno gli affari loro. Adora il caos e il disordine, non riesce mai a portare a termine nulla, esclusi i suoi libri naturalmente. Inganno Globale è il suo romanzo d'esordio.

Nessun commento:

Posta un commento