venerdì 23 gennaio 2015

"La Pattuglia dei disgraziati" di Silvio Foini

Silvio Foini con la Pattuglia dei disgraziati, pubblicato da Il Ciliegio, si cimenta ancora una volta con la storia. Questa volta però non ambienta il suo libro nell’antico Egitto, tra le tombe e i tesori dei faraoni, ma scandaglia i fondali della sua terra d’origine: la Valle dell’Ossola. Lo fa partendo dai drammatici avvenimenti che hanno trasformato l’Italia in una Repubblica democratica. Foini racconta
la “Resistenza”, gli ideali che hanno mosso molti giovani a imbracciare i fucili e a salire in montagna. Li racconta con uno stile diretto, plasmando la materia narrativa nella forma del romanzo-documento.

«Attraverso i suoi racconti, Silvio Foini ci invita a ripercorrere quelli che sono stati definiti “i sentieri della libertà”. Ci guida in questo percorso una lunga serie di episodi e di personaggi, in una alternanza di elementi contrastanti e variegati, quegli elementi che hanno caratterizzato il composito
mosaico della Resistenza [...] 
Incontriamo la violenza, la brutalità e la crudeltà che caratterizzano ogni evento bellico, ma anche la generosità, la solidarietà e la tensione ideale che rendono quegli anni lontani molto particolari e forse irripetibili [...]»
Prof.ssa Irene Magistrini
Presidentete Casa delle Resisteza
Titolo: La Pattuglia dei disgraziati
Autore: Silvio Foini
Genere: Storico
Pagine: 208
Prezzo: Cartaceo €12,75
Link Amazon: Cartaceo
È ancora estate quando Severino Zani, nel lontano 1944,
fugge sulle montagne dell’Ossolano per non essere arruolato nella Repubblica Sociale Italiana e si unisce ai partigiani della Valtoce guidata da Alfredo Di Dio. Severino non ha ancora compiuto diciotto anni, ma sa che, se vuole sperare in un futuro di libertà e democrazia, deve prima contribuire a scacciare l’invasore. Soprannominato dai compagni ul Matocc, “il Ragazzino”, Severino diventerà un uomo. Sfiderà la morte. S’innamorerà di una giovane locandiera vittima di terribili soprusi trasformandosi nel suo vendicatore. Conoscerà di persona coloro che guidarono con eroismo i partigiani riuscendo, per un breve ma significativo periodo, a liberare parte dell’Italia da un dominio dispotico e sanguinario. Per scrivere La pattuglia dei disgraziati, Silvio Foini ha raccolto le voci, ormai quasi estinte, e le memorie documentali di coloro che hanno lottato per una società migliore. Prime fra tutte le memorie del
partigiano e Cavaliere Sergio Cerri di Ornavasso, tuttora vivente e ispiratore del romanzo.
Silvio Foini, Cavaliere “Al meriro della Repubblica Italiana”,
originario della Valle d’Ossola è giornalista della Free Lance
International Press di Roma e redattore del quotidiano online
d’ispirazione cattolica LPL NEWS 24 per il quale scrive articoli
di cronaca, satira politica, e cultura. Da sempre ha “la scrittura nel cuore”. Appassionato studioso dell’antico Egitto, ha pubblicato tre romanzi storici ambientati proprio nella terra di Cleopatra: Profanatori di tombe (2007), La porta del tempo (2011), Khantis l’egiziano (2013). Ha pubblicato anche Con le ali nel cuore – La leggenda di Gladio (2010), Il profumo dei ricordi (2012) e La clinica del terrore (2014).

Nessun commento:

Posta un commento