domenica 30 novembre 2014

Recensione "Silver - La porta di Liv"

Io amo da impazzire questa autrice! È maledettamente geniale! Se cercate letture particolari allora Kerstin Gier è la donna che fa per voi! Adorato alla follia la trilogia delle gemme! Anche questa seconda serie mi ha rapito il cuore!
Liv, una protagonista che non si può non amare: intrepida, anche se (come tutti) ha paura di ciò che non conosce, e delle situazioni assurde che ha cominciato a vivere da quando ha scoperto il modo di viaggiare nei sogni. Una volta trovata la sua porta è stato difficile resistergli... nonostante tutto.
Se il primo romanzo è finito col botto, questo lo segue a ruota! L'autrice ci lascia veramente penare l'uscita dell'ultimo capitolo della trilogia (purtroppo ultimo...) nel quale ci saranno parecchie rivelazioni: tra cui l'identità di Secrecy, la Gossip Girl che riesce a sapere tutto di tutti anche quando non si riesce a capire come faccia. Voi avere qualche teoria su chi possa essere questa Secrecy? L'unica cosa certa è che è una ragazza!
In questo secondo romanzo Liv potenzia le sue capacità all'interno del mondo dei sogni: riesce a trasformarsi in qualsiasi cosa, riesce a mutare i paesaggi non solo del suo sogno, ma anche quello degli altri. Si trova quasi sempre con Henry il suo fidanzato.
Ma viaggiare nei corridoi e nelle varie porte ha un prezzo: la stanchezza. Infatti non si riesce a riposare mentre si gironzola in quel mondo.
Da quando Anabel è stata chiusa in una clinica psichiatrica tutto sembra più o meno normale, ma il pericolo non è per niente passato, anzi se possibile è addirittura aumentato... Una parola sola: Vendetta!
Nel mondo della Liv-sveglia le cose procedono, ma anche qui le sorprese non mancano! Anzi vi faranno morire da ridere... e anche morire dalla preoccupazione (ma non dico altro, per non svelare troppo).
Come negli altri romanzi della Gier qui non ci si annoia un istante, i colpi di scena sono all'ordine del giorno, non riuscirete a staccarvi dalle pagine e divorerete questo romanzo senza accorgervene!
Due chicche troverete alla fine: una ricetta di Lottie per tirarvi su il morale e un mini manuale per capire come trovare la vostra porta!
La Beocra! Ahahaha no, scherzavo ovviamente, lei sarebbe da mandare alla gogna! W Liv e Mia!! (capirete perché)
A parte gli scherzi, nonostante si parli non moltissimo di lui (spero nel terzo si recuperi) io amo alla follia Grayson! non ci posso far nulla! È semplicemente perfetto.
Mi piaceva un po' anche Henry nel primo libro, ma in questo mi è bastato leggerlo un po' per detestarlo e infine odiarlo per ciò che ha fatto!

2^ tappa Blog Tour “Armonia di Pietragrigia” di Angelica Elisa Moranelli

Hola ragazzi! Eccomi a ospitare una tappa di questo blog tour che sicuramente vi farà impazzire! A fine tappa vi metterò tutte le altre date, di modo che non perdiate nemmeno un appuntamento!
Di cosa parlerà la mia tappa? Eh eh, vi farò leggere uno stralcio del romanzo, così da ingolosirvi per bene e tentarvi a leggerlo tutto!! 

Dal Capitolo XIV “LA DIMORA VAGANTE” 

Era la cosa più sensazionale che Armonia avesse mai visto. 
Più incredibile di qualsiasi favola avesse mai letto e i cittadini di Nottebrina non dovevano saperne di più, perché avevano lasciato ogni occupazione e se ne stavano tutti, piccoli e grandi, col naso all’insù a fissare a bocca aperta un enorme serpente marino con le fauci spalancate che sembrava volesse inghiottire l’intera città. 
La polena del galeone volante puntava decisa verso Nottebrina, con il teschio sghignazzante che sventolava sull’albero maestro: lo scafo era nero come l’inferno e le lugubri vele dei quattro alberi, ripiegate rapidamente nella manovra di attracco, dovevano essere state rattoppate più volte. Armonia non aveva idea che una nave potesse essere così immensa, nel complesso il vascello aveva l’aria d’averne passate tante e la ciurma non prometteva d’essere più in forma della sua imbarcazione, benché non si vedesse ancora nessuno. 
Lucrezia sussultò terrorizzata, portandosi le mani alla bocca, mentre l’enorme ombra del vascello calava sulla città. 
Oliver sorrise. «Oh, sì… avrei dovuto dirvelo» disse guardando soddisfatto verso l’alto. «Arkanus ha mandato la Dimora Vagante.»
«N… noi dovremmo viaggiare su quella cosa?» chiese Martino, con l’aria di chi spera vivamente di aver preso una cantonata, ma non c’erano più dubbi ormai: l’ancora fu gettata nella profonda fontana, provocando un’ondata che sommerse quasi tutti i presenti e il vascello ormeggiò stridendo. 
Una passerella lignea toccò terra nel silenzio più totale. 
«Benvenuto Capitan Drago, a te e alla ciurma della Dimora Vagante!» gridò Oliver. 
Armonia attese, col cuore intrappolato nell’esofago, che qualcuno rispondesse. 
Poi, di colpo, centinaia di cime piombarono dalle murate e altrettante figure calarono a terra agilmente, veloci come lampi. 
Martino, Gattabuia e Lucrezia urlarono all’unisono, accompagnati dal singulto di tutta Nottebrina. 
Un uomo, quello che sembrava il comandante, avanzò verso Oliver: portava uno sgangherato tricorno sulla testa, un’uniforme a brandelli e una benda nera sull’occhio; ma quando fu più vicino, Armonia si rese conto che di umano aveva ben poco. Sarebbe stato più corretto dire che era stato un uomo, una volta. Tanto, tanto tempo prima. Ora era, più che altro, uno scheletro ghignante. 
«Giù le armi, marmocchio» disse sarcastico, passando accanto a Evan che aveva sguainato la spada. «L’unico che può rimetterci la vita sei tu.» 
Armonia vide la faccia di Evan diventare violetta e la mano stringersi più ferocemente sull’elsa, mentre Lucrezia balzava dall’altro lato per lasciare passare il pirata. 
«Vieni qui, vecchia pellaccia!» esclamò Oliver abbracciando lo scheletro. 
«Me ne resta solo qualche brandello, amico mio!» rise sguaiatamente il comandante. «Ti trovo bene, dove sono i nostri ospiti?» 
«Drago… La Fanciulla-Guerriero» sussurrò Oliver. 
Quando le orbite vuote dello scheletro si fermarono su di lei, Armonia sentì una scarica elettrica attraversarla. 
«Ma certo» disse quello, avvicinando l’orribile teschio ghignante per osservarla meglio. «Tutto in ordine, ragazzina?» 
«Abbastanza» balbettò Armonia, senza osare stringergli la mano scheletrica tesa davanti a lei. 
«Beh, sei viva!» esclamò Capitan Drago prendendole la mano a forza e ridendo fragorosamente, ma presto la risata divenne un colpo di tosse convulsa: la mascella fece un crack inquietante e penzolò orribilmente sul collo. Con gesto esperto, il pirata se la mise a posto mentre Lucrezia lo fissava come se fosse una Horribulus in piena fioritura. 
La ciurma, intanto, aveva iniziato a caricarsi le casse con i viveri sulle spalle, arrampicandosi sulle cime con un’agilità impressionante. 
«A bordo, ciurma!» gridò Capitan Drago. «Puntare la prora su Pietragrigia! Pronti a salpare l’ancora!» 
Mastro Olen agguantò Gattabuia e lo portò di peso davanti al pirata. 
«Tende a darsela a gambe levate» spiegò il locandiere, senza osare fissare più del dovuto lo scheletro. 
Capitan Drago si chinò su Gattabuia. «Non mi piacciono gli gnomi» sibilò. «Fila dritto o farai una brutta fine. Cento pirati morti sono facilmente irritabili.»” 

La Dimora Vagante è il vascello pirata di Capitan Drago e della sua ciurma di scheletri: non sono tipi molto raccomandabili e di sicuro hanno un passato oscuro, ma sono fedeli al mago Arkanus, a cui devono un favore, e, se non fossero già morti, darebbero la vita per Armonia che, a differenza della maggior parte delle persone, li ammira invece di temerli.

Allora che ne pensate? La nostra autrice sa come tentarci, non c'è dubbio! 
Vi lascio i contatti dell'autrice, nel caso vogliate scoprire qualcosa di più! 
Email personale: aemoranelli@gmail.com
Profilo Facebook: www.facebook.com/madamevoisin
Profilo Twitter: www.twitter.com/xatropinax
Profilo Instagram: www.instagram.com/queenpuppet
Profilo Google Plus: https://plus.google.com/u/0/+AngelicaElisaMoranelli/posts
Sito personale: www.flavoriauniverse.com

Calendario del blog tour!

Prima tappa: 26 Novembre - Presentazione “Armonia di Pietragrigia” e blog-tour: verrà presentato il romanzo e il calendario del blog tour - www.streganuova.altervista.org
Seconda tappa: 30 Novembre - Stralcio di romanzo su - http://lepassionidibrully.blogspot.it/
Terza tappa: 3 Dicembre - “I personaggi di Armonia di Pietragrigia”: verranno approfonditi alcuni dei personaggi principali della saga - http://il-flauto-di-pan.blogspot.it/
Quarta tappa: 7 Dicembre - “Miti e leggende di Flavoria”: gratuitamente scaricabili due racconti dell’universo di Flavoria - http://stefaniasiano.blogspot.it/
Quinta tappa: 10 Dicembre - “L’Universo di Flavoria”: saranno approfonditi alcuni dei luoghi che fanno da sfondo alle avventure di “Armonia di Pietragrigia” - www.le-ali-della-fantasia.blogspot.it
Sesta tappa: 14 Dicembre - “Intervista”- http://perchenesonoinnamorata.blogspot.it/
Settima tappa: 17 Dicembre - “Presentazione Armonia di Pietragrigia”: una presentazione del romanzo con incipit - http://rifugioanimasognante.blogspot.it/ 
Ottava e ultima tappa: dal 24 Dicembre al 2 Gennaio - “Giveaway” saranno fornite le modalità di partecipazioni al giveaway e sarà presentato il premio - www.youkid.it 
Chiusura del blog tour -Tour ed estrazione vincitori - 3 Gennaio su - www.flavoriauniverse.com

martedì 25 novembre 2014

8^ tappa Blog Tour "Livia & Laura"

Eccomi qui a ospitare una tappa super curiosa di questo Blog Tour imperdibile!
Per seguire l'evento e recuperare le altre tappe andate QUI!
Oggi ci sarà un'intervista impossibile ai personaggi :) Siete pronti? (Rocco mi fa già impazzire!!!)


Francesca Rossi: «Siamo giunti all’ultima tappa del blogtour dedicato al romanzo “Livia e Laura”, edito da Genesis Publishing. Questo è il momento tanto atteso dai miei personaggi, ovvero l’intervista impossibile».
Rocco (il protagonista maschile): «Ma che impossibile e impossibile? Qua siamo! E’ possibile, eccome. Sei tu che non sei tanto sveglia oggi».
F.R.: «Ringrazio Rocco, che ha sempre una parola buona per me e comincio l’intervista. Pregherei i personaggi di stare tranquilli dieci minuti, così riesco a concentrarmi e a fare le domande».
Rocco: «Seeee… Ti devi pure concentrare? Qua facciamo notte, allora».
F.R.: «Perché, hai di meglio da fare? Scusa se ti ho disturbato!».
Rocco: «Scuse accettate. Comunque un po’ di tempo ce l’ho».
F.R.: «Meraviglioso. Bene, visto che hai tempo, sii cavaliere. Siediti e aspetta. Cominciamo dalle signore… Livia sei pronta?».
Livia (la protagonista femminile): «Prontissima, grazie».
F.R.: «Tu sei la classica ragazza, hai tutto, eppure a un certo punto della storia ti ribelli, come se ti “risvegliassi” da un lungo sonno e ti ritrovassi in una gabbia dorata da cui vuoi assolutamente uscire. Come è avvenuta questa presa di coscienza? C’è un messaggio che vuoi dare ai lettori come protagonista di una storia di riscatto?».
Livia: «Ecco, la mia consapevolezza l’ho costruita man mano, nel momento in cui la mia anima è stata letteralmente dilaniata dal dovere da una parte e la libertà di decidere da sola dall’altra. Mi sono resa conto del fatto che stavo vivendo una vita non mia, imposta dalle convenzioni e da una pressione psicologica insopportabile. Mi riferisco ai metodi subdoli di mio padre, tattiche che ho capito solo dopo tanti anni, perché l’amore, è proprio vero, rende ciechi. Non ho nulla da insegnare, ecco… io stessa imparo ogni giorno, però posso dire una cosa a chiunque leggerà il romanzo. La mia storia non è un caso isolato. Ogni giorno combattiamo per uscire da gabbie mentali e sociali. Possono passare anni prima di renderci conto che in tali prigioni non si sta affatto bene, nonostante i morbidi cuscini dei pregiudizi e la seta con cui è tessuta la pigrizia. Nel momento in cui scopriamo di vivere in gabbia, però, dobbiamo avere coraggio, cercare la chiave e uscire da quell’apparente comodità di pensiero. Dico “cercare la chiave” perché essa si trova lì, circondata da sbarre insieme a noi. E’ la chiave del nostro destino e la possediamo, appunto, solo noi. Non è facile fare ciò che sostengo ma, se vogliamo davvero vivere la nostra vita pienamente, è necessario prendere consapevolezza del tempo che scorre inesorabile e dei nostri desideri».
F.R.: «Marianna è il tuo momento. Vuoi parlarci del tuo personaggio? Durante questo blogtour non ho mai parlato di te. Raccontati tu stessa ai lettori».
Marianna: «Infatti sono terribilmente adirata con te. Il mio personaggio è fondamentale per la storia e non capisco come tu abbia potuto dimenticarlo. Dimmi la verità, è un dispetto».
F.R.: «Veramente no. Solo una questione di tempi e di temi. Lo sai che sei la mia diva di Hollywood e poi io non ho preferenze. I miei personaggi sono tutti nel mio cuore».
Marianna: «Va bene, ti perdono per questa volta… Tornando a noi. Il mio personaggio è quello di una donna inquieta, capricciosa ma buona, affamata d’amore e che si sente trascurata dal marito Andrea, pur amandolo tantissimo. Una giovane donna, vorrei precisare, che ha tutto eppure sente che la sua vita va a rotoli, che le manca qualcosa. E’ un personaggio difficile, il mio, perché non ha il coraggio di dire ciò che pensa davvero e si sente tradita. Vorrebbe vivere una grande passione, ma capisce troppo tardi che non si può giocare col fuoco senza rischiare di bruciarsi».
F.R.: «Descrizione intensa, grazie. Bene Andrea, passiamo a te».

Rocco: «Quindi io sono proprio l’ultimo?».
F.R.: «Sì, così, intanto, rifletti meglio su ciò che vuoi dirmi».
Rocco: «E che, non ti fidi? E poi su che rifletto? Mica mi hai fatto la domanda!».
F.R.: «Tu rifletti e basta, male non ti fa. Tra un po’ arrivo anche da te».
Rocco: «Sarà…».
F.R.: «Andrea, dunque, tu sei il marito di Marianna, donna volitiva eppure fragile… ».
Andrea: «Ho già capito cosa vuoi chiedermi. I rapporti tra uomo e donna, lo sappiamo tutti, sono in gran parte un mistero. A volte gli uomini non si rendono neppure conto di sbagliare e, forse, danno per scontate troppe cose. Le donne, però, non sono un libro aperto. Almeno così la vedo io. Capirle non è semplice, il loro animo è un labirinto. Inutile dire che alla base di ogni relazione deve esserci sempre il rispetto, ma la complicità si costruisce con gli anni, anche con gli errori, per quanto possa sembrare paradossale. Purché non siano irreparabili».
F.R.: «Hai offerto tanti spunti di riflessione e purtroppo ora mi tocca fare la domanda a Rocco… ».
Rocco: «E ti pareva. Scusa se esisto».
F.R.: «Lo sai che mi diverto a punzecchiarti perché, sotto sotto, sei il mio preferito. A te la domanda, forse, più difficile. Parlami della storia che hai vissuto, spiega ai lettori perché, secondo te, dovrebbero leggerla».
Rocco: «Sono serio come poche volte in vita mia. “Livia e Laura” è un romanzo tutto italiano, di amori, passioni e intrighi nati nel nostro amato Paese. E’ il racconto della vita qui, delle immense contraddizioni che caratterizzano questa nazione, ma anche della voglia di libertà che, da sempre, caratterizza il dna di noi italiani. E’ anche la storia di due donne diverse ma, apparentemente, accomunate dallo stesso destino di sottomissione. Ecco, “Livia e Laura” è proprio questo: un romanzo contro le prevaricazioni di qualunque tipo, oltre il tempo e i cambiamenti che dal nostro passato hanno portato al vostro presente, perché la voglia di libertà non ha epoca, né colore e non può mai essere sottovalutata o data per scontata».
F.R.: «Grazie per le tue parole Rocco. Grazie per le vostre risposte. È proprio il caso di dire che vi lascio liberi. Liberi nella mia fantasia e nei cuori di chi farà rivivere le vostre storie».

Vi è piaciuta questa pazza e fantastica intervista? A me moltissimo! spero di leggere il romanzo e conoscere Rocco di persona :) 

venerdì 21 novembre 2014

9^ tappa blog tour Virginia Rainbow (Flamefrost) e Roberto Serafini (Cyborg)

Ecco, anche se con un po' di ritardo, la nona tappa del tour (fino a mezzanotte è ancora il 21, quindi non uccidetemi!!)
Ed ecco la mia tappa! Seguita poi dalle altre date del tour, dal regolamento e dai premi!

I poteri alieni
In questa tappa vorrei parlarvi dei poteri alieni. Come potete immaginare gli extraterrestri di cui si parla nel libro sono dotati di qualità straordinarie che hanno acquisito con un addestramento molto duro, ma che derivano anche dal loro patrimonio genetico.


Poteri alieni


I SETTE POTERI


1) TELEPATIO:
- Capacità di parlare con la mente
- Capacità di parlare con gli animali e di capirne il linguaggio
- Comunicazioni a distanza
- Capacità di creare barriere perché non passi la telepatio
2) MATERIALIZZATIO: 
Materializzazione: attraverso un gorgo di luce l’alieno scompare e ricompare nel posto dove vuole.
3) CAPTIO: 
- Lettura della mente
- Lettura dei ricordi
- Apprendimento veloce
4) NATURAM: capacità di intervenire sugli elementi della natura: vento, sole, tempesta, pioggia, fuoco, sulla temperatura dell’aria.
5) MOVENS: 
- Capacità di spostare gli oggetti.
- Capacità di sollevare se stessi da terra.
- Capacità di bloccare i movimenti e le corde vocali.
6) DISSIMULATIO: capacità di agire sulla mente degli altri determinando false immagini, modificando la percezione della realtà. 
Della dissimulatio fanno parte: il Bacio di Mor e la Bolla di difesa.
7) SANATIO: capacità di guarire le ferite e di agire sulla febbre, senza però poter annullare una malattia (effetto aspirina) attraverso il contatto fisico. 
- Capacità di agire sulla temperatura corporea.
- Capacità di comunicare energia e sensazioni positive.
Fa parte della sanatio l’Offertatio.

Gli strumenti alieni

SCHERMO VIDEO: mostra immagini al comando del pensiero.
TELESTRASPORTO: è un congegno che si aziona grazie a un anello e serve per spostarsi dall’astronave alla Terra.
LIMAR: cerchio di metallo che si mette intorno alla testa degli alieni e impedisce loro l’uso dei poteri.
MENKEN: dispositivo che si insinua nel polso e controlla gli spostamenti.
GHISER: Aggeggio per sapere informazioni (tipo enciclopedia) che mostra scene reali direttamente riprese dal presente o dal passato.
PORTALE: medaglione di varia forma e fattura che fa da traduttore e da tramite. Riceve lui comunicazioni di Luxoriani con poteri per poi tradurre ai “senza poteri” e permette ai “senza poteri” di comunicare con chi li possiede.
Serve anche per teletrasportare i senza poteri.
TAINER: strumento di tortura a forma di manganello.

Lunedì 17 Novembre:
1 tappa - “Presentazione del libro e della cover” Flamefrost L’ultimo respiro sul blog IL RIFUGIO DI UN’ANIMA SOGNANTE http://rifugioanimasognante.blogspot.it/
2 tappa - “Presentazione del libro e della cover” Cyborg 1.0 sul blog  IL SOGNO DI UNA LETTRICE http://ilsognodiunalettrice.blogspot.it/
Martedì 18 Novembre:
3 tappa - “I personaggi principali: Sarah” Flamefrost L’ultimo respiro sul blog THE BOOKSHELF  http://thebookshelfff.blogspot.it/
4 tappa - “I personaggi principali” Cyborg 1.0 sul blog MY SECRET DIARY   http://themydiarysecret.blogspot.it/
Mercoledì 19 Novembre:
5 tappa - “I personaggi principali: Gered” Flamefrost L’ultimo respiro sul blog STORIE DI NOTTI SENZA LUNA http://storiedinottisenzaluna.blogspot.it/
6 tappa - “La protagonista Venus, il cyborg” CYBORG 1.0 sul blog I MIEI SOGNI TRA LE PAGINE http://www.sognipensieriparole.com/
Giovedì 20 Novembre:
7 tappa - “Le ambientazioni” Flamefrost L’ultimo respiro sul blog UN BUON LIBRO NON FINISCE MAI http://unbuonlibrononfinisce-mai.blogspot.it/
8 tappa - “Personaggi secondari” Cyborg 1.0 sul blog MILLE E UN LIBRO http://imilleeunlibro.blogspot.it/
Venerdì 21 Novembre:
9 tappa - “I poteri alieni” Flamefrost L’ultimo respiro sul blog LE PASSIONI DI BRULLY http://lepassionidibrully.blogspot.it/
10 tappa - “Estratto da un’intervista dell’autore” sul blog STEFI GIARDINO DELLE ROSE http://giardinodellerose.blogspot.it/
Domenica 23 Novembre:
11 tappa - “Intervista all’autrice” Flamefrost L’ultimo respiro sul blog THE SECRET DOOR http://moniaiori-thesecretdoor.blogspot.it/
12 tappa - “Il Booktrailer e un estratto dal capitolo 7, con video della scena” sul blog ROMANTICAMENTE FANTASY SITO http://www.romanticamentefantasy.it/
Lunedì 24 Novembre:
13 tappa - “Il book trailer del primo volume della trilogia”  Flamefrost L’ultimo respiro sul blog MERCATINO DI LIBRI FANTASY http://leggerefantasy.blogspot.it/
Chiusura del blog tour alle ore 24.00.
Martedì 25 Novembre:
ORE 19.00 circa ESTRAZIONE DEI PREMI sul blog IL RIFUGIO DI UN’ANIMA SOGNANTE7

Regolamento
1 - Mettere il like alle pagina fan dei due autori:
www.facebook.com/pages/I-romanzi-di-Virginia-Rainbow/742792235778674
www.facebook.com/serrob68
2 - Condividere la gara su almeno un social.
3 - Scrivere PARTECIPO sul blog IL RIFUGIO DI UN’ANIMA SOGNANTE al link... aggiungendo il LINK della pagina dove avrete condiviso la gara.
4 - Scrivere un commento libero sotto alle varie tappe.
Premi in palio 
Verranno effettuate tre estrazioni, i premi sono:
- FLAMEFROST L’ultimo respiro
- CYBORG 1.0 


Ogni partecipante acquisirà inoltre il diritto di usufruire di uno sconto speciale per tutto il periodo dal 25 Novembre al 25 dicembre sui libri seguenti: 

FLAMEFROST Due cuori in gioco a 9.00 invece che a 16,90 con l’omaggio delle spese di spedizione 
CYBORG 1.0 a 7.00 invece di 12.00 con l’omaggio delle spese di spedizione 
I bonus possono naturalmente essere usati oppure no, possono anche essere ceduti ad altri senza vincoli basta informare gli autori. 
Chiunque voglia acquistare i libri deve rivolgersi direttamente agli autori tramite la CHAT del loro profilo facebook o la loro mail: virgy72@aliceposta.it, r.serafini68@gmail.com .

mercoledì 19 novembre 2014

Traduzione primo capitolo di "Shadow of the mark"

Avete letto "The mark" e vi siete incavolati quando avete saputo che il seguito non era ancora uscito? Anche io ci sono rimasta malissimo! Per fortuna la mia migliore amica, nonché blogger di My Bookish Philosophy che studia lingue e ama tradurre, mi ha chiesto che romanzo potesse tradurre ora, visto che Opal è uscito. Così ho pensato al seguito di The mark, che mi era piaciuto davvero molto. In attesa del secondo (che è in lavorazione) vi auguro buona lettura :)

Recensione "Ogni tuo desiderio è un ordine, bastardo"

Se non avete mai letto qualcosa di questa autrice vi consiglio di rimediare all'istante! Crea decisamente dipendenza, giuro! Talmente tanta che leggerei persino un saggio, se lo scrivesse. Victory Storm è una di quelle rare autrici che riesce a prenderti e non ti molla più, e quando termini (sempre troppo presto) un suo romanzo, cerchi come una matta se per caso ci sono altri racconti o altre storie che magari ti sono sfuggite! A me ne mancano 2 e posso assicurarvi che non mi serve né trama né qualsiasi altra cosa, perché so per certo che li amerò! 
Torniamo al romanzo... e la prima cosa che vi dico è di prepararvi: l'uragano Olivia travolgerà ogni cosa e non avrete scampo nemmeno volendo! 
Chi è Olivia? È una ragazza... ambiziosa! Lei ha un sogno e non ci vuole rinunciare per niente al mondo. Vuole diventare una Event Manager. Per lei organizzare eventi è l'unica cosa che veramente la renderebbe felice. Il fatto di inseguire questo suo sogno con le unghie e con i denti non va molto a genio ai suoi genitori, che preferirebbero vederla sistemata come Candice, la sorella minore che lavora come cameriera in una ricca famiglia negli Hamptons! 
Il romanzo inizia col botto! 
«La smetti di prendermi in giro!» si offese Candice imbronciando il labbro inferiore come faceva da
bambina.
«Scusa, Canny… Ma ti sei vista? Sembri uscita da un filmino porno fetish di serie B» esclamai scossa dalle risate di fronte all’uniforme di mia sorella. 
«E meno male che lavori per l’importante famiglia Pierson a capo della Pierson Global Corporation! E niente meno che nei favolosi Hamptons! Pensa se invece andavi a fare la cameriera dentro un fast food».
Voi non potete capire come, con solo queste poche righe io abbia già iniziato ad adorare la protagonista.
Olivia, va a trovare la sorella per festeggiare il compleanno. Solo che noi sappiamo bene che ormai al destino piace essere perfido nei nostri confronti. Infatti a Candice capita un incidente che la costringerà a tenere un gesso per un mese! Per non perdere il lavoro supplica Olivia di sostituirla (mirando anche alle sue armi da sorellina minore indifesa). 
A questo punto vi starete chiedendo: cosa volete che sia un mese di lavoro? 
Solo che non sapete che la stessa sera dell'incidente di Candice, Olivia ha avuto un curioso incontro con uno stronzo! Mmm forse curioso non è il termine giusto... Vi basti sapere che il misterioso tipo in questione oltre ad aver ricevuto una botta ai suoi gioiellini, ha anche dovuto buttare una camicia di seta da soli mille dollari. Non voglio rovinarvi la scena con ulteriori dettagli.
Ah sì... non vi ho detto che lo stronzo non è altro che il figlio dei proprietari della villa dove dovrà lavorare Olivia! Devon (ecco il nome del misterioso ragazzo) riuscirà a trasformarlo nel mese più lungo della sua vita! 
Ma non temete, anche Olivia ha molti assi nella manica! 
Impazzirete letteralmente leggendo, anzi divorando queste poche pagine (per me erano troppo poche... quando lo finirete non potrete non concordare con me!)
Lo stile dell'autrice come sempre è affascinante e trasporta con una naturalezza disarmante! Ovviamente potranno suonare al vostro campanello i membri del centro di sanità mentale, quando riderete come delle pazze, ma è tutto regolare! 
Un consiglio: iniziatelo di giorno e non di sera come me, altrimenti vi ritroverete alle cinque del mattino a lottare con le mani per potervi fermare! 
Come sempre anche qui mi devo bloccare perché non voglio assolutamente togliervi nulla riguardo a questo fantastico Romance! Voglio davvero che ve lo gustiate al 100%!!!
Spero che il signor Devon Pierson gradisca la scelta della targhetta dorata qui sopra! Ihihihi. A parte gli scherzi. Ho amato Devon! Lui e Olivia sono una bomba insieme. A prescindere dalla bellezza, ho proprio amato il suo carattere e il suo modo di fare (anche se molte volte anche io gli avrei tirato una ginocchiata lì). Ogni volta che leggevo nel romanzo le parti in cui lui urlava arrabbiatissimo il nome di Olivia, mi sbellicavo dalle risate, in attesa di sapere cosa sarebbe successo! 
Vi posso assicurare che non vi annoierete un solo secondo! 

Che dire Victory? Hai fatto centro anche questa volta! Avevo dubbi? Nemmeno uno! 

lunedì 17 novembre 2014

Recensione "Promessa di sangue"

E già con tantissima nostalgia nel cuore mi trovo qui a parlarvi del terzo (ma forse non ultimo) capitolo di questa trilogia!
Dire che l'ho divorato in 2 giorni forse vi farà già capire quanto l'ho amato!
Attenzione! Se siete dei furbetti che non hanno ancora letto il secondo, pussate via di qui perché spoilero il finale del secondo! Altrimenti non posso parlare del terzo!
Bene! Ora riprendiamo.
La profezia di Ahmed alla fine si è avverata. Il Patto d'Unione tra Vera e Blake si è spezzato, lasciando i due ragazzi in un oblio di dolore.
Mentre Blake ha messo la sua umanità in modalità off, Vera si da un sacco da fare con la Confederazione di Sangue! Riescono a produrre la BloodySky, una pillola che permette ai vampiri di andarsene a spazzo anche di giorno, con una piccola controindicazione (vampiri leggete il foglietto illustrativo!) Se il vampiro si nutre di un umano, l'effetto della BloodySky puff, svanisce! 
L'unica cosa che non la fa impazzire è la speranza che Blake torni con lei, per ricominciare. Per fare questo manda Xander e i suoi licantropi in giro a cercarlo!
Dopo due anni dal loro ultimo incontro, finalmente lo trovano e lo mettono in una cella per permettere a Vera di parargli.
Blake è irriconoscibile, non fisicamente eh?! È un figaccione pazzesco come sempre!
Con l'aiuto del padre, Vera con l'inganno si unisce nuovamente a Black col Patto d'Unione.
Non potete immaginare la sua reazione! E quello che succederà dopo!
Ma oltre a Vera e Blake, ne succederanno di tutti i colori. Arriverà il dolcissimo Leo! (figlio di Xander e Siobhan) e anche Tess ci sorprenderà parecchio. Ma una delle entrate più sorprendenti del romanzo sarà Lily... Chi è? Eheheh dovete leggere per scoprirlo! Ci ritroveremo di fronte la spietata crudeltà di Maximillian Macross, una parte del romanzo che mi ha fatta rabbrividire. Troverete una Vera fantastica! Cresciuta tantissimo e pronta a sopportare di tutto per i suoi obiettivi. Mi è sempre piaciuta, fin dal primo romanzo, ma qui posso dire che sono orgogliosissima di lei!
Vorrei dirvi davver un sacco di cose, ma non posso proprio! Sorry.
Anche questo romanzo è stato all'altezza delle mie aspettative (superandole). Non avevo alcun dubbio che mi sarebbe piaciuto! L'autrice è fantastica e sono iper ansiosa di leggere qualcos'altro di suo!
E spero col cuore riesca a scrivere un quarto romanzo con protagonisti Vera, Blake.... e non solo!
Se non l'avete ancora letto (come cavolo siete riusciti a non leggerlo?!?!?!) fatelo subito!
Vorrei tantissimo che esistesse una versione cartacea, questi sono quei romanzi che vorrei nella mia libreria! Da poter prendere e toccare, scaldandomi le dita mentre sfoglio le pagine e mi perdo nella storia.
Lo so che è scontato... ma volevo solo ribadirlo <3 Il mio fidanzato (con cui ho un Patto d'Unione libresco) è il meraviglioso Blake! Anche nei suoi momenti peggiori non ho mai smesso di credere in lui. Ero come Vera... nonostante facesse di tutto per farsi odiare, lei continuava imperterrita ad amarlo! Un personaggio che si è scavato una nicchia nel mio cuoricino e ci rimarrà per tutta la vita!

"Flamefrost - L'ultimo respiro" di Virginia Rainbow

Eccoci qui, con l'ultimo romanzo di questa trilogia Romance/Fantascientifica! L'ho iniziato e mi sta già piacendo un sacco!

Titolo: Flamefrost - L'ultimo respiro
Autrice: Virginia Rainbow
Genere: Romance - Fantascienza
Pagine: 414
Prezzo: Cartaceo E17,90
Link Amazon: Cartaceo
Per informazioni riguardo l’e-book ed eventuali sconti, CONTATTARE DIRETTAMENTE L’AUTRICE alla mail : virgy72@aliceposta.it o alla chat del suo profilo autore.
Gered e Sarah si trovano in una situazione drammatica e nessuno può aiutarli. Rinchiusi nelle segrete dell’astronave madre con un peso enorme sul cuore, sembra che per loro sia perduta ogni speranza. Il Principe Nero affronta con coraggio ciò che il destino pare avergli riservato e non si dà per vinto, mentre Sarah si affida con fiducia a lui.
Nel frattempo alcuni personaggi inquietanti tramano nell’ombra per preparare una vendetta da tempo bramata e altri si svelano pian piano per ciò che sono davvero.
Le scene si spostano nello spazio, concentrandosi all’interno della Ghindar nei suoi corridoi bui così come nelle sale enormi e lussuose.
Il crudele Nardos, l’ambigua principessa Christin, il saggio maestro Fouler e l’amico Rain assumeranno un ruolo decisivo all’interno della storia, determinando con le loro azioni le sorti dei protagonisti.
Capitolo conclusivo della trilogia Flamefrost, “L’ultimo respiro” contiene tutti gli ingredienti per una lettura irresistibile e avvincente, svelando finalmente i molti segreti contenuti nei precedenti volumi. Il lettore sarà portato a sorprendersi, a commuoversi, a vivere assieme ai personaggi le loro incredibili vicende momento per momento fino all’epilogo tragico e bellissimo.
Virginia Rainbow è un’autrice che scrive fin da bambina, creando storie piene di immaginazione e sentimento. Ora divide il suo tempo tra il lavoro e la sua passione per la scrittura. Adora leggere, fare passeggiate in montagna e guardare i cartoni della Walt Disney. Il suo romanzo di esordio è “The black mask”; seguono “Flamefrost Due cuori in gioco” e “Flamefrost Insieme controcorrente”, primo e secondo capitolo della trilogia Flamefrost.

Link...

venerdì 14 novembre 2014

"La voce del sentimento" di Evelyn Storm

Un romanzo... che contiene quattro racconti! Quattro storie che vi faranno sicuramente emozionare!

Titolo: La voce del sentimento
Autrice: Evelyn Storm
Genere: Romance - Paranormal romance
Pagine: 197
Prezzo: Ebook €0,99
Link Amazon: Ebook
Quattro avventure in un unico romanzo e con un argomento specifico, che spazia dalla vita vera al fantasy, dallʼombra alla luce, dal sentimento alla passione, dallʼItalia allʼestero.
Qualche estratto...
“Gli adulti non capiscono mai le cose, si dimenticano troppo spesso di essere stati anche loro bambini.”

“Un bagliore innaturale attraversò gli occhi di Daralis. Sembrava avesse la vista velata di porpora, tanto i suoi occhi erano rossi.”

“Non mi preoccupavo di poter cadere, farmi male, soffrire le pene dell’inferno, perché la danza era per me il paradiso tanto agognato, in grado di scacciare la paura.”

“La ragazza lo accolse e la cadenza del loro amore aumentò sempre più fino all’estasi.”

Estratto dettagliato del primo racconto
“Ricominciare”
Protagonisti sono Veronica e Roberto. Il bosco prese a rumoreggiare intorno a noi, sempre più forte. Mi sembrava gli urlasse di fermarsi, ma sicuramente era soltanto la mia immaginazione che si prendeva qualche libertà, mentre i nostri respiri si facevano più affannosi ogni volta che smettevamo di gridare, di far valere le nostre ragioni, di arrabbiarci o di muoverci.
Misi in allerta tutti i sensi, e quasi senza accorgermene, strinsi tra le mani un poʼ di muschio, era così umido, così soffice che lo stritolai tra le mani prima di farlo cadere di nuovo a terra. Sentivo più che chiaramente lo stormire delle foglie variopinte, gran parte delle quali giacevano morte ai nostri piedi e lo scorrere di un fiume impetuoso sotto di noi, che potevo vedere sporgendomi un poʼ. E quanti odori! Le fragranze di muffe e di legno bagnato mi penetravano nel naso. Chiusi gli occhi e la testa mi girò. Quando posai di nuovo gli occhi su Roberto, mio malgrado, lo vidi a terra. Si era già messo in ginocchio, incurante delle mie raccomandazioni. Speravo solo non si credesse invincibile, io non avevo bisogno che mi dimostrasse un bel niente.
Altro estratto del primo racconto
“Ricominciare”
Lo vidi protendere a fatica la sua mano verso i miei ricordi contenuti in quellʼinvolucro sporco e che sapeva di vecchio, mentre i pantaloni e la punta delle scarpe si macchiavano sempre più di terra, dato che avevamo dimenticato in giro il telo trasparente. Con lʼaltra mano si teneva alla corteccia di un faggio maestoso, i tendini che si tiravano per lo sforzo. Mancava pochissimo, ma la terra cedeva e lo costringeva a tornare indietro per ricominciare tutta lʼoperazione daccapo. Intanto nella mia testa vorticavano suoni e immagini diverse: acqua, terra, scatola, vento, Roberto, tendini, polso, mani, cortecce, foglie.
Mi guardai intorno, non cʼera nessuno come prima, ma il cielo non prometteva nulla di buono. Difatti, pochi minuti dopo, una pioggia sottile che divenne in fretta fitta cominciò a scendere. Ci saremmo bagnati come pulcini e il mio primo impulso fu di scappare alla ricerca di un posto dove ripararci, ma evidentemente era soltanto un mio desiderio.
«Ti conosco Veronica, ma non contarci. Non ce ne andremo prima di aver finito.»
Rassegnata, mi avvicinai per dare il mio contributo, ma mi venne impedito.
«Non aiutarmi! Il peso di noi due insieme potrebbe essere più dannoso che utile. Ce la faccio.»

Booktrailer

giovedì 13 novembre 2014

Recensione "Confederazione di sangue"

Non mi ero resa conto di quanto mi era mancato lo stile di questa autrice! Lo adoro alla follia! 
Questo secondo volume è ricchissimo di novità... e non solo purtroppo! 
Da quando Vera ha saputo di essere una vampira, il suo mondo è cambiato. Ora deve recuperare, imparare a comportarsi come tale, anche se la sua mezza parte umana le impedisce di essere come il padre. Il che è un bene! 
Ora Vera vive con Blake nel loft dove era stata tenuta prigioniere. I litigi sono all'ordine del giorno, anche se Blake è mezzo vampiro come lei sono gli opposti: lui educato da un vampiro Antico, lei dalla zia umana. Entrambi quindi hanno messo in un angolino una parte del loro essere, ampliando l'altra. 
Ma l'amore risolve tutto, almeno così si spera.
L'inizio del romanzo è stupendo: vediamo Vera alle prese con l'ennesimo tentativo di trasformarsi in un animale e, quando finalmente ce la fa, non può credere di aver assunto le sembianze di ciò che la terrorizza: un topo. Immaginatevi lo shock! E Blake che tenta di aiutarla, ma che per prenderla alla fine si trasforma in un gatto! 
Fantastico! Ma se vi farà ridere questa preparatevi perché quando Vera e Blake andranno alla Torre (un edificio enorme, di cui il padre di Vera è fondatore in parte, abitato solo da vampiri. Fantastico aggiungerei) ne combinerà di ogni! 
Ma prima di partire per New York un vecchio amico di famiglia, che si scoprirà sapere la vera natura di Vera, le dirà che il suo Patto d'Unione con Blake verrà spezzato prima della fine dell'anno. 
Al posto di Vera sarei stata mille volte più terrorizzata di lei! 
Non voglio raccontarvi troppo perché dovete godervi questo sequel a cinque stelle! 
Scritto in maniera fantastica, vi terrà incollati alle pagine e appena lo terminerete l'unica cosa a cui penderete sarà "Dov'è il terzo volume? Devo leggerlo ORA!"
Troverete anche il primo capitolo dell'ultimo romanzo della trilogia... Io l'ho mangiato con gli occhi! 
Infatti questa sera inizierò l'ultimo! Mi è impossibile leggere altro, sono troppo presa! E so per certo che lo divorerò! 
Inutile dirvi che ve lo stra consiglio! Vi innamorerete anche voi di questa trilogia! 
Amo amo amo Blake! Anche se alcune volte gli urlerei contro o lo prenderei a schiaffi! A parte la bellezza, è protettivo, geloso... ma ti lascia anche mettere in gioco, vedere quali sono i tuoi limiti... aiutandoti a superarli, o a conviverci! Lo adoro da morire!! 
 

mercoledì 12 novembre 2014

Recensione "The Prince & The Guard"

Quando ho saputo che questi due spin off della saga sarebbero usciti in cartaceo sono impazzita! Figuratevi come mi sento ora che ho scoperto che anche "The Queen e The Favourite" verranno messi in cartaceo! Iper emozionata! Conto i giorni! Inutile dire che anche in questo caso la copertina fa sognare! *occhi a cuoricino*.
Se avete amato la trilogia non potete non prenderlo! Lo divorerete, proprio come me!
Prima di iniziare vediamo l'indice del romanzo

The Prince
In esclusiva: Il finale inedito di The Prince
The Guard
Contenuti speciali
Intervista con Kiera Cass
Le ragazze prescelte: L'elenco completo della Selezione
Che cosa fa di te una Uno: L'elenco completo delle caste
Albero Genealogico di America Singer
Albero Genealogico di Aspen Leger
Albero Genealogico di Maxon Schreave
The Selection: Colonna sonora ufficiale
The Elite: Colonna sonora ufficiale
Devo dire che l'ho finito troppo presto questo racconto! Accidenti, mi sarei letta l'intera trilogia scritta dal punto di vista di Maxon. Lo adoro davvero troppo. 
Ho trovato molto divertenti le scene in cui lui si dispera perché non sa che cosa fare di fronte a una ragazza in lacrime. Lo incontreremo nel giorno del suo compleanno, alle prese non solo con l'inizio imminente della Selezione, ma anche con la cugina Daphne, che si dichiarerà a lui... lasciandolo di sasso! 
È bellissimo leggere finalmente cosa pensa di America! Le sensazioni che lei gli fa provare, sensazioni che lui non riesce inizialmente a capire! Bello bello e ancora bello! 
Per quanto non mi sia piaciuto il personaggio di Aspen (l'ho sempre visto come un ostacolo fra America e Maxon!) in queste pagine che lo vedono protagonista, ho imparato a conoscerlo meglio! Il modo in cui vede America è veramente dolce. Il fatto che, pur essendo molto povero, le donava un centesimo ogni volta per sentirla cantare è romanticissimo. Immagino che la volesse, però non ho sopportato il fatto che, pur di allontanarla da Maxon, abbia mentito nei confronti di quest'ultimo.
Anche i contenuti speciali mi sono piaciuti moltissimo. Dall'intervista a Kiera (che conteneva curiosità veramente interessanti) ai dettagli riguardo i protagonisti e alle caste e alla playlist dei primi due romanzi. Come sempre le cose belle finiscono troppo presto... Non vedo l'ora di leggere qualcos'altro di suo! Già il fatto che la trilogia sia diventata una saga mi ha riempita di felicità :)

 

lunedì 10 novembre 2014

Aspettando Insurgent! Sbaviamo un po'...

Godetevi questi fantastici poster in 3D dei protagonisti di Insurgent! Cliccando sulle tre righette in basso a sinistra potrete scegliere il personaggio e guardarlo prendere forma!!! Io mi alterno fra Tris e Tobias <3 _ <3 Li adoro! Tris poi è fantastica!!! Fremo d'impazienza per vedere il taser trailer del film!

venerdì 7 novembre 2014

"Bastardi!" di Eleonora Mandese

Eccomi con una nuova anteprima di un'autrice nuova! Dal titolo direi che è un romance particolare e interessante. Se qualcuno di voi l'ha già letto sarei curiosa di sapere la vostra opinione!

Titolo: Bastardi
Autrice: Eleonora Mandese
Genere: Romance
Pagine:
Prezzo: Ebook €1,49
Link Amazon: Ebook
Quante volte vi è capitato di usare con le vostre amiche la parola "bastardo"? Centinaia, migliaia? Sì, perché è inevitabile incontrare tante persone sbagliate, avvertire il suono fastidioso del cuore sgretolarsi ad ogni nuova delusione, ma altrettanto giusto è non perdere la speranza di cercare l'amore aspettando che vi travolga e rivoluzioni totalmente la vita.Non vi nascondo che dietro questo libro c'è un vero e proprio obiettivo: farvi guardare il tradimento non come una piaga, ma come un punto di partenza dal quale partire per poter desiderare un amore migliore attraverso il legame indissolubile dell'amicizia. E... qualcosa di completamente nuovo, un social network sui bastardi... Questo è “Bastardi!”, un libro che mostra senza pietà la doppia faccia dell’amore. Tradimenti, bugie, inganni e sotterfugi si ritrovano nelle parole di Elisa, Marirosa, Silvia e Antonella, protagoniste di storie diverse, ma dagli intrecci comuni. Tratto da una storia vera, probabilmente la tua!
Un libro scritto con sagacia, ironia e passione.

Eleonora Mandese nasce a Taranto il 07/07/1995 e frequenta l'università degli studi di Milano. Esordisce nell'ottobre 2014 con il paranormal romance "I seguaci di Ipnos:l'incubo" edito dalla casa editrice UteLibri. Collabora con diverse testate giornalistiche ed è blogger presso Leggere a Colori.Sito: www.eleonoramandese.com

Recensione "Il profumo del Sud"

Inizio questa recensione con un pezzetto iniziale della prefazione scritta da Laura Bellini, precisando che condivido ogni singola parola!
Ci sono romanzi che si leggono in un solo fiato, altri che si gustano lentamente, assaporandone ogni sfumatura. Il profumo del sud porta il lettore a sentirsi in dovere di fare entrambe le cose.
Può sembrare incredibile, però vi posso assicurare che bramavo di divorare questo romanzo, ma al contempo andavo piano nella lettura, per non perdermi nulla... perché non volevo perdermi assolutamente nulla!

Il romanzo in una parola? Magico! Non ho letto altre opere di Linda, ma questa mi ha fatta sognare dalla prima all'ultima pagina (anche se sì, Linda... è vero! Vorrei ucciderti!).
Non credevo di potermi innamorare così follemente di questo romanzo, ma la cosa che mi ha colpito è stata la dolcezza con il quale "Il profumo del Sud" si è fatto strada nel mio cuore. Piano, senza fretta. Credo sapesse già come sarebbe andata a finire.
Lo stile di scrittura di Linda ti tocca il cuore, accarezzandolo dolcemente. Veramente non ho parole per descriverlo! Non ho letto molti romanzi storici (credevo non facessero per me) ma questo è senz'altro in cima a tutti!
*S'inchina all'autrice* grazie, grazie e ancora grazie!

Anita Dalmasso è la protagonista di questo romanzo. Una ragazza che, dopo aver scoperto di essere figlia illegittima (e quindi non una contessa come le avevano fatto credere) decide di prendere un battello e dirigersi nel Nuovo Mondo cambiando identità... ricominciando da zero.
Siamo nel 1858.
Il romanzo si divide in tre parti: "Il Nuovo Mondo" - "Isabella Giordano" e "Venti di Guerra".
Durante il viaggio verso New York, Anita s'imbatte la prima sera in due marinai che, vedendola da sola, le danno della poco di buono e che cercano di metterle le mani addosso. A salvarla è il bellissimo e super affascinante Justin Henderson.
Ma Justin è molto, molto più di questo, ma non vi dirò altro per non rovinarvi la sorpresa di conoscerlo meglio!
Henderson è affascinato da Anita, che si farà chiamare Isabella Giordano e tenta in tutti i modi di conquistarla. Ovviamente Anita non è un bersaglio facile. Ne vedrete proprio delle belle! Non vi annoierete nemmeno un istante.
Sul battello, incontra Margaret, una donna molto bella che vive a Montgomery, nel Sud. L'amicizia che nasce tra loro è inaspettata, così, quando è il momento degli addii, Margaret la invita a casa sua per un po'.
A incorniciare la protagonista quindi c'è il Sud, fatto di immense coltivazioni e infiniti profumi che entrano del cuore. Ma, purtroppo non c'è solo quello: fra i campi fanno capolino molti schiavi.
E questo ci accompagnerà per tutto il romanzo, l'evoluzione della tratta degli schiavi, l'arrivo di Lincoln e la volontà di eliminare lo schiavismo.
Un romanzo storico completo, vi farà ridere, arrabbiare, sognare... chiuderete gli occhi immaginando la meravigliosa terra nella quale vive ora Isabella, cercando annusare i profumi che aleggiano nell'aria. Piangerete, rifletterete. Questo romanzo ha tutto! Questo è un signor romanzo!
Io vorrei dirvi un sacco di cose, ma non voglio assolutamente svelarvi nulla di più! Non è per nulla come sembra! I colpi di scena vi stupiranno anche sulle ultime pagine, quando ormai vi sembra che nulla possa più cambiare!
 
Non ho alcun dubbio su chi abbia rapito il mio cuore in questo romanzo! Anche se c'era l'imbarazzo della scelta. Il mio Book Boyfriend de "Il sapore del sud" è Justin Henderson. Se vi spiegassi il perché vi svelerei particolari sul romanzo. Ma quando l'avrete letto, concorderete con me sul fatto che non servono spiegazioni sul perché mi abbia rubato il cuore! 

"L'arpeggio del cuore" di Serena Versari

Un nuovo romanzo firmato Serena Versari. Cosa ci riserverà questa volta? Dal titolo e dalla copertina si preannuncia un romanzo particolare e molto bello! Un romance che non vi lascerà indifferenti.

Titolo: L'arpeggio del cuore
Autrice: Serena Versari
Genere: Romance
Pagine: 193
Prezzo: Ebook €1,99
Link Amazon: Ebook
Spesso la vita ci offre una seconda possibilità ma sta a noi decidere se ignorarla o afferrarla.
Questo è quello che accade a Sally, una donna di trentacinque anni, imprigionata nella gabbia di un matrimonio ormai logoro.
Un giorno il destino decide di mettere sulla sua strada Roy, un giovane ragazzo di ventiquattro anni, che saprà stravolgerla con la sua voglia di vivere, la sua semplicità e i suoi occhi grigi sinceri e cristallini.
Da quel momento Sally, si troverà a dover affrontare emozioni troppo a lungo sopite, e una passione mai conosciuta.
In continua lotta con se stessa e con un passato doloroso quanto irrisolto, riuscirà a seguire il suo cuore troppo a lungo imprigionato da un gelo perenne, e a cedere al pressante istinto di ricominciare a vivere e respirare nell'amore?

"Aili - Destini spezzati" di Ilaria Marsilli

Ecco qui il capitolo conclusivo di questa trilogia che non potete non avere! Anche qui la copertina è S-T-U-P-E-N-D-A!!! Un percorso assolutamente in salita in questo caso! Sono quelle cover che ti prendono e non ti lasciano più!

Titolo: Aili - Destini Spezzati
Autrice: Ilaria Marsilli
Genere: Fantasy - Romance
Pagine: 503
Prezzo: Ebook €0,99
Link Amazon: Ebook
Nei reami unificati si cerca di ritrovare un clima di quiete dopo gli avvenimenti che hanno insanguinato il suolo intorno alla capitale. Si prova a guardare al domani lasciandosi alle spalle il passato. Ma i piani degli uomini non sono quelli del fato. Un tragico evento porta Aili alla ricerca di aiuto e risposte. Conducendola in un viaggio che le svela più di quanto pensasse. Non le resta che appellarsi ancora una volta alla speranza, mentre il futuro sembra perso e la vita di tutti corre nuovamente sul filo di una lama; in un mondo dove un ritardo anche di soli pochi secondi può cambiare il destino del mondo intero.
Non perdetevi il Sito Web dell'autrice! È fantastico e potrete trovate moltissime recensione, tra cui la mia al primo romanzo! Impaziente di ricominciare a dedicarmi agli altri due romanzi vi invito davvero a leggerli!  

mercoledì 5 novembre 2014

Recensione "The maze runner - Il labirinto"

Un capolavoro!!! Non posso dire altro se non questo. L'ho amato dalla prima pagina all'ultima.
Un distopico strabiliante scritta in maniera impeccabile.
Anche in questo caso i protagonisti sono dei ragazzi giovani, ma in confronto agli altri distopici che ho letto qui non sono trattati proprio male.
Mi correggo: la situazione è drammatica, però le "condizioni" in cui vivono i Radurai non sono in stile Hunger Games.
Ma partiamo dall'inizio. Il romanzo comincia con l'arrivo di Thomas in un luogo che viene definito poco dopo Radura. I Radurai, come avrete capito, sono i ragazzi che ci vivono dentro.
Cos'è questa radura? è un grandissimo spazio confinato da mura, le cui quattro porte sono l'ingresso a un enorme labirinto.
Thomas si ritrova spaesato e circondato da sconosciuti. La cosa peggiore è che, a parte il suo nome, non ricorda altro. Qualcuno gli ha cancellato la memoria, lasciandogli solo conoscenze base. Anche gli altri Radurai si ritrovano nella sua stessa situazione. Tutti quanti non hanno nessun ricordo del passato. Gli unici che sanno qualcosa in più sono quelli che hanno subito la mutazione dopo essere stati punti dai Dolenti, orribili creature metà gelatinose, con bracci metallici che spuntano dal loro corpo.
Fortunatamente i Dolenti non entrano mai nella radura, grazie alle porte che al tramonto si chiudono. Escono solo di notte.
Thomas inizialmente impazzisce perché vuole sapere, ma Alby (il capo) lo obbliga a riposarsi e le poche risposte che gli da lo mettono ancora più in confusione.
Viene subito affiancato a Chuck un ragazzino che entrerà subito nel cuore di tutti i lettori! Dolce, cerca di essere più grande di quello che è, rompi scatole a volte, ma sempre presente e pronto a dare tutto per gli amici!
Nonostante questi ragazzi siano stati portati in questa radura e messi allo sbaraglio, riescono a organizzarsi in maniera perfetta. Al mattino tutti si svegliano e ognuno si occupa del suo settore: chi in cucina, chi coltiva (sì perché il cibo non manca, anzi gli viene fornito dai Creatori, ossia coloro che li hanno mandati lì, una volta a settimana, senza contare gli animali da allevamento e i campi) quelli che macellano gli animali e via dicendo. Il compito di Thomas ora è trovare quello che fa per lui per contribuire. Ciò che lo colpisce però, è l'unica mansione che non gli hanno proposto: Il Velocista.
Lui vuole essere un Velocista, entrare nel labirinto di giorno e tentare di trovare un'uscita.
Due giorni dopo l'arrivo di Thomas succede qualcosa che da il via... a una serie di "sfortunati"? eventi. Dalla scatola arriva una ragazza (e lì sono tutti maschi, quindi la cosa è scioccante).
Ancora più sconvolgente è il fatto che di solito mandano un nuovo Fagio (gergo usato lì) una volta al mese, ma ora, fra le mani di questa sconosciuta c'è un messaggio inquietante...
Lei sarà l'ultima
Niente più provviste, niente più Radurai. I Creatori vogliono che i ragazzi trovino una soluzione al labirinto. 
Un romanzo ricco d'azione e mille sorprese. Rimarrete incantati e tra risate e momenti drammatici "The Maze Runnar" vi trasformerà in un Raduraio! 
Vi sfido a concludere il romanzo e non imprecare dicendo Caspio, Vaffancaspio :) Pive e via dicendo! 
Sono ansiosa di avere il secondo per poter continuare, anche perché il finale è sconvolgente!!! 
Lo straconsiglio!!! E se non lo leggete allora siete dei Caspio di Pive :P

martedì 4 novembre 2014

"Crimson Moth" di Reika Kell

Ragazzi sono innamorata di questa cover! Un romanzo che attenderò sicuramente con ansia! Il 22 novembre dovrà sbrigarsi ad arrivare perché lo voglio assolutamente nella mia libreria!! 

Titolo: Crimson Moth
Autrice: Reika Kell
Genere: Fantasy - Drammatico
Pagine: 167 circa
Disponibile dal: 22 novembre 
Vadìr. Un mondo distrutto dal ghiaccio. Un mondo assediato dal potere maledetto di una Strega. Questo è lo scenario in cui vive Ellen, giovane Cercatrice di Vadìr dal cuore indomito e dallo spirito combattivo. La vita che conduce è quella che ha sempre creduto fosse l’unica vita possibile, finché suo fratello Cam e la bisbetica Methe decidono di rivelarle qualcosa in più sul vero motivo per cui i Vadìriani sono imprigionati in un lembo di terra, la loro terra, e vivono come schiavi sotto il costante controllo dei Servitori. Un’antica leggenda le aprirà gli occhi. Cosa rappresenta davvero la Falena Cremisi? Chi è Ail e quanta umanità si cela ancora dentro di lui? E da dove proviene l’incantevole melodia prodotta da quel violino?
Schiacciata dal peso atroce di perdite strazianti e sconvolta da costanti sogni e visioni, arriverà per Ellen il momento di compiere delle scelte.
E di conoscere la verità.
Un Fantasy drammatico e introspettivo, in cui nulla è realmente come sembra.
Crimson Moth – Tra la vita e la morte esiste una linea sottile. Non superarla mai.
Reika Kell è nata nell’Aprile del 1986 e la prima parola che le sue tenere labbra sono riuscite a pronunciare è stata “leggere”. La seconda, com’è ovvio, è stata “scrivere”. Anche se, in realtà, le due passioni sono nate cronologicamente invertite. 
Dal primo momento in cui Reika ricorda di essere stata capace di tenere una penna in mano, è incominciato il delirio. Mondi nuovi e incantati, streghe e stregoni, fate ed eroi hanno iniziato a popolare il magico universo di questa scrittrice, incapace di arrendersi al triste fatto di dover vivere una sola, e a tratti monotona, esistenza. 
Reika è un’inguaribile sognatrice, che non può fare a meno di dar voce alle storie che si plasmano nella sua mente, ai personaggi che si creano quasi da soli e che si impongono con tanta forza, da non poter fare a meno di imprimere le loro emozioni e le loro avventure sulla carta. 
Oltre ad occuparsi della sua sconfinata passione per la lettura e la scrittura, Reika si è laureata in Legge e, attualmente, segue una scuola di specializzazione per le professioni legali. Se doveste incontrarla lungo i corridoi di qualche tribunale, potrebbe darvi l’impressione di una persona seria ed equilibrata, quasi “normale”, ma… non fatevi ingannare: in quella testolina popolata da esseri fantastici, da personaggi enigmatici e da misteriose creature della notte, le parole “serietà”, “equilibrio” e “normalità” non sono affatto contemplate. 
È autrice di “Lacrima Nera”, il suo romanzo d’esordio, un fantasy romance autoconclusivo disponibile dal 13 Gennaio 2014 su Amazon. Link per l'acquisto QUI.

Link

lunedì 3 novembre 2014

Recensione "Yinger e l'Antico Tomo"

Piccola nota sulla copertina: stupenda! Non mi stancherei mai di guardarla, è affascinante! Come tutte le altre della saga! Veramente meravigliose! 
Quando ho iniziato questo romanzo sapevo che era stato scritto per un pubblico di ragazzi e, come scrive anche l’autrice sulla quarta di copertina questo è un romanzo adatto agli adulti che amano le storie per ragazzi.
Sono partita con questo presupposto. Però posso dire che sarebbe venuto fuori un bellissimo romanzo anche per adulti, allungando un po’ la durata delle vicende e aggiungendo più dettagli. 
Il romanzo inizia in modo non proprio positivo, la nonna di Yinger, ormai anziana, sta per morire, ma svela alla nipote un importante segreto. Yinger è una maga dueng, e il suo destino è pericoloso e importante. Se svelerà chi è a qualcuno che non è un mago, o se non sceglie chi diventare (sacerdotessa o strega nera) perderà i suoi poteri. Ma ora la sua missione primaria è portare L’Antico Tomo alla città di Akyab, prima che il perfido mago Zoshang s’impossessi di tutto il Gran Regno. 
Durante il viaggio però Yinger farà molto di più che portare semplicemente l’Antico Tomo. Donerà speranza e libererà i legittimi sovrani dalle maledizioni a cui sono incatenati.
Un leggera nota dolente del romanzo sono alcune ripetizioni molto ravvicinate, che secondo me si potevano benissimo eliminare. Altra cosina, l’uso di termini magari ricercati e che stonano un po’ col tono leggero della lettura es. Ynger che dice al suo unicorno “Ora le pronunzierò anche per te” (riferito alle parole magiche). Io avrei usato un termine più semplice. Ma ovviamente sono opinioni personali.
Non l’ho ancora detto, ma durante il suo viaggio Yinger è accompagnata da Aless, amico d’infanzia. Qui c’è una specie di triangolo: Aless ama Yinger, ma lei è innamorata di Mark, il quale però non sembra provare particolare interesse, anche perché sparisce subito dalla narrazione. 
Quello che non ho sopportato è stato l’atteggiamento di Yinger nei confronti di Aless! Da dire che se fossi stata in Aless l’avrei mandata a quel paese quasi subito. Lui le da il mille per mille (anche di più), e lei è così ingrata nei suoi confronti… sempre! Solo alla fine, si rende conto di quanto tenga effettivamente a lui.
Yinger, nella parte del romanzo dove è con Aless, non mi è piaciuta per niente! 
Porto un esempio veloce. Yinger è stata ferita, ma la soluzione definitiva al veleno è ignota. Quando lei e Aless arrivano in una nuova città vanno in biblioteca per studiare (lei nuovi incantesimi, lui un modo per aiutarla). Dopo qualche ora Yinger se ne va, per provare ciò che ha appena studiato e lascia solo Aless, che torna alla taverna solo a tarda sera. Quando vede che Yinger ha già mangiato ci rimane male, perché pensava che l’avesse aspettato. Lui si siede, inizia a mangiare e, quando accenna di aver trovato forse una soluzione al suo problema lei lo spedisce (non proprio gentilmente) in camera a preparare l’unguento. E lui? Lui le è devoto e la ascolta sempre.
Tirando le somme questo romanzo mi è piaciuto! Scritto bene, leggero e veloce da leggere.
Ora sono ansiosa di leggere l’altro romanzo che mi ha mandato l’autrice.