sabato 12 dicembre 2015

Terza tappa Blog Tour "A causa Tua" - La narrativa gay e il romanzo epistolare

Perdonate il mio orrendo ritardo, ma è qualche giorno che sto poco bene e non mi ero accorta che fosse già sabato! Il mio cervello sta andando in crash! Dobbiamo cambiarlo al più presto!
Inizio col dire che sono onoratissima di poter ospitare questa tappa e far conoscere ai miei lettori questo romanzo! Sono certa che lo adorerete!
Oggi ospitiamo Federica, autrice del romanzo breve “A causa tua” e il suo BOOK BLOG TOUR. Noi facciamo parte del questo viaggio di sette tappe che ci accompagneranno per tutto il mese di Dicembre, dal 5 al 26, e ora siamo alla terza tappa. 
Insieme discuteremo di questo argomento, accompagnati dall’autrice, che non vede l’ora di interagire con voi.
Avete perso la tappa precedente?
La prima tappa ne “Il bosco di Persefone” con la trama
La seconda tappa ne “My secret Diary” con i personaggi
Mentre la prossima, la quarta, sarà ne “la Biblioteca di Persefone” con l’ambientazione e la storia

Oggi tocca a me e insieme all’autrice parleremo un po’ della narrativa a cui il romanzo è associato, prima di partire con la tappa vera e propria, qualche informazione di partenza.

Titolo: A Causa tua
Autrice: Federica Martina
Formato Cartaceo: a 4,32€
Copertina flessibile: 75 pagine
Editore: Sekf Publishing
Edizione: 31 agosto 2015
Lingua: Italiano
ISBN-10: 1517114829
ISBN-13: 978-1517114824
Formato e-book: a 0,99€
Peso di spedizione: 159 g
Formato: Formato Kindle
Dimensioni file: 480 KB
Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
ASIN: B014P83JWI
Un uomo adulto e serio come Brian non avrebbe mai creduto di poter vivere un amore così vivido, spregiudicato e intenso come gli è successo con Noah. La vita gli ha riservato questo privilegio e, adesso, che tutto questo è finito, Brian deve trovare un modo per non cedere. Con lo sfondo colorato e palpitante della Los Angeles degli anni ottanta, con i pregiudizi, i tabù e le nuove sfide che il tempo gli proporrà. Senza mai smettere di amare.
Acquistabile su piattaforma Amazon

Federica Martina, la nostra ospite di oggi, ha 29 anni, vive nella collina a ovest di Torino ed è diplomata come Perito Azienda Corrispondente in lingue estere (lei di solito ci scherza su dicendo che è una ragioniera che dovrebbe saper parlare tre lingue straniere). Le piace definirsi una casalinga con tanti passatempi, tra cui i suoi animaletti, l’orto, la vigna e la scrittura. E’ stata anche per un bel periodo all’Università di Economia, ma non ha preso la laurea preferendo buttarsi nel mondo del lavoro (e prendere tante porte in faccia). Oggi a quasi trent’anni si è rassegnata e nel tentativo di reinventarsi, si è lanciata nel mondo della scrittura con questo suo romanzo d’esordio.
Qui trovate anche il link alla sua pagina autore su Facebook e il link al suo blog su WordPress dove trovate tante altre notizie sul suo Romanzo e su altri suoi progetti.
Queste sono le informazioni che potete leggere anche sul retro del suo Romanzo o nel link con la sua biografia estesa. 
Oggi, solo per noi, Federica ha voluto darci la possibilità di chiacchierare con lei di uno aspetto particolare di “A causa tua” e scriverci lei stessa qualcosa a riguardo e per stuzzicare la vostra attenzione vi regala anche un piccolo estratto direttamente dal libro:


LA NARRATIVA GAY
Ovviamente l’autrice ci tiene a raccontarci un po’ i retroscena che si nascondono dietro la stesura di “A causa tua”, cercando di darci il meno possibile informazioni che rovinerebbero la lettura. (spoiler)

La narrativa gay:
Partendo da una definizione abbastanza generica, bisogna capire che con “narrativa” o “letteratura gay” è un termine collettivo utilizzato genericamente per indicare quel tipo di letteratura prodotta da o per la comunità gay e che viene a coinvolgere personaggi, trama, linee narrative o temi che ritraggono il comportamento omosessuale maschile; mentre quella che si occupa delle relazioni sentimentali e amorose tra donne viene chiamata “letteratura lesbica”.
Appurato ciò, bisogna sdoganare un preconcetto: non è vero che attualmente un libro che tratta tale argomento sia solo per un pubblico appartenente a tale categoria, che sia quindi solo rivolto a gay/lesbiche, ma è rivolto a chiunque voglia leggerlo con un minimo di apertura mentale.
A parere mio (dell’Autrice) più che indispensabile se si vuole approcciarsi in modo serio a tali tematiche.
Facendo un salto indietro nel tempo, possiamo raccontarvi che negli ultimi decenni del 20 secolo, gran parte della letteratura a tematica LGBT ha raggiunto un elevato livello di qualità, con molte opere che si sono guadagnati consensi generali.
Nel genere si possono trovare sia autori affermati di grande fama, tra i cui temi preferiti, quello che spicca maggiormente, è quello dell'omosessualità adolescenziale.
Uno degli esempi più interessanti è il racconto Carmilla (1872) scritto da Sheridan Le Fanu, un classico di omosessualità e vampirismo.
La Narrativa gay, o meglio la letteratura che tratta temi LGBT, però ha radici molto più antiche; già al 18 secolo, in quel periodo era molto comune nelle prime opere includere allusioni a personaggi mitologici greci che i lettori gay avrebbero riconosciuto.
In queste opere si condivideva l'idea d'interpretare il mondo greco e come una società dove i rapporti d'amore tra persone dello stesso sesso venivano tollerati se non addirittura incoraggiati; pertanto i riferimenti a quelle culture poteva identificare un autore che trattava temi gay che probabilmente sarebbero stati del tutto trascurati dai lettori comuni.
Uno degli esempi più conosciuti e discussi nel tempo risale addirittura a Omero. Sebbene egli non ritragga mai esplicitamente Achille e Patroclo come amanti omosessuali nell’Iliade, già gli autori antichi dopo di lui presentano questo loro rapporto come estremamente intenso ed esclusivo. Nella sua tragedia greca del V secolo "I Mirmidoni" Eschilo rappresenta Achille e Patrocolo come un perfetto esempio di coppia omosessuale; in un frammento superstite del dramma, Achille parla dei "nostri frequenti baci" e di "unione devota delle cosce”. E gli esempi potrebbero essere davvero moltissimi oltre a questo, tra cui Gaio Valerio Catullo.
Molto più tardi, dal momento in cui l'amore omosessuale è stato dichiarato ufficialmente illegale, in Inghilterra e anche nei futuri Stati Uniti, a partire dal Buggery Act 1533. Ha cominciato a diventare assai pericolosa la pubblicazione (o anche la sola semplice distribuzione) di qualsiasi opera letteraria che avesse palesi tematiche a contenuto e a sfondo che oggi definiamo LGBT. Molti tra i primi e maggiori autori di narrativa gotica tra cui Matthew Gregory Lewis, William Beckford e Francis Lathom erano omosessuali. Essi sublimarono queste tematiche omoerotiche nei propri scritti esprimendole in forme più accettabili, utilizzando a tal scopo generi trasgressivi quali per l'appunto il gotico e l'horror. Il personaggio protagonista del romanzo “Il monaco”(1796) di Lewis s'innamora perdutamente del giovane novizio Rosario e sebbene in seguito quello ch'era creduto esser un ragazzo si riveli in realtà come una donna di nome Matilda, il sotto testo gay risulta quanto mai evidente.
Con il 900 la discussione sull'omosessualità è divenuta man mano più aperta e la comprensione della società sul fenomeno si è via via evoluta. Un certo numero di romanzi con temi e personaggi esplicitamente omosessuali cominciarono ad affacciarsi sempre più frequentemente nelle principali correnti letterarie; alcuni tra gli autori più notevoli del periodo includono Gore Vidal, James Baldwin, Christopher Isherwood, Edmund White, Yukio Mishima, Marcel Proust, Virginia Woolf, Henry James, Thomas Mann e André Gide. Ad esempio La morte a Venezia (1912) dell'autore tedesco Thomas Mann, è storia di un artista di mezza età che s'innamora di un ragazzo il quale, dopo esser stato intravisto al lido di Venezia, viene seguito ossessivamente dall'uomo per tutta Venezia. Verso la fine, il giovane viene idealizzato nella sua sublime bellezza da semidio; l'uomo morirà in spiaggia, per colpa di un'epidemia di colera, davanti al bellissimo ragazzo mentre sta giocando con gli amichetti nella battigia
Come ultimo esempio, parliamo di un grande uomo italiano, Pasolini, egli era dichiaratamente omosessuale. Nel suo romanzo Ragazzi di vita (1955), Pier Paolo Pasolini racconta la storia ambientata a Roma nel secondo dopoguerra italiano; i protagonisti sono degli adolescenti appartenenti al mondo della classe sociale più bassa urbana (il sottoproletariato) che vivono alla giornata di espedienti, arrangiandosi come possono, con traffici vari tra cui anche la prostituzione maschile.

Vi è piaciuta la tappa? Partecipate al book blog tour e segnatevi la prossima tappa dove Federica ci racconterà qualcosa di più sull’ambientazione in cui Brian si muove, nei luoghi che frequenta e sul periodo storico in cui è ambientato il romanzo, rispondendo a tutte le vostre domande. Cliccate QUI per accedere al calendario con i link della varie tappe.
Per finire Federica ci tiene a invitarvi tutti a partecipare al GIVEAWAYS che è partito il 5 Dicembre insieme a questo BLOG BOOK TOUR, e si concluderà con l’ultima tappa il 26 Dicembre, [link evento Facebook] dove chiunque voglia partecipare avrà l’occasione di vincere ad estrazione una copia del libro. Al primo estratto in e-book al secondo in formato cartaceo. ISCRITEVI E COMMENTATE, Federica vi risponderà a qualsiasi domanda o dubbio.

Attenzione! Federica a tutti i partecipanti, per ringraziarvi di partecipare al giveaway e al tour,
ha creato un piccolo spin-off di A causa tua che contiene un “Racconto di Natale”. Lo trovate GRATIS

martedì 1 dicembre 2015

Recensione "Il cacciatore di Libellule"

Siete pronti per entrare nella mente di un assassino? Il Killer è davvero spietato e lo "stile" che usa per uccidere le sue vittime è particolare e inquietante.


Gabriel è un antropologo, tornato da poco dall’Africa, dopo aver esaminato dei resti, apparentemente antichi di ossa. Dopo svariati esami però si rende conto che questi non sono vecchi, ma recenti. Il che fa sospettare che dietro ci sia un omicidio. Gabriel, viene richiamato in Africa, per studiare altre ossa rinvenute di recente. Dal suo arrivo egli assiste a diversi omicidi. L’assassino sembra introvabile, agisce con cautela, è talmente bravo da non lasciare tracce, tranne un simbolo che è presente sempre: ali di libellula. In Africa incontra diverse persone, tra cui una vecchia conoscenza, Susan, che fa la guida turistica. Cerca di collaborare con le indagini, ma questo assassino riesce sempre a farla franca, e le vittime aumentano. Decidono così di chiamare un signore che è esperto di crimine, e che per trovare i vari assassini si basa sull’astrologia, perché dice che questa influisce sul carattere degli uomini.
La giornalista, nonostante Gabriel le dica di stare fuori dalla situazione, continua a fare domande in giro per avere scoop esclusivi e aumentare la sua popolarità. La sua curiosità la porterà però direttamente nelle braccia dell’assassino, che la rapirà per evitare che dica a qualcuno quello che ha scoperto.
Il mistero s'infittisce, ci si può veramente fidare di chi si ha di fianco?
In una corsa contro il tempo questo romanzo tiene davvero il lettore sulle spine. 
Chi sarà l'assassino? Riusciranno a stanarlo?
Tra pensieri inquietanti e poesie che ci portano direttamente nella mente del killer, l'autrice vi farà impazzire. 
Onorata di aver fatto anche un'audio lettura, proprio di un estratto che riguarda il pensiero dell'assassino.
Se ve lo siete persi, vi lascio qui sotto il video ;)
  

mercoledì 25 novembre 2015

Panic Blog Tour #8: Audio lettura

Chi mi conosce sicuramente lo sa: Lauren Oliver è la mia autrice preferita! Il suo stile mi incanta sempre, mi innamoro ogni volta delle sue parole... delle sue storie.
Quindi potrete immaginare come mi sia sentita quando mi hanno chiesto se volevo ospitare una tappa del blog tour! Felice è un eufemismo! Ho saltato per casa come una cavalletta. 
Se considerate poi, che ho avuto l'onore di poter realizzare un'audio lettura, capirete la mia euforia! Poter dar voce all'inchiostro della Oliver non ha prezzo! 
La scelta dell'estratto è stata una vera e propria agonia, non sapevo davvero cosa scegliere. Così ho pensato... un lettore si domanderà "Cos'è Panic?" perché non soddisfare la sua curiosità, incuriosendolo ancora di più? Ed ecco che ho trovato l'estratto perfetto! 

Ma prima... un riepilogo delle tappe, delle regole e ovviamente rifatevi gli occhi con la meravigliosa copertina che ha realizzato Safarà Editore, che ringrazio infinitamente per questa possibilità! 

È arrivata una nuova estate a Carp, una cittadina senza futuro immersa nel cuore grigio di un’America sonnolenta. Ma con la fine della scuola arriva anche Panic, la competizione segreta a cui partecipano i diplomati al liceo cittadino, e come ogni anno è pronta a dissipare il torpore e scatenare i conflitti più violenti, le alleanze più inaspettate, i sentimenti più profondi.
Heather, Dodge, Nat e Bishop: un gruppo di amici, una serie di prove da superare. Paura e coraggio, lealtà e tradimento, il miraggio di un primo amore, un biglietto per il futuro; la posta in gioco è altissima, e così anche il rischio.
Sei pronto a giocare?
Vi ricordo il giveaway di cui vi spiega le regole Silvy di We found wonderland in books che vi permette di vincere ben 5 copie di Panic!

Audiolettura

#MomentodaPanic
L'hashtag #MomentodaPanic è un'idea secondo me geniale! Noi blogger dobbiamo svelare un momento della nostra vita... da Panico! 
La prima cosa che mi è venuta in mente è stata un'esperienza che ho avuto nell'estate dei miei 9 anni. Ero al mare, un luogo che amo! L'acqua mi ha sempre affascinata, nonostante sia letale. Quel giorno c'era il mare mosso, altra cosa che adoro: tuffarmi dentro l'onda, prima che mi travolga. Anche quel giorno ero elettrizzata! Le onde erano magnifiche. Andava tutto alla grande, quando all'improvviso, ho sbagliato i calcoli e un'onda mi ha travolta. Non pensavo l'acqua avesse una potenza simile. Ero praticamente schiacciata al fondale, non riuscivo a muovere un muscolo, ero in balia della forza del mare. Passata l'onda ho fatto forza sulle game e mi sono rialzata per prendere fiato. Purtroppo un'altra onda era in agguato e mi ha ributtata sotto, come poco prima. Questa volta ho cercato di mantenere la calma e sono tornata a riva! 
È stato proprio da panico! 

giovedì 5 novembre 2015

The Dark zone Halloween Party



Benvenuto viandante in questo antro oscuro!!! CONDIVIDI in modalità pubblica...TAGGA due amici e POSTA una immagine o tua foto in tema Halloween sulla bacheca dell'evento...Parteciperai all'estrazione di uno sette pacchi in regalo... 7 pacchi da 6 EBOOK FOR FREEEEEEEEEE!!!!! Una commissione di 8 blogger assegnerà un PREMIO SPECIALE alla foto/immagine più accattivante!!!! https://www.facebook.com/events/891204390948919/

Evento

Sara è una ragazza semplice, dal viso pulito e dal sorriso gentile. La sua vita è stata segnata da un'infanzia dolorosa. Andrea è il rampollo di una famiglia ricca e potente, tradito dal suo più grande amore chiude le porte della sua anima trasformandosi in un cinico maniaco del controllo. Il destino li unisce in un incontro casuale e sfuggente. I loro sguardi si incrociano e da quel momento nulla sarà più come prima. Nell'intensità di una storia dettata dal possesso e dalla passione portata al limite, Sarah e Andrea condivideranno le vite, mescolando il dolore dal loro passato alla speranza per il futuro. Ma può un cuore traboccante di rabbia ricominciare ad amare?

Link Amazon:

Una serie di omicidi sconvolge una delle più belle e colorate città della Louisiana, New Orleans, o semplicemente Nola, come la chiamano i suoi abitanti, sulle rive del Mississippi, dove colore musica e voodoo si mescolano. Adelaide Dobovoir consulente medico legale dell’FBI e, Luca DeAngelis, capo del distaccamento, crimini violenti, sono alla ricerca di un Killer. Qualcosa però, sconvolge il paradiso che la bella e sexy Dottoressa, ha creato intorno a sé. Dietro questi omicidi, si nasconde qualcosa che va al dì sopra della natura umana. Il killer è un suo simile, un vampiro. Un vampiro che purtroppo, Adelaide ha già incontrato sul suo cammino. Con l’aiuto dell’affascinante amica Abigail Parson, una strega dalle straordinarie doti e, due minacciosi fratelli dagli occhi di ghiaccio, Juan e Damian, suoi simili, nonché suoi guerrieri, cercheranno di tenere la razza umana all’oscuro di tutto. Proteggendo allo stesso tempo, anche la loro vera natura. Nessun umano deve scoprire la loro esistenza. Incubi terribili si rifanno vivi nella mente di Adelaide, ricordi di dolore e morte, si avvicendano nella sua mente. La Padrona, è ancora viva nella sua mente. Riuscirà Adelaide, con l’aiuto della sua gente a sconfiggere il killer che sta mettendo a soqquadro l’allegra città di Nola? Ma cosa più importante, Adelaide riuscirà a far soccombere la sua vera natura di sanguinaria vampira, facendo prevalere la poca umanità che Abigail le ha insegnato? Qualcosa di più malvagio però, si nasconde dietro l’angolo, pronto a colpire. Adelaide verrà messa a dura prova. Gli incubi per la bella e sexy Adelaide Dobovoir, non finiscono mai..

Link Amazon:


venerdì 23 ottobre 2015

Anteprima "Il cacciatore di libellule" di Giuliana Guzzon

Perdonate il ritardo amanti delle tenebre! Uno zombie si è mangiato la parte del mio cervello che riguarda la memoria! 
Oggi parliamo di un romanzo particolare, un giallo che veramente vi piacerà!

Titolo: Il cacciatore di libellule 
Autrice: Giuliana Guzzon
Genere: Thriller
Pagine: 394
Prezzo: Ebook €2,99 / Csrtaceo €17,89
Link Amazon: Ebook / Cartaceo
Gabriel Larsen è un antropologo molto legato al suo lavoro. Nella sua Firenze continua a tormentarsi sui reperti rinvenuti in uno scavo effettuato in Africa. Sente di dover dare una spiegazione a ciò che sembra apparentemente inspiegabile. La scoperta del corpo mutilato di una ragazza a Malindi fa da propulsore a una spirale di omicidi. Toccherà alla profiler Doris, al patologo Steven e al tenente Robert addentrarsi in uno dei peggiori incubi lastricato di ossa. L'unica prova che si tratti di un serial killer è la presenza di ali di libellula inserite negli occhi dei cadaveri. Questa la sua firma. Ma qual è il significato? Chi conosce il suo segreto? Il killer è rapido, veloce e non perde mai il controllo: segue i meandri oscuri della perversione umana ossessionato dalla poesia e la musica. Una sola certezza; ucciderà ancora. Nessuna donna è al sicuro; le sceglie, le segue, le tortura. Ogni volta che uccide le fantasie diventano più intense, provocanti e violente. Ambientato in uno scenario di toni caldi, profumi e odori che evaporano tra la terra arida e il verde, dove il rosso trova spazio negli incredibili tramonti, si è catapultati nel cuore del Kenya, dove si sente il respiro del popolo Masai.
"Sin dall'età di 9 anni ho sempre scritto poesie e brevi racconti. Sono attratta dal genere gotico; che prevale nei miei testi poetici. Amo gli autori classici, si puo' dire che sono cresciuta con questa cultura. Mio nonno materno, appassionato di letteratura, mi leggeva alla sera, soprattutto d'inverno davanti al camino, i testi di mitologia greca al posto delle comuni fiabe che si raccontano ad una bimba di 7 anni. Il passaggio dalla letteratura greca ai classici del '200/300, fino all'800, è stato breve. Sognavo di scrivere io stessa le liriche e poemi. Mi suonavano musicali nelle orecchie e in testa. Schiva ai giochi con gli altri bambini, tendevo all'isolamento in compagnia dei miei pensieri. La scoperta di Ugo Foscolo, ha innescato un capovolgimento dei miei sentimenti e desideri, avvicinandomi al neoclassicismo e romanticismo e gettandomi in un conflitto esistenziale con l'opera "Dei sepolcri". In contrapposizione inizia una passione per i romanzi gialli/thriller. La nascita della decisione di scrivere il primo romanzo del genere, è nata da una sfida lanciata da un mio amico di Firenze, che leggendo le mie poesie e storie mi ha praticamente obbligata con una promessa a compiere la stesura del libro. Sfide e promesse mi caricano di entusiasmo e ho accettato; ora ho preso gusto e sto scrivendo il secondo romanzo. Non per ultimo sono madre di 4 figli; una ragazza e tre ragazzi ormai grandi e adulti".-- Giuliana Guzzon

giovedì 8 ottobre 2015

Recensione "Emozioni Inaspettate"

Di potrebbe dire che, usando un gioco di parole, emozioni inaspettate regala emozioni inaspettate.
Quando pensi di sapere come potrebbe andare la storia, l'autrice prende e stravolge tutto, con colpi di scena che non possono non toccarti l'animo.
Kate e Stefan, protagonisti indiscussi di questo romanzo. Amici da moltissimi anni, convivono insieme in totale affinità. Almeno finché Kate non inizia a vedere Stefan con occhi diversi, desiderando altro da lui. 
Cedere al desiderio, rischiando di rovinare un'amicizia? O reprimerlo e fingere che tutto vada bene?
La risposta non è così semplice, ma quando si è amici si nota ogni più piccolo cambiamento dell'altra persona, e per Kate non ci sarà scampo: dovrà confessare i suoi desideri a Stefan.
Tra i due inizia un rapporto particolare, che farà scoprire a Kate cose nuove e che non pensava di poter bramare. Unica pecca. si rimane amici, niente cose serie. 
Ed è quando Kate, tornando da lavoro, vede Stefan con un'altra, che tutto precipita. Lei credeva di essere l'unica.
A dare una ventata di aria nuova è Mike, un uomo che offre a Kate tutto quello che desidera: una famiglia, stabilità, amore. 
Ma Stefan c'è... sempre! Anche se lei continua a respingerlo... anche se lui continua a frequentarsi con la morettina.
Col passare degli tempo Kate scoprirà una cosa fondamentale della sua vita e potrà finalmente scegliere a chi dedicare tutta se stessa. Ma ottenerlo? Non sarà per niente facile.
Elena ci porta dentro una storia ricca di emozioni per l'appunto. Sarete vicine alla protagonista in ogni singolo istante della vicenda, palpiterete con lei, soffrirete con lei, vi arrabbierete addirittura! 
Una cosa che adoro di Elena  è il fatto di descrivere gli stati d'animo dei protagonisti e tutto ciò che li circonda senza filtri! Il che ce li fa assaporare ancora più intensamente! 
Un finale veramente che vi lascerà un segno nel cuore! 
Assolutamente da leggere! 
Qui è tragica, ma sono innamorata di Stefan! Nonostante per buona parte del romanzo l'avrei sbattuto sul muro e riempito di sberle! Molte di voi lo odieranno e ameranno follemente Mike! Ma Stefan... *_* 

mercoledì 7 ottobre 2015

Anteprima "Inganno Fatale" di Brenda Mill

Ed ecco il secondo volume. Non amate anche voi queste copertine? Sono meravigliose!

Titolo: Inganno Fatale
Autrice: Brenda Mill
Genere: Narrativa contemporanea
Pagine: 260
Prezzo: Ebook €0,99
Manhattan, Gennaio 2015. Phoebe Stone è tornata e brama vendetta contro Lord Black. Ma chi si nasconde dietro questo nome misterioso? Il bandolo della matassa sta per essere sbrogliato, e la verità sulla confraternita più perversa della città combatte per venire alla luce. Mentre i giochi perversi crescono e gli intrighi di potere si moltiplicano, l' alta società si sta per riempire di nuove presenze. Phoebe Stone dovrà districarsi tra un fratellastro borioso e una ballerina tutt'altro che aggraziata. Con un solo e pericoloso obbiettivo: giungere al cuore del uomo che ama, ammesso e non concesso che lui ne abbia uno. L' amore per Daniel Green, infatti, rischia di sbiadire, imbrattato dall'ombra del sospetto. Tra equilibri vecchi e nuovi, il gioco si fa pericoloso. Le luci di Manhattan si spegneranno, le maschere finalmente cadranno e una ragazzina, ormai cresciuta e diventata donna a proprie spese, dovrà ricorrere a tutto il suo coraggio per non soccombere. Riuscirà a superare anche questa prova? Saprà distinguere il vero amore dalle opulente illusioni che la circondano? Il secondo appuntamento con Phoebe Stone si annuncia un connubio di passione, rivelazioni inaspettate e disarmanti verità in attesa dello sconvolgente capitolo finale.
“L'eternità è appena iniziata.”
«Bene, siamo arrivati al dunque. Vi consiglio di tranquillizzarvi, perché tra poco capirete che non c’è proprio nulla di cui avere paura. Donne dell’alta società, quello che vi chiediamo questa sera è di firmare un patto di fedeltà con la nostra confraternita. Cerco di spiegarmi meglio per chi non possiede le nozioni necessarie sull’argomento. Come sapete, da millenni nella BVQBL accedono soltanto uomini. Ci trovate un tantino arcaici e maschilisti, giusto? Eppure le donne hanno da sempre un ruolo in questo. Ve l’hanno mai detto? Questa sera siete qui perché desideriamo chiedervi una cosa che solo voi potete darci. I vostri figli. Sì, proprio così. Le adorabili creature destinate a dirigere gli imperi miliardari che erediterete dai vostri genitori. Posso notare dalle vostre labbra la sorpresa e lo sgomento. Non pensate ad avere dei bambini, vero? Siete ancora tutte così belle e giovani. Ma l’eternità è lunga ragazze mie. Siamo qui per assoldare custodi della nostra segretezza, che garantiscano la nostra esistenza nei secoli. Quello di cui abbiamo bisogno è una goccia del vostro sangue in un giuramento che vi legherà alla bene vixit qui bene latuit per sempre», conclude perentorio.
«Mi piaci anche con la maschera, sai principessa?» 
«Tu invece mi piaci solo quando stai zitto.» 
Lo tiro a me con violenza, non so per quale strana ragione, ma lo faccio. 
Lo bacio, sì, proprio nel momento catartico in cui l'aereo prende quota. 
Non riesco a resistere all'istinto di unire le sue labbra alle mie e, per un breve istante, si fa largo nel mio cervello il ricordo della notte trascorsa assieme. Una serata folle, brutale, in cui ero ubriaca come un camionista a cui hanno appena rubato l'autocarro. Un reggiseno che cade al suolo e poi... disordine totale. Spinte a non finire... con forza, energia, grinta e passione. Tutto quello che io non ho mai conosciuto con Dan e che l'alcool smorzava nella sua brutale espressione. 
Proprio nel momento in cui rischiamo di arderci con la nostra foga, lui si stacca e sorride beato: «Non smetterai mai di stupirmi, principessa». 
«Scusa, vuoi dire che non te l'aspettavi?» lo osservo con occhi sgranati. 
«No, tesoro», solleva le spalle, non proprio dispiaciuto come si ostina a farmi credere. 
«Mi provochi in continuazione e poi non pensi che io reagisca in qualche modo?» domando esterrefatta. 
«Adoro questo tuo insopportabile caratterino, dunque replica come vuoi e dove meglio credi. Io sono disponibile ventiquattro ore su ventiquattro, festivi inclusi.» 
Si stacca la cintura e si alza in piedi allontanandosi con il solito passo lento e sicuro. Che dannazione! Gliele spezzeresti persino quelle lunghissime gambe, per trattenerlo un secondo ancora con te.


Brenda Mill nasce a Lecce. Nel suo nome e nelle sue vene scorre tanto il sud quanto il sangue americano. Appassionata sin da piccola di serie televisive statunitensi, ha coltivato la passione per la Grande Mela con gli anni. I suoi studi sono balzati dal liceo classico a quello sociopsicopedagogico, per approdare in fine alla facoltà di lettere e filosofia. Ha iniziato a scrivere per diversi giornali online sino a diventare un'articolista specializzata nel lusso. Detesta i rettili e le persone che non si fanno gli affari loro. Adora il caos e il disordine, non riesce mai a portare a termine nulla, esclusi i suoi libri naturalmente. Inganno Globale è il suo romanzo d'esordio.

Anteprima "Inganno Globale" di Brenda Mill

Preparatevi perché questa trilogia vi farà letteralmente impazzire! Tra pochissimi giorni potrete leggere i primi due volumi! E impazzirete con me perché bramerete l'uscita del terzo!

Titolo: Inganno Globale
Autrice: Brenda Mill
Genere: Narrativa contemporanea
Pagine: 350
Prezzo: Ebook €0,99
Manhattan, 2 Ottobre 2014. Phoebe Stone è giovane, sognatrice e incredibilmente romantica. Figlia di magnati d'industria, trascorre le sue giornate tra i libri, in compagnia del migliore amico Daniel Green. Ma la sua esistenza sta per cambiare in maniera radicale, a causa di un evento drammatico. Una porta che si apre, che sbatte e fa male. Distrugge l' anima e il corpo con un' amara verità: la vita non è mai così perfetta come si crede. In una metropoli che si fonda sull'apparenza, dove una griffe è più importante dell'uomo che la indossa, Phoebe affronterà un viaggio tormentato, dove gli amici si confondono con i nemici e le certezze si sgretolano tra le dita. Un romanzo sulla tenacia femminile, una storia di donne coraggiose e di un amore indispensabile, impavido, pronto a lottare contro tutto e tutti. Dalla penna di Brenda Mill, il primo volume di una trilogia romance dove niente è come sembra, e dove tutto è un inganno, compreso l' amore.

“L'altà società non è poi così ai vertici.”

Mi guardo attorno frastornata, nella speranza di rivedere l’uomo del mistero. Di lui, però, nessuna traccia. Mi sollevo affranta, sino al momento in cui Ava mi porge un biglietto intriso di un forte profumo da uomo.
«Questo è da parte di Lord Black», mi informa lei. 
Lo apro osservando le iniziali color oro L&B sul bordo della busta da lettere. 
“Non ho mai fatto un effetto del genere a una donna. Spero che ti riprenda grazie alle amorevoli cure della tua amica e di rincontrarti un giorno, chissà… La vita è piena di piacevoli sorprese, tu questa sera sei stata una di queste. Fanny dagli occhi di ghiaccio, sono affascinato da te e forse alla prossima partita vincerò io. Punterò ovviamente di nuovo sul nero, a mio rischio e pericolo. Lord Black”.


«Dovresti smetterla», qualcuno dice alle mie spalle. 
Poso il pennello che ho tra le mani e mi volto istantaneamente. Sullo stipite della porta c'è mia sorella a braccia conserte. 
«Steffy!» esclamo. 
«Stavo dicendo che dovresti smetterla», ripete lei con insistenza. 
«Non capisco, di cosa stai parlando?» Aggrotto le sopracciglia e riprendo a dipingere. 
«Questa fissazione con Phoebe Stone, non fai altro che disegnarla ogni volta che puoi. Io stessa faccio fatica a credere che tu non sia un maniaco», si avvicina per osservare ancora meglio le mie tele. 
«Mai sentito parlare di attrazione per un altro essere umano?» Mi volto e la fisso negli occhi, sapendo quant'è difficile convincerla. 
«Sì, diciamo che termina con -one» ironizza lei. 
«Ma davvero?» forzo un sorriso. 
«Questa è ossessione, fratellino mio.» Mi accarezza i capelli facendo finta di essere lei la grande di casa. 
«No, è amore senza proporzioni», le spiego inclinando il pennello sul volto di Phoebe. 
«Interessante interpretazione artistica del sentimento, non c'è che dire, peccato sia arida come una rosa nel deserto.»

giovedì 3 settembre 2015

Blog tour Silvia Marchesini | Sirio si racconta

Ciao a tutti! Scusate se sono sparita, ma non potete immaginare quanto sono incasinata... Però non potevo perdere questa occasione e ospitare questa tappa.
Scelsi la tappa di Sirio perché il nome... mi ispirava! Poi quando ho visto com'è fatto... aaaah *bave* ihihih ormai non ho più un senso di contegno ahaha.
Le tappe:
27/08 - Intervista, estratto, booktrailer 'Prima del solstizio d'inverno' (Solo l'altra riga);
28/08 - Frida si racconta (Books what else?);
29/08 - Blaidd si racconta (My secret diary);
30/08 - Sabrina si racconta (Loving books);
31/08 - Efreet si racconta (L'acquerello di un attimo);
01/09 - Intervista, estratto, booktrailer 'Eclissi Gemelle' (La biblioteca di Persephone);
02/09 - Dorcha si racconta (The enchanted library);
03/09 - Elvira si racconta (Libri di cristallo);
04/09 - Sirio si racconta (Le passioni di Brully);
05/09 - Personaggio misterioso (Write for passion);
06/09 - Intervista con chiusura blogtour ed estrazione giveaway (Il bosco dei sogni fantastici).

Ammirate quella meraviglia *_* *si asciuga le bave* no cioè... non ho parole per commentare! Sirio è... troppo! Vi lascio con un estratto (asciugatevi pure voi le bave, e non negate! Vi vedo :P )

Rientrammo al rifugio Mariotti quando il sole non era già più visibile dalla conca del Lago Santo e solo il riverbero rossastro nel cielo terso testimoniava il suo passaggio. Sabrina andò subito in cucina, mentre io mi fermai un istante a contemplare il blu intenso del lago al tramonto. Efreet rimase con me e intuendo il motivo, avviai il discorso che avevo rimandato tutto il giorno.
«Hai già parlato con Blaidd dei miei sogni?» chiesi.
«Non ancora, ma lo farò. Voglio il suo parere e voglio che entrambi siamo preparati, in caso di necessità»
«Pensi che i sogni possano rivelarsi pericolosi per me?»
Efreet osservò per un momento il danzare quieto di una foglia sull’acqua, poi mi rispose lentamente, come se ogni parola avesse un peso enorme.
«Ci sono molte creature in grado di manipolare i sogni e non tutte sono innocue»
Non potei controllare un brivido e mi mossi a disagio.
«Nel sogno di stanotte» sussurrai «era una di quelle creature?»
Efreet distolse lo sguardo, fissandolo dove io non lo potevo raggiungere.
«Non lo so» rispose stringendosi nelle spalle, mentre il vento increspava con forza la superficie del lago e la luce del tramonto svaniva definitivamente, dietro le vaghe ombre del crepuscolo.
a Rafflecopter giveaway

giovedì 20 agosto 2015

Recensione "Free" e "Free Eternal Summer"

Inizia con questo anime una nuova finestra del mio... e ormai anche vostro blog.
Dopo aver visto queste due stagioni, la voglia irrefrenabile di parlarne nel blog si è fatta sempre più concreta e, dato che ormai sto letteralmente impazzendo di fronte a questa miriade di manga e anime, prima che mi si accumuli una fila enorme di commenti e recensioni è meglio che inizi con questa rubrica.
Recentemente ho conosciuto una ragazza che impazzisce per queste cose e mi sta contagiando oltre ogni misura! Potrei non sopravvivere, sappiatelo!

Free è attualmente una mia enorme ossessione... soprattutto uno dei protagonisti! Rin Matsuoka, ma ferme lì signorine... Rin è mio ;) potrete "accontentarvi" degli altri super fusti che popolano questo anime! Fatto davvero coi fiocchi!

Trama
Haruka Nanase è un ragazzino apatico la cui unica passione è il nuoto, ma come specifica più volte non gli interessano i tempi o le gare: lui vuole solo entrare in contatto con l'acqua e abbandonarsi a essa. Tutto cambia quando nella scuola elementare Iwatobi, quella che frequenta col suo migliore amico Makoto Tachibana, si trasferisce Rin Matsuoka, un talentuoso giovane nuotatore. Rin insiste nel voler partecipare insieme ad Haruka e Makoto alla staffetta, ma riceverà solo secchi rifiuti da parte del primo, che considera Rin e la gara solo una seccatura.
Al gruppo si aggiungerà anche Nagisa Hazuki, di un anno più piccolo e quando finalmente Haruka cederà alla richiesta di Rin, i quattro parteciperanno vincendo alla gara di squadra. Dopo il diploma elementare, si perderanno di vista: Nagisa rimarrà alle elementari, Haruka e Makoto frequenteranno le medie insieme mentre Rin se ne andrà in Australia ad allenarsi per diventare un nuotatore olimpico e realizzare così il sogno del suo defunto padre.
I quattro si incontreranno nuovamente soltanto al liceo, ma Rin non è più l'allegro ragazzino di un tempo in quanto adesso si considera solo il rivale di Haruka, contro il quale vuole prendersi la rivincita. Haruka, Makoto e Nagisa fonderanno il club di nuoto delle superiori Iwatobi, reclutando anche il nuovo membro Rei Ryugazaki. La nuova squadra si scontrerà quindi con Rin e i suoi compagni, cercando nel frattempo di ristabilire l'amicizia perduta.
 Partendo da sinistra...
Rei Ryūgazaki: il modo in cui entrerà a far parte del club di nuoto vi farà morire dalle risate, in realtà Rei farà ridere più di una volta!
Makoto Tachibana: aspettate di vedere la sua schiena e dopo fatemi sapere se non è sexy. Ha un cuore d'oro e prima che ve rendiate conto lo amerete!
Haruka Nanase: le volte in cui sorride si contano sulle dita di una mano, ma lo si ama lo stesso! (sono in conflitto perché nonostante ami follemente Rin, anche Haru e Makoto mi hanno fatto perdere parecchie bave)
Rin Matsuoka: è mio... non vi serve sapere altro :P
Nagisa Hazuki: è pucciosissimo, lo adoro da impazzire. Alla fine è grazie a lui se succedono tre quarti delle cose.
Oltre a loro, in questo anime c'è una quantità industriale di muscoli, quindi preparate secchielli per le bave! E non scherzo quando dico che sono tutti fighi!
Ho amato questo anime fin dai primi minuti, è un mix di risate, arrabbiature, momenti intensi che ti permettono di conoscere questi personaggi a 360°. Imperdibile, assolutamente imperdibile!

Seconda stagione! La trama non l'ho trovata e ho scritto due parole!

Questa seconda stagione è incredibile! E anche completamente diversa dalla prima. 
Tre dei nostri protagonisti (Haru, Rin e Makoto) sono ormai all'ultimo anno e devono scegliere cosa fare della loro vita. 
Rin sa perfettamente qual è il suo sogno e non intende farsi fermare da nessuno. Makoto lo scoprirà quando meno se l'aspetta, ma Haru... cosa vuole fare?
Nel foglio che gli viene consegnato a scuola scrive una sola parola: Free.
Cos'è per Haru la libertà? Tutti pretendono grandi cose da lui, il problema è che Haru segue sempre il suo cuore e i tentativi degli amici di scavare un po' per capire cosa vuole porterà la squadra ad allontanarsi un po'.
Chi riuscirà a far aprire gli occhi ad Haru? Riuscirà a trovare il suo sogno da inseguire?


In questa seconda stagione entreranno nuovi personaggi... li amerete? Li odierete? Non voglio anticiparvi nulla, ma nella foto che metto qui sotto vi presento la new entry principale: 
Sousuke Yamazaki: migliore amico di Rin. Ma non aggiungo altro! 
Una cosa è successa in Eternal Summer... ho pianto più di una volta. Sembra impossibile, ma questi personaggi sono talmente completi che finisci per affezionarti troppo a loro, provi le loro stesse emozioni.
Quando un anime è fatto col cuore non può non conquistarti! 
Purtroppo in Italia non sono ancora stati acquistati i diritti, quindi se volete vederlo potete farlo con i sottotitoli (cosa che io preferisco, penso renda di più guardarlo in lingua originale).
Quindi ora correte a guardarlo! E non disperate, potrete trovare un OVA stupendo e 7 mini episodi speciali *_* inoltre a gennaio uscirà un film dedicato ai nostri protagonisti, nel periodo delle medie! 
E non è finita! Sto preparando un'altra cosa, spero solo di far presto! 

domenica 16 agosto 2015

☼ Recensione "Le streghe di Asor High" ☼

Eccoci con un'altra lettura della Summer reading Challenge, che ormai mi sono rassegnata... non riuscirò a completare. Ero convinta di farcela, ma ho avuto altre cose da fare e purtroppo dubito riuscirò a recuperare 6 libri in 14 giorni...
L'obbiettivo per cui ho scelto questo romanzo è:
Un libro che contenta il tuo colore preferito
Come ho scritto nella pagina dedicata alla Challenge, il mio colore preferito è il verde acqua e nella copertina di questo romanzo c'è una tonalità che adoro follemente! Quindi è stata una scelta immediata!

Ho scoperto che in realtà questo non è il primo volume, ma il secondo della trilogia. Fortunatamente non è collegato, e non ci sono riferimenti di nessun tipo a qualsiasi cosa passata. Quindi non preoccupatevi.

La protagonista è Hadley, una giovane e bella studentessa delle superiori. Popolare e irraggiungibile, è soddisfatta della sua vita.
Ma c'è qualcos altro, che non tutti sanno: Hadley è una strega potentissima, discendente di una stirpe di streghe importanti. Se nella vita "normale" è la più popolare, durante gli incontri per studiare la magia, non gode di molta attenzione, dato che non gliene importa poi così tanto.
Almeno fino a quando un fatto disastroso non la obbligherà a prendere le redini della sua congrega.
Una serie di eventi particolari inizieranno a susseguirsi, fra cui l'arrivo di un ragazzo che farà finalmente destabilizzare Hadley, sempre così sicura di sé.
E quando Hadley scoprirà che stanno cercando proprio lei, e che tutto ciò che è successo è solo per colpa sua, le cose si metteranno male.
Una corsa contro il tempo, per eliminare un nemico che per troppo tempo ha giocato con la vita delle streghe.
Che dire di questo romanzo? A me è piaciuto davvero moltissimo. Sono partita a leggerlo tranquillamente, poi man mano che proseguivo con la storia ero sempre più avida di sapere cosa sarebbe successo e senza rendermene conto l'avevo già finito.
Mi è piaciuto molto il modo di concludere i capitoli, lasciando sempre qualcosa in sospeso che ti obbligava ad andare avanti.
Spero pubblichino anche gli altri due!
 

☼ Recensione "Opposition" ☼

Anche questa è una recensione di un romanzo della Summer Reading Challenge. E riguarda, per la precisione l'obbiettivo numero 4: Un libro facente parte di una saga! 

E così siamo giunti alla fine -_-
Ho amato questa saga dalla prima pagina di Obsidian all'ultima di Opposition! L'unica cosa che continua a farmi storcere il naso è la copertina di Origin... che non c'azzecca nulla nemmeno per sbaglio con le altre! C'avessero messo una pietra avrebbe stonato cento volte meno. Comunque...
Jennifer ha creato un vero e proprio capolavoro. 
Se non l'avete ancora letta vi mangio!! Dovete assolutamente rimediare al più presto (e scappare da qui, perché anche se non faccio spoiler non dovete sapere nulla di nulla! 
Torniamo a noi... vi ricordate com'era finito Origin? In maniera a dir poco Scioccante: i Luxen hanno iniziato ad arrivare sulla terra, richiamando a sé tutti i loro simili. 
Il romanzo inizia con Katy che non vuole darsi per vinta, e vuole trovare Daemon. Cosa non facile, dato che i Luxen appena "sbarcati" iniziano a uccidere a destra e a manca i poveri umani. 
Cos'è accaduto a Daemon? Perché non torna? E Dee? Dawson? 
Le risposte non faranno particolarmente piacere. Soprattutto per quanto riguarda Dee.
A complicare le cose, Beth, che è incinta e non sta per niente bene. È proprio mentre Katy e Aron sono al supermercato, che i Luxen decidono di sferrare un attacco.
Ciò che succede la sconvolge terribilmente, ma mai quanto il vedere gli occhi verdi di colui che ama farsi di ghiaccio.
Che fine ha fatto Daemon? È possibile che abbia dimenticato tutto ciò che ha passato con lei? I sentimenti, la sofferenza, l'amore?
In uno scontro dove nessuno verrà escluso, di chi vi potete fidare?
Ci saranno alleanze impensabili, tradimenti, scontri all'ultimo sangue.
Un romanzo che non potete non leggere. Vi farà rimanere col fiato sospeso fino alla fine. La dose di tensione e suspance è alle stelle.
Sono impaziente da morire che arrivi Oblivion *_* Voi no?
Dal primo momento in cui ho visto i suoi occhi verdi sono stata rapita da Daemon! Non si è rammollito per amore, come a volte capita in alcuni romanzi, ma è rimasto il solito adorabile stronzo di cui non si può proprio fare a meno! Malizioso, provocatore... insostituibile!
 

sabato 8 agosto 2015

Recensione "Inventami"

Questo romanzo è finito nelle mie mani per volere della dea bendata. Infatti lo vinsi tempo fa e ne ho approfittato per portarlo al mare.
Un romanzo breve, che si divora tutto d'un fiato.
Primo di una trilogia erotica, inventami vede le vicende di Grace, una donna che, come tante, spera ancora nel principe azzurro, nell'amore che si vede nelle fiabe.
Una sera, mentre è in un locale con gli amici, un affascinante uomo le offre da bere, senza però avvicinarsi. 
Il destino li fa incontrare di nuovo e Grace pensa che sia veramente il suo principe azzurro.
Purtroppo Edward non è per nulla un sangue blu in groppa a un cavallo bianco, e lo scoprirà fin troppo presto.
Edward ha sofferto troppo per lasciarsi ancora travolgere dall'amore. Quando ci si scotta in modo importante è difficile fidarsi di nuovo, quindi lui tiene le distanze, barricando il suo cuore in una fortezza impenetrabile.
Ciò che propone a Grace la sconvolge: tutto il suo essere verrà messo a dura prova. 
Cosa fare? 
Si sa, a volte ci si brucia anche senza volerlo. 
Sarà il caso dei nostri due protagonisti? Cosa spingerà Grace ad andare oltre il suo essere? Ce la farà a tener fede ai suoi propositi?
Leggete e lo scoprirete.
Io sono ansiosissima di leggere il secondo... devo sapere come prosegue la storia! Il finale lascia letteralmente a bocca aperta! 
Non aggiungo altro, per non levare troppo spazio al romanzo! Sento che ne succederanno delle belle! Grace ed Edward mi piacciono davvero troppo (anche se il secondo a volte l'avrei preso a morsi!)

☼ Recensione - Mezzo Vampiro ☼

Sono tornata dal mare carica di romanzi da recensire. Mi sono presa una settimana di relax e ho cercato di leggere il più possibile. 
Sono riuscita a completare ben 3 obbiettivi della Challenge estiva... forse non tutto è perduto!
Ho deciso, per motivi di tempo, di modificare un romanzo nella Challenge. 
Parlo della tappa numero tre: un libro con un protagonista maschile.
Beh, che dire? Ho fatto un'ottima scelta. 
Il perché è semplice: tutti devono assolutamente leggere questo romanzo! Oddio è troppo... troppo... ok, è troppo e basta!

Sono già qui che fremo per leggere il secondo, perché il finale ti lascia a bocca aperta e devi, devi sapere cosa succede. Sono affamata di questo romanzo, non ne ho mai abbastanza. 
Parlando di tecnica, trovo che lo stile di Belinda sia veramente ottimo! È fresca e accattivante al punto giusto, non ti annoi un solo istante e, quando pensi di aver azzeccato qualcosa (almeno per quanto mi riguarda) succede un evento che spazza via tutte le tue convinzioni.
Il finale è stata la parte che ho preferito: un po' perché finalmente una parte di dubbi sono stati risolti, un po' perché... accidenti! Non mi aspettavo minimamente quello che ho letto! 
Sorprendente! Ecco come definirei sia il romanzo che la mente diabolica che l'ha inventato! 
Il protagonista è Julian, un ragazzo che si ritrova improvvisamente catapultato in una nuova realtà, inconsapevole di quanto sia coinvolto da ciò.
Lui non ha memoria della sua vita passata, ricorda solo gli ultimi tre anni che ha passato, anni pervasi da un'infinita sofferenza. 
Si risveglia all'improvviso in quella che sembra una bara, ma le tenebre lo avvolgono quasi subito.
Il luogo in cui si risveglia lo lascia sbalordito, mai quanto le parole che sente pronunciare dagli altri ragazzi presenti nei sotterranei della Damned Academy.
Sostengono, infatti, di essere tutti vampiri di nascita e non credono minimamente a Julian, quando questi dice loro che è impossibile, che i vampiri non esistono.
Julian sostiene fermamente le sue idee, almeno fino a quando non sente un profumo inebriante e irresistibile (e qui ragazze ci sarebbe da scrivere un romanzo a parte!) di Blake, il Signore degli immortali (già perché nella Damned Academy non ci sono solo i vampiri...) che si appresta a consegnare ai suoi nuovi allievi il marchio (uno per ogni razza).
Indovinate chi è l'unico che Blake non marchia? 
Esatto, Julian.
Da qui il soprannome "Mezzo Vampiro", perché un vampiro senza marchio... non può essere considerato tale.
Ed ecco che iniziano una serie di eventi che vi scombussoleranno decisamente troppo! Ma sarà la vostra droga, ve lo assicuro! 
Non aggiungo altro, ma preparatevi... perché parlerò ancora di questo romanzo!!! 
So che vado contro corrente, ma cosa posso farci? 
Sebbene Julian sia il protagonista indiscusso, il mi cuore è stato rapito da un'altro personaggio... Blake! 
Parliamone, come fate a resistere? Io sono crollata appena Belinda ha iniziato a descrivere il profumo ammaliante che lo avvolgeva. Leggevo anche con la speranza d'incontrarlo il più possibile.
Julian lo adoro, ma Blake... *sospira con aria sognante* è Blake! 
Irresistibile, con un carattere particolare e una forza d'animo indescrivibile! Lo amo follemente ♥ ♥ ♥

martedì 28 luglio 2015

Excerpt reveal del romanzo "La mia vendetta con te" di Giovanna Roma

Eccomi con un giorno in ritardo, scusatemi! Credo sarò in queste bizzarre condizioni fino a settembre! Le puzzoline dei centri estivi assorbono con delle cannucce colorate le mie energie! Le adoro però!

Preparate gli occhi care le mie donzelle (e pure un fazzolettino per asciugarvi le bave) perché questa copertina è proprio... da sbavo!

Titolo: La mia vendetta con te
Autrice: Giovanna Roma
Pagine: 334
Prezzo: €0,99
Link Amazon: Ebook
La rovina di lei, potrebbe essere una salvezza per lui. Perché difendere la figlia del peggior nemico? La vendetta è a portata di mano ed è così dolce, giovane, perfetta per lui, per saziare la sua lussuria. Elin crede di sapere come sarà la sua vita, peccato solo di non aver fatto i conti con ciò che è fuori dalla sua bolla felice. Incontrerà un uomo di nome Maksim, disposto a tutto per la sua vendetta ed entrerà a far parte delle più note organizzazioni criminali russe. Le redini del gioco sfuggono di mano e gli equilibri che si erano creati saranno messi in discussione da passioni ed egoismi. Riusciranno a capire di non essere più semplici avversari o verranno inghiottiti dagli interessi latenti della mafia russa? **Attenzione** Dark contemporary romance Questo romanzo contiene situazioni inquietanti, scene molto forti, violente, esplicite e un linguaggio crudo. Non adatto a minori o persone particolarmente sensibili o suscettibili. Se ne raccomanda una lettura consapevole.

ESTRATTO
Sono dei possenti colpi alla porta a risvegliarmi.
<<Cazzo, Kate. Porta il culo fuori di lì o giuro che te lo picchio a sangue!>>
Non appena riconosco la voce, schizzo fuori dalla vasca.
<<A...arrivo, un attimo.>>
<<Apri questa dannata porta! Subito!>>
Mi avvolgo il corpo infreddolito in un morbido accappatoio bianco di spugna. Apro
tremante la porta e lo vedo entrare come una furia, rosso in volto e con occhi
minacciosi.
<<Perché cazzo ti sei chiusa dentro?>> sbraita adirato.
<<Non sapevo se ci fosse qualcun altro in casa a parte noi due>> spiego come se
fosse evidente.
<<E anche se fosse?>> ribatte sollevando le spalle.
<<Ma potrebbe entrare qualcuno>> insisto.
Maksim alza la mano destra e la cala sul mio viso due volte, dritto e rovescio.
<<Ti avverto, stronza, non chiuderti mai più a chiave. I miei ospiti ed io dobbiamo
sempre avere accesso a te.>>
Impallidisco di colpo, perché ora mi sono chiare come non mai le sue intenzioni.
<<Non parli sul serio>> ribatto con le lacrime agli occhi. <<Se era questo il tuo
obiettivo sin dall’inizio, allora perché non hai lasciato che Nikolaj o quei quattro tizi
della taverna mi violentassero?>>
Maksim si avvicina con aria potente e intimidatoria. <<Tu non spalancherai le gambe
al primo cazzo che ti attira, come fossi una puttana qualunque. Le aprirai solo se te
l’ordinerò io e per chi vorrò io.>> Le sue dita scattano dritte intorno al mio collo. É
così veloce che neanche lo vedo muoversi. Gli occhi scintillanti rabbia sono ipnotici.
<<Tu mi appartieni, Katerina ed esegui soltanto i miei comandi.>> Lo dice con una
calma così gelida da farmi perdere un battito. A poco a poco mi libera dalla sua presa.
Sento il peso di ogni cosa: i decimi di febbre, le sue parole, i suoi insulti e minacce, i
suoi schiaffi. E scoppio in un pianto che mi accascia al suolo.
<<Io ti possiedo. Ogni parte di te mi appartiene. Mente e corpo>> prosegue quella fredda
voce passandomi un dito sulla fronte. <<Perché è a me che pensi quando vieni, perché reagisce così solo con me.>>
Maksim mi prende per capelli e tira fino in corridoio. Urlo per il dolore, strillo di
lasciarmi andare, finché non molla la presa. Con la punta del piede mi solleva il
mento perché lo guardi dritto negli occhi. Le braccia incrociate sul petto, le possenti
spalle e il volto duro gli conferiscono un aspetto minaccioso ed io smetto subito di
piangere. La mia espressione è un concentrato di odio.