giovedì 5 febbraio 2015

Recensione "Mai senza te"

Esce oggi in tutte le librerie questo romanzo che ha già avuto un successo pazzesco! Ho avuto l'opportunità di poterlo leggere in anteprima, così da parlarvene e potervi dare le mie impressioni.
Questo romanzo non parla moltissimo d'amore, il sentimento che viene messo in primo piano è, invece, l'amicizia. Si dice che gli amori vanno e vengono, ma che gli amici restano per sempre. Non importa se ti allontani per cause di forza maggiore o per scelta. Quando un amico ti entra nel cuore non c'è verso di scacciarlo da lì.
Non appena darete uno sguardo all'indice, o sfoglierete le varie pagine, noterete sicuramente una cosa particolare: i punti di vista sono tre. Il principale, è quello di Cal, il protagonista, mentre i due secondari sono di Nicole e Richelle.
I capitoli si alternano in questo modo
Capitolo 1 (Cal)
Nicole
Capitolo 2 (Cal)
Richelle
E così via, fino alla fine. Inizialmente ero un po' confusa, anche perché le parti con Cal sono narrate al presente, mentre quello delle due ragazze parte da giugno - prima della quarta elementare e finisce al giorno dopo il diploma delle superiori.
Ma appena mi sono abituata a questi cambi, il romanzo mi è piaciuto moltissimo nella sua complessità.
Cal, Nicole, Rae e Richelle sono migliori amici, tutto procede bene, finché Richelle non si trasferisce e Nicole chiude i ponti con Cal e Rae, iniziando a frequentare l'élite della scuola.
La storia inizia con Cal al primo anno di università. L'unica con cui ha ancora contatti è Rae. Nicole è sparita, ma tutti sono convinti sia ad Harvard, dove suo padre voleva che andasse.
Ma durante la festa di Halloween, Cal incontra una copia identica di Nicole, solo che guardandola è certo non sia lei. È troppo diversa caratterialmente. Solo quando incrocia i suoi occhi non ha più alcun dubbio: è Nicole.
Ma cosa ci fa in una cittadina sperduta quando dovrebbe essere ad Harvard?
Quando la incontra la seconda volta in una caffetteria e scopre che si fa chiamare Nyelle la confusione aumenta.
Nyelle è sfuggevole, non rivela nulla di sé, a parte una voglia di vivere incredibile. Cal è confuso, crede che l'amica abbia avuto un incidente e abbia perso la memoria, perché fingere in quel modo di essere un'altra persona è incredibile. Eppure ci sono dei momenti in cui Nyelle si trasforma in Nicole, spiazzandolo e impedendogli di comportarsi normalmente.
Nicole era silenziosa, perfetta. Mai avrebbe alzato la voce o le mani. La sua preoccupazione era soddisfare un padre esigente.
Nyelle è l'opposto: pazza, picchia i ragazzi che allungano le mani, fa quello che le passa per la testa senza preoccuparsi. Nyelle è felice, spensierata.
Gli incontri tra lei e Cal sono saltuari. A volte gli capita di trovarsela davanti due giorni di fila, altre volte semplicemente lei sparisce per poi riapparire comportandosi come se niente fosse.
Pur di stare con lei, Cal è disposto a dire sì ad ogni sua richiesta, la maggior parte delle volte assurde, ma che gli permettono di capire che Nicole vive ancora lì.
Cosa l'ha spinta a diventare Nyelle? Cal è veramente sicuro di voler scoprire la verità, nonostante stia provando qualcosa di particolare per Nyelle?
Un romanzo che vi consiglio veramente. La dolcezza con cui è scritto mi è entrata nel cuore. Mai senza te è un romanzo che tutti dovremo avere in libreria. Perché fa veramente sognare e riflettere.
È il primo romanzo che leggo di questa autrice e leggerò sicuramente anche la primo trilogia che ha scritto!

2 commenti:

  1. Interessante il fatto che sia incentrato più sull'amicizia che sull'amore. Aggiungo in WL :)

    RispondiElimina