giovedì 19 febbraio 2015

Recensione "Antico Veleno"


Accidenti, questo romanzo è finito davvero troppo troppo presto. Anche questa volta la Triskell ha fatto centro scegliendo autori di talento, che sanno sorprendere con le loro storie.
Come descriverei “Antico Veleno”? Breve, ma intenso.
Una storia particolare, che fa battere il cuore. Una storia di vendetta e sacrificio.
Vahalon e Camarleon, due regni che finalmente vivono in pace. Tutto secondo re Crevan (sovrano di Vahalon) va alla meraviglia. Almeno fino a quando Ulmarr un fanatico, non inizia a spargere sofferenze e desiderio di conquista. I due re, però alla fine riescono a imprigionare lui e i suoi seguaci, condannandoli a morte. Non prima di riceve una promessa di vendetta da parte di Ulmarr.
Gli anni passano tranquilli, ma quando giunge la morte inaspettata di Alden e dei sue tre legittimi eredi maschi, il ricordo di Ulmarr è potente. L’unico figlio maschio ancora in vita è il gemello avuto con la seconda moglie del re. Faelen.
Dopo una battaglia persa l’unica soluzione per portare la pare è far sposare Crevan, con Faeryn (sorella gemella di Faelen).
Da qui hanno inizio una serie di eventi che porteranno alla scoperta della verità.
Tra i vari sotterfugi però c’è anche la storia d’amore fra Crevan e Faeryn, nonostante la ragazza sia più giovane della figlia del re. L’amore non ha età, se è sincero!
Uno stile veramente coinvolgente e incalzante. Un complimento all’autrice, di cui spero di leggere altro molto presto. Ci sono molti colpi di scena, inaspettati. Il finale è veramente speciale!
Una parola anche alla cover, che mi ha stregata fin dall'inizio, complimenti a chi l'ha realizzata! Ha fatto un vero capolavoro!
Un romanzo che vi consiglio veramente tanto. Non ve ne pentirete!

2 commenti: