venerdì 25 luglio 2014

"Scommessa a Memphis" di Mirko Giacchetti

Altra presentazione della Dunwich Edizioni
Titolo: Scommessa a Memphis
Autore: Mirko Giacchetti
Genere: Mystery
Pagine: 50
Editore: Dunwich Edizioni
Prezzo: Ebook €0.99
Racconto vincitore del concorso Morte a 666 Giri.
Inferno. La Morte scommette con il Diavolo per rendere il mondo un posto migliore. Tutto inizia a Memphis con un giovanissimo Elvis Presley...


Un piccolo assaggio...
«Ehi, ragazzo», dico avvicinandomi all’abitacolo, «temo di essermi perso.»
Elvis sobbalza per lo spavento, poi spalanca gli occhi e mi fissa. Salta giù dal mezzo e mi viene incontro sorridendo. «Ma lei è Marlon Brando, cosa ci fa qui a Memphis?»
Saltella sul posto e si guarda attorno con la stessa espres­sione incredula di uno che ha appena incontrato il suo idolo in un posto impensabile.
A quanto pare ho scelto bene il mio aspetto. Tra me e lui sembrano esserci una decina di anni di differenza, giusto quelli sufficienti per farmi sembrare uno che sa il fatto suo.
Sposto la giacca e il cappello nella mano sinistra. «Eh, magari fossi Brando. No, gli assomiglio, ma non sono lui.»
Mi guarda ancora una volta e mette in moto gli ingranaggi del cervello. Non sento nessun rumore di ferraglia. Buon segno: è abituato a pensare.
«Spero di non averti deluso.»
«No, assolutamente, anzi mi scusi», dice e si pulisce la mano sulla tuta blu da lavoro prima di porgermela. «Mi chiamo Elvis.»
«John Smith», rispondo con un nome a caso, «piacere.»
Mica posso presentarmi come Louis Cypher, no? 

"Keltor - The Guardian Archives" di Jennifer Sage

Questo è il primo libro che presento di questa nuova CE con cui collaboro. Come sempre per me è un onore ogni volta che nasce una nuova collaborazione!

Titolo: Keltor - The Guardian Archives
Autore: Jennifer Sage
Genere: Paranormal romance
Pagine: 352
Editore: Dunwich Edizioni
Prezzo: Ebook €3.99 Cartaceo €12.90
Keltor è un Guardiano della Luce, anche se vive prevalente­mente nell’Ombra, tormentato dal suo passato. Il suo mondo, quello dei Guardiani, è una realtà oscura che coesi­ste con la nostra. Dietro il caldo velo delle nostre vite, una guerra si combatte tra i demoni e i Guardiani che proteggo­no l’umanità al meglio delle loro possibilità, credendo ancora in noi come razza.C’è una persona, però, un Custode, che ha in sé il potere di aiutare una o l’altra fazione in guerra. Con l’abilità di dan­neggiare la Luce o l’Oscurità e senza alcuna consapevolezza di come dovrebbe farlo, Liz è quasi una pedina senza spe­ranza. Una pedina che sta per trovarsi priva della capacità di opporsi alla forza più grande che abbia mai incontrato.Un Guardiano che ha perso il cuore secoli fa. Una donna che non ha mai conosciuto veramente il proprio. Le leggi vietano che possano trovare rifugio uno nell’altra. E leggi ben diverse che impediscono loro di separarsi.Una decisione deve essere presa, una che potrebbe riportare indietro dai sette inferni il più crudele dei demoni. I Guar­diani sono tra noi… e questo in particolare è il frutto proibi­to.
Cosa dicono del romanzo...
«Con uno stile scorrevole e coinvolgente, l’autrice ha dato vita a un’opera che mescola amore, passione, amicizia, battaglie, azione e suspense in un crescendo esplosivo.» (Regin la Radiosa) 

«Ho trovato questo paranormal romance molto piacevole. C’è l’influenza di J.R. Ward, un pizzico di Karen M. Moning e un po’ di Larissa Ione.» (The Booknatics)

«Ho davvero amato questo libro. Ha tutto quello che serve a una grande storia: avventura, amore, suspense e mistero. E l’azione è frenetica sin dall’inizio.» (Comfortably Read)

Un piccolo assaggio...
Questo è il luogo in cui sono morto. Lo stesso in cui ho vissu­to.
Stava sul ciglio del precipizio, guardando il sole che sorgeva all’oriz­zonte, proprio come faceva ogni giorno dalla morte della sua famiglia, circa mille anni prima. Spruzzi d’acqua gli bagna­vano la pelle scura mentre le onde si infrangevano contro le rocce che sepa­ravano il suo antico sguardo dalle gelide profon­dità sottostanti. Come un monolite, il guerriero rimaneva perfet­tamente immobile, con le braccia muscolo­se incrociate sull’am­pio petto. Se un mortale lo avesse visto avrebbe pensato di avere le allucinazioni. La corazza di cuoio incrociata sui pet­torali era carica di un’ampia gamma di armi, che proseguiva per tutta la lunghezza del mantello di pelle, fino a toccare terra.
Fissando il sole, ora completamente sorto, i suoi vivi occhi verdi scintillavano e i capelli neri, liberi dalla stoffa che li teneva legati, gli sferzavano il volto austero. Una cicatrice, resi­duo della sua vita passa­ta, formava una luna crescente vicino alla tempia destra, ricordando­gli per sempre ciò che era stato e il motivo per cui aveva combattuto l’oscurità. La sua sola e unica ragione di vita.
Uccidere le creature che avevano sterminato lui e la sua fa­miglia su quella stessa spiaggia.

giovedì 24 luglio 2014

Recensione "Colpa delle stelle"

Dite che litri e litri di lacrime possono bastare per far capire cosa mi ha trasmesso questo romanzo? Che non sarò mai più la stessa persona da quando ho letto le ultime parole dell'ultimo capitolo?
Forse no, ma sicuramente chi ha letto Colpa delle stelle sa che cosa provo.
Mi ero avvicinata al romanzo perché volevo andare a vedere il film, nel quale c'è l'attrice che ha interpretato Tris su Divergent.
Poi al mio compleanno ho visto la nuova versione del romanzo e me la sono fatta regalare, con l'intento iniziale di leggerlo in vacanza. Purtroppo non avevo messo in conto il potere di questo romanzo. Continuavo a puntare gli occhi su di lui, che nel frattempo se ne stava lì in bella vista nella libreria. Dopo una settimana ho detto "Okay, ti leggo!".
Citanto una frase che troverete all'interno...
Mi sono innamorata (del romanzo) come ci si addormenta: piano piano, e poi tutto in una volta
Perché Colpa delle stelle non si può non amare, non si può non amare Hazel Grace e Augustus!!
John Green è riuscito a parlare di un argomento per nulla leggero con un velo di ironia (a tratti) che è semplicemente sublime.
Avevo paura fosse "pesante", invece fin dalla prima pagina ho capito che mi ero sbagliata. Hazel, è lei la voce narrante, a 13 anni le avevano diagnosticato un cancro alla tiroide in fase IV e tumori ai polmoni, che poi si riempirono d'acqua. Grazie a una cura sperimentale che miracolosamente funziona, ora Hazel vive attaccata a una bombola di ossigeno.
Di lei mi è piaciuto moltissimo il modo che ha di parlare della malattia, l'ironia che usa non solo con lei, ma anche con gli altri (Gus, Isaac).
Sua madre, al contrario, è convinta che soffra di depressione (dato che non esce, guarda sempre la TV e legge sempre lo stesso libro "Un'imperiale afflizione")
NOTA: in questo romanzo si parla così tanto di questo romanzo che mi è venuta una stramaledetta voglia di leggerlo!
Hazel va anche (di certo non volentieri) a un gruppo di supporto, che si rivela noioso fino a quando non incontra Augustus Waters (Gus). Lui è un sopravvissuto, è l'ottimismo! Risveglia Hazel, la fa vivere, anche se lei preferirebbe ridurre le amicizie al massimo perché si considera una granata, che potrebbe esplodere in qualsiasi momento, devastando le persone che ama.
La storia di Gus e Hazel ti entra nel cuore piano piano, te ne accorgi solo alla fine, quando ti risvegli e cerchi di tornare alla realtà, invano.
Come in "Un'imperiale afflizione" non sapremo mai cos'è successo a Hazel o a sua madre o a Isaac. E diavolo se vorrei saperne di più!!
Vorrei davvero scrivere di più, ma mi è impossibile esprimere quello che sento, la gamma infinita di emozioni che due personaggi così mi hanno fatto provare!
Io vorrei veramente che tutti avessero nella loro libreria questo libro! Perché è... semplicemente perfetto!
Questo romanzo sarebbe da citare tutto!! Ogni paragrafo contiene una frase, un pensiero che ho fatto mio, e lo conserverò sempre nel cuore....

"Sono innamorato di te, e non sono il tipo da negare a me stesso il semplice piacere di dire cose vere. Sono innamorato di te, e so che l'amore non è che un grido nel vuoto, e che l'oblio è inevitabile, e che siamo tutti dannati e che verrà un giorno in cui tutti i nostri sforzi saranno ridotti in polvere, e so che il sole inghiottirà l'unica trra che avremo mai, e sono innamorato di te."

"Sarebbe un privilegio ritrovarmi il cuore spezzato da te."

"Non posso parlare della nostra storia d'amore, quindi vi parlerò di matematica. Non sono un matematico, ma una cosa la so: ci sono infiniti numeri tra 0 e 1. C'è 0.1 e 0.12 e 0.112 e una lista infinita di altri numeri. Naturalmente c'è una serie infinita di numeri ancora più grande tra 0 e 2, o tra 0 e un milione. Alcuni infiniti sono più grandi di altri infiniti. Ce l'ha insegnato uno scrittore che un tempo abbiamo amato. Ci sono giorni, e sono molti, in cui mi pesano le dimensioni della mia serie infinita. Vorrei più numeri di quanti è probabile che ne vivrò, e Dio, voglio più numeri per Augustus Waters di quelli che gli sono stati concessi. MA Gus, amore mio, non riesco a dirti quanto ti sono grata per il nostro piccolo infinito. Non lo cambierei con niente al mondo. Mi hai regalato un per sempre dentro un numero finito, e di questo ti sono grata." 

Credo che questa sia una delle più belle frasi che ci siano all'interno del romanzo. L'ho letta molte volte, e i brividi e le lacrime che mi provoca sono sempre maggiori. Ma non posso lasciarvi senza un pezzetto dell'ultima lettera scritta da Augustus all'autore Peter Van Houten. E qui il mio amore per Augustus è esploso... l'ironia era parte di lui! E lo è stato sempre.

Van Houten,
io sono una persona buona ma uno scrittore di merda. Lei è una persona di merda ma un buon scrittore. Insieme faremmo una grande squadra.
... Cos'altro dire? È così bella. Non ti stanchi mai di guardarla. Non ti preoccupi se è più intelligente di te: lo sai che lo è. È divertente senza essere mai cattiva. Io la amo. Sono così fortunato ad amarla, Van Houten. Non puoi scegliere di essere ferito in questo mondo, vecchio mio, ma hai la possibilità di scegliere da chi farti ferire. A me piacciono le mie scelte. Spero che a lei piacciano le sue.
Mi piacciono, Augustus.
Mi piacciono. 

Recensione "Cercasi Colf. Pagamento metà in contanti, metà in natura"

Avevo proprio bisogno di un romanzo così! Mi serviva un po' di spensieratezza in questo periodo non proprio all'apice della felicità.
Questo romanzo si legge in un battibaleno! Prima di accorgertene sei già arrivata ai ringraziamenti e... cavoli, avrei letto volentieri altre 100 pagine! 
Preparatevi ad avere mal di pancia mentre leggete il libro. Sì, mal di pancia, causato dalle risate incontrollate che la lettura vi provocherà (più di una volta mia madre è venuta a controllare che stessi combinando).
Questo libro è adatto a tutti i lavoratori...e non solo (accentuo il non solo!!).
L'ironia, con la quale le due autrici descrivono l'ambiente lavorativo, le loro inverosimili esperienze, e tutto il mondo che gira attorno alla figura della "Colf" è davvero fantastica! I paragoni (alcuni li ho letti... e riletti... e riletti) fanno crepare dalle risate, e sono certa che le colleghe Colf si rispecchieranno in alcune situazioni.
Una nota super positiva va anche alla copertina che (almeno per la mia opinione personale) ci vuole dire che, una Colf non è un robot, ma una donna!! (il guanto giallo classico ricoperto da gioielli).
Una scrittura scorrevolissima, che non si perde in lamentele nei riguardi dei "padroni" non propriamente sani mentalmente. Ma per capirlo meglio...

Una piccola news nelle recensioni, un angolino dove inserirò qualche citazione, frase o pensiero che mi ha colpito nel romanzo. Spero di poterlo fare per tutti i romanzi ma, conoscendomi, molte volte potrei scordarmi di prendere appunti...

Se chiedi a una colf "Che lavoro fai?", lei ti risponde: "Lavoro come colf, presso la famigli Schiapponi o la signora Birletta". Le colf lavorano. Sono le uniche che lavorano... Lo dice anche la mia amica Augustina (diplomata con lode in fancazzisteria): "Ma dai, aggiornati, è dal cretaceo che non si lavora più"....
Infatti gli australopitechi si occupavano di gestione del sistema difensivo zoologico (scappavano dagli animali) ...
Forse dovrei imparare dall'Alfredo, il mio vicino un po' bruciato, che nel suo biglietto da visita ha stampato: "Responsabile di gestione aree verdi e specie botaniche" (taglia l'erba)...
Bon. Ho deciso. Da oggi non lavoro più come colf.
Ora sono Capo assistente personale all'A.D. (gli stiro le camicie)... Direttore del reparto informatico (porto in discarica i toner usati)
Oh ragazzi questa parte mi ha fatta letteralmente morire!!! Non vi ho scritto tutto altrimenti vi rovinavo la sorpresa :) 

Per non parlare di quello che sta per arrivare ora!! La ginnastica vista dalla colf:
Pulire le piastrelle intorno al water: 250 calorie.
Pulire le piastrelle intorno al water del padrone che ha problemi di mira: 1200 calorie.

Lavare la macchina: 390 calorie.
Lavare la macchina sulla strada perché il giorno prima ti hanno detto di lucidare il garage e tu giustamente non vuoi sporcarlo: 7000 calorie più eventuali escoriazioni. 

Concludo in bellezza con gli "annunci". Qui ne vedrete davvero di tutti i colori! Annunci che, come precisano le autrici, sono stati presi e copiati nel romanzo, senza alcuna modifica!!! E poi morirete nel leggere i commenti fatti dalle autrici sotto. Ve li vorrei scrivere tutti!!! Sono davvero assurdi! 
Cerco colf a 360°.
Una volta si limitavano a un quarto... Sarà la globalizzazione che amplifica tutto.

famiglia di trani cerca colf Esperta nel settore, solo residente a trani, per lavoro settimanale di 2 gg a settimana-14/16 ore- il riordino dev'essere fattocon cura precisione ottimale di tutta la casa incluso stirare. le gg saranno da stabilire probabilmente il mercoledi e sabato. La paga sarà mensile du 180 ero. efettuata ogni 18 del mese. prego inviare cv con foto e SOLO PERSONE COMPETENTI, MEGLI REFERENZIATE! E DI TRANI GRAZIE
D'accordo per i 3 euro... Se t'insegno la grammatica me ne dai 4?

Automunita e pluri-referenziata con elevata esperienza in tutte le mansioni della casa: pulizie interne ed esterne, lavanderia, stiro, cucina, aiuto preparazione e servizio a tavola, tata e accudimento animali. Professionista padre separato con 3 bambini in età scolare, ricerca collaboratrice domestica professionale amante del giardinaggio. Massima serietà, possibilmente non fumatrice, no perditempo. Si offre stanza individuale compresa di tutti i comfort, con bagno esclusivo e vitto.
Ricapitolando lei cerca:
1. colf PLURI-referenziara
2. cuoca
3. cameriera
4. stiratrice
5. tata
6. pet-sitter
7. giardiniera
8. autista
Quindi lei offre una stanza per ognuno degli otto oppure cerca una persona sola con otto stipendi? Ah no... mi sa che ne cerca una così scema che faccia tutti gli otto lavori con uno solo stipendio. Provato con l'ispettore Gadget?
Massima serietà, per carità! 

Mi fermo qui, ma credetemi questo è solo un assaggino di ciò che troverete in questo romanzo! Ve lo consiglio davvero tantissimo! 

martedì 22 luglio 2014

Recensione "Knowledge"

Dopo Reflection, che non mi aveva lasciata per nulla indifferente (recensione) ero impaziente di catapultarmi in questo sequel che si preannunciava imperdibile!

Vi ricordate dov'eravamo rimasti con Reflection? Finalmente, dopo mille imprevisti, insicurezze Rachele e Tommaso (e di conseguenza RL e TM) possono finalmente vivere il loro amore.
Il romanzo riparte non subito, trascorre un po' di tempo, nel quale le nostre protagoniste si godono appieno il loro compagno.
Purtroppo gli imprevisti arrivano senza alcun preavviso e, di punto in bianco, Tommaso e TM si ammalano, entrando in coma.
RL sembra essersi arresa, sta aspettando senza far nulla, mentre Rachele, che nel primo romanzo era la più timida, riservata, preferiva subire; tira fuori gli artigli e decide che pregare non basta più, che ci dev'essere un altro modo. Anche se inizialmente perde un po' le speranze e comincia a lasciarsi andare, una signora sconosciuta le dice che è troppo giovane per soffrire, che questo è tempo di combattere!!
La lampadina nella sua testa si illumina quando sente questa frase
Non c'è altro da fare... non in questo mondo.
Non in questo mondo... ma forse in un altro sì? È questo che si chiede Rachele. E dopo aver sentito l'esito devastante che il medico le dice con voce neutra prende una decisione: attraverserà lo specchio, con la speranza che, nel mondo di RL ci sia un qualcosa in grado di salvare Tommaso e TM.
Questo cambio di ruoli inatteso mi ha fatto molto piacere, abbiamo una Rachele super determinata a non farsi mettere i piedi in testa dalla malattia, e una RL che si era già programmata il suo futuro, certa che TM non ce l'avrebbe fatta, senza nemmeno scervellarsi per trovare una soluzione.
Potete solo immaginare cos'è successo quando Rachele è uscita da uno dei tanti specchi di RL. Quella scena l'ho letta come minimo cinque volte! 
Nonostante siano la stessa identica persona, queste due ragazze (che adoro) non possono essere più diverse! E solo più avanti capiranno che il modo in cui si completano è assolutamente perfetto.
Inizialmente decisa a rispedirla nella sua dimensione RL è al massimo della scontrosità, non le presta la minima attenzione. Dopo averla travestita da Lover, vanno dalla governatrice dei giochi, la più saggia di tutti i Lover che, inaspettatamente le aiuta, dicendo loro dove possono trovare una soluzione.
Da qui parte un viaggio che le segnerà per sempre, un viaggio ricco di tentazione, dolore, difficoltà. È proprio in questo viaggio che la nostra Lover e la nostra Mirror capiranno che da sole non avrebbero risolto nulla, che per riuscire a farcela devono non solo collaborare, ma anche avere totale fiducia l'una dell'altra.
Riusciranno a superare il deserto dei Cuori Aridi? Scalare la Vetta? E non cedere al fascino ultraterreno dei Persuasori?? 
Solo leggendo lo scoprirete, vi emozionerete e vorrete come me, entrare nel libro per aiutarle a realizzare il loro desiderio.
Come insegna il romanzo, da cui prende il nome anche l'ultimo capitolo, la Fede (non in Dio necessariamente) la Fede in generale, non bisogna mai perderla, la sua potenza non è mai da sottovalutar.

Ho amato alla follia questo romanzo, lo stile di Francesca è assolutamente meraviglioso. Descrizioni che fanno venire i brividi, un mondo fantasy che però è tangibile. Personaggi che, anche se presenti per poco, lasciano il segno. 
Un romanzo che non può non essere nella vostra libreria!! 

venerdì 18 luglio 2014

Blog Tour "Il cuore di Koral"

Eccoci a un'altra tappa di questo stupendo blog tour. Io sono innamorata di Koral <3 è bellissima!!!
Link per acquistarlo : AMAZON
Le date...
07/07 - Anteprima del racconto, con cover, link di acquisto e un piccolo estratto - Emozioni in font
12/07 - Curiosità sul racconto - La libreria dei nuovi inizi
18/07 - Chi sono i personaggi? - Le passioni di Brully
28/07 - Book trailer e commento al racconto - Connie Furnari 
01/08 - Intervista all'autrice - Scrivere mi piace
06/08 - Video recensione - L'ora del libro

Le regole...
- Commentare il post
- Cliccare g+
- Condividere su Facebook, Twitter ecc. 
- Iscriversi al blog

I personaggi!!! 
I questo racconto sono presenti pochi personaggi, in quanto si tratta appunto di una narrazione breve. I personaggi principali sono Koral e Xilos. Incontriamo anche Delwor, fedele amico di Xilos e altri due personaggi che compaiono brevemente: Jamila e Lucas.
Veniamo a conoscerli meglio.


Koral è l’ultima principessa del Regno sommerso di Atlantide.
Suo padre, Nereo, le aveva affidato il compito di proteggere un oggetto dai poteri straordinari: La Pietra di Pnévma.
La pietra era stata creata dagli dei per mostrare agli uomini, la grandezza della loro magia. Eppure questi ultimi,  avevano trovato il modo di strapparla agli dei e al mare e di usarla, traendone benefici personali. 
La furia del mare non tardò e risucchiò il Regno di Atlantide nelle profondità degli abissi e con esso, i suoi abitanti.
Affinché le sue figlie sopravvivessero nel nuovo mondo sommerso, Nereo donò a loro delle code. E le sue figlie divennero così delle sirene.
Il sovrano degli abissi, decise di affidare a Koral, il compito di custodire la pietra, perché era l’unica tra le sue figlie ad essere incorruttibile al fascino degli uomini.
Il cuore della fanciulla era stato spezzato da un marinaio e così, lei promise a se stessa che non avrebbe amato mai più e che avrebbe per sempre detestato il genere umano.
Divenne così una furia del mare, una creature spietata e portatrice di morte.
Nel cuore covava vendetta, dolore, solitudine.
Quando le sue sorelle si estinsero e divennero spuma di mare, lei sopravvisse, alimentata dal potere della pietra. Essa le aveva donato l’immortalità. Ma c’era qualcosa che Koral non sapeva. Qualcosa legata al suo cuore.
Ovviamente, lo scoprirete leggendo il racconto.


Xilos è un Khyndhi, uno stregone mutaforma. Ha girato il mondo nel tentativo di trovare la pietra e usarla.
Durante una faida tra stregoni, ha perso suo padre e anche lui è mosso da vendetta e dolore.
Xilos è egoista, prepotente, determinato. Tutto ruota attorno al suo scopo.
Ma accadrà qualcosa che lo scuoterà nel profondo. Il ritrovamento di Pnévma cambierà il corso della sua vita.
Una curiosità su Xilos: in questo racconto non è particolarmente caratterizzato, in quanto si tratta di un “personaggio bozza”. Xilos infatti, sarà presente in un altro scritto, un romanzo Mistery – Paranormal, che l’autrice scriverà appena avrà terminato i sue in stesura. 


Delwor è il classico compagno di avventure.  È un negromante.
È grande amico e consigliere di Xilos. Gli è sempre stato fedele e lo sarà anche quando Jamila e Lucas gli giocheranno un  brutto tiro. Delwor ha abbracciato il dolore di Xilos, quando suo padre venne brutalmente ucciso da uno sciamano. Da allora ha promesso a se stesso che avrebbe protetto il ragazzo.


Personaggi del tutto marginali, stregoni minori dai limitati poteri. Jamila comparirà solo in questo racconto, mentre Lucas, avrà un piccolo ruolo nello stesso romanzo anticipato prima.

venerdì 4 luglio 2014

Blog Tour + giveaway Speciale saga "Petra Regia e la ricerca di Aran" di Annarita Pizzo

Come sempre per me è un onore ospitare tappe per i blog tour! Anche se il tempo libero ultimamente è davvero poco, ce la metto tutta per non deludere nessuno.
Cliccate QUI per l'evento su Facebook!!
Cominciamo presentandovi il romanzo...

Titolo: Petra Regia e la ricerca di Aran
Autore: Annarita Pizzo
Genere: Fantasy
Illustratrice: Consuelo Baviera
Pagine: 224
Prezzo: Cartaceo €19,90
In Petra Regia e la ricerca di Aran continua la saga della famiglia Artigon per il possesso del cristallo, fonte di tutta la magia. anche in questo secondo volume, come in Enelsin Artigon e la Pietra Regia che da' il via alla storia, non mancheranno i colpi di scena che porteranno il lettore a vivere fantastiche avventure insieme ai protagonisti del libro. Ancora una volta sarà la magia a guidare Adrian, il Custode insieme ai suoi più cari amici, nella ricerca della sua fedele amica, la Lumerpa, imprigionata dal Perfidus che, per nulla sconfitto come poteva apparentemente sembrare alla fine del primo volume, ritroverà il suo malvagio potere. Lo scontro sarà acerrimo, qualcuno perderà o sembrerà soccombere, alcuni lasceranno la battaglia, altri ancora ritorneranno a credere, ma alla fine... Per tutti gli amanti del fantasy e non solo!  
Il Blog Tour si suddividerà in 12 Tappe, che verranno pubblicate in 12 blog. In ognuna di esse troverete una piccola intervista fatta all'autrice, l'anteprima del libro, il booktrailer e un piccolo estratto della storia. Iniziamo subito segnalandovi i blog che partecipano a questa iniziativa e le regole da seguire per partecipare all'estrazione finale:
1 Luglio My Secret Diary: http://themydiarysecret.blogspot.it/2014/07/petra-regia-e-la-ricerca-di-aran-blog.html#more - Inizio Blogtur 4 Luglio Le Passioni Di Brully: http://lepassionidibrully.blogspot.it/ - 2° Tappa 8 Luglio Bookmarks are reader's best friends: http://bookmarksarereadersbestfriends.blogspot.it/ - 3° Tappa 11 Luglio Giovanna Profilio Scrittrice: http://giovannaprofilioscrittrice.blogspot.it/ - 4° Tappa 15 Luglio Libri e Pop Corn: http://libriepopcorn.blogspot.com/ - 5° Tappa 18 Luglio Atelier di una Lettrice Compulsiva: http://atelierdiunalettricecompulsiva.blogspot.com/ - 6° Tappa 22 Luglio La Bottega Dei Libri incantati: http://labottegadeilibriincantati.blogspot.it/ - 7° Tappa 25 Luglio Scrivo Leggo: http://scrivoleggo.blogspot.it/ - 8° Tappa 29 Luglio Patrizia Ines Roggero: http://patriziainesroggero.beepworld.it/ - 9° Tappa 1 Agosto Emozioni di una Musa: http://emozionidiunamusa.blogspot.it/ -10° Tappa 5 Agosto La Libreria Dei nuovi inizi: http://lalibreriadeinuoviinizi.blogspot.it/ - 11° Tappa 8 Agosto Books Serendipity: http://books-serendipity.blogspot.it/ - 12° Tappa 12 Agosto Letture Sognanti: http://www.letturesognanti.blogspot.it/ - 13° Tappa 14 Agosto My Secret Diary: http://themydiarysecret.blogspot.it/ - Estrazione Finale
REGOLE DI PARTECIPAZIONE
1. Diventare follower in tutti i blog che parteciperanno al blogtur 2. Condividere il Booktrailer e l'iniziativa sui social a cui sei iscritto 3. Rispondere Alla Domanda Che Vi Verra Fatta Alla fine Del Post nei diversi blog 4. Mettere mi piace alla Pagina Facebook del libro: https://www.facebook.com/pages/Petra-Regia-e-la-ricerca-di-Aran/521904767907011?fref=ts 5. Mettere mi piace alla Pagina Facebook della grafica che ha curato la copertina: https://www.facebook.com/ConsueloBavieraDigitalArt?fref=ts 6. Mettere mi piace alla Pagina Facebook della grafica che ha curato il banner dell'evento: https://www.facebook.com/redvelvetgraphics1?fref=ts

Le mie domande... e le risposte dell'autrice!
1 - Quando scrivi, ti preoccupi del giudizio delle altre persone o è un problema secondario?
1 - Scrivo per passione, per comunicare e "dare vita" alle storie e ai racconti che popolano la mia anima e, sebbene sia molto timida, stranamente il giudizio degli altri non mi preoccupa se non quando è costruttivo e mi serve per migliorare.
2 - Ci sono stati momenti in cui rischiavi di scrivere cose che avevi letto in altri libri?
2 - Questo non mi è mai capitato, almeno a livello conscio. Ho letto molto e sicuramente ho assimilato dagli altri libri, tuttavia non mi sono mai dovuta porre questa domanda. Di solito i romanzi e i racconti nascono prima di essere scritti al computer.
3 - Da dove trai l'ispirazione per scrivere i tuoi romanzi?
3 - Beh l'ispirazione certo non mi manca, fin da piccola ho sempre avuto una fervida fantasia con cui creavo mondi e personaggi. Credo che sia dentro di me e mi viene naturale. 
4 - Oltre alla saga di "Petra Regia" hai scritto altri racconti?
4 - Sì, alcuni ritrovabili sul web come "L'Orco Lussel", "L'angioletto Nuvolino", "Magie di Natale", altri stampati su Antologie come il drabble "Il Bimbo", "Jane Eyre", o i racconti "Il manifesto funebre" e "Maga Magilina"    
Booktrailer...
E per finire... una citazione imperdibile! 
Ringrazio l'autrice per le risposte e aspetto i vostri commenti! Un abbraccio!! 

giovedì 3 luglio 2014

"Perché tu" di Ella Gai

Dopo la trilogia de "I colori dell'anima" ecco che Ella Gai torna con una nuova avventura, sempre nell'insegna del romanticismo.

Titolo: Perché tu
Autrice: Ella Gai
Genere: Conteporary romance
Pagine: 183
Prezzo: Ebook €2,94
Link acquisto: Amazon - Kobo
Esiste il destino? Esistono le coincidenze? Esiste il fato? Può un mancato incidente stradale cambiare per sempre la vita di due persone? Questo è quello che accade ad Anna e Andrea. Lei, una ragazza di vent'anni, studentessa e giocatrice di pallavolo. Lui, un uomo di quaranta, imprenditore di successo, e playboy incallito. Appena si conoscono si odiano, si disprezzano, si offendono tanto da soprannominarsi: ragazzina e vecchio.
Ma può quello stesso destino essere beffardo e farli incontrare una seconda e una terza volta? Sono loro gli artefici del proprio futuro, oppure tutto è già scritto? Sarà grazie a queste coincidenze che le loro vite cambieranno per sempre. E quel sentimento di odio e di disprezzo che provano l'uno per l'altra si trasformerà in fiducia, rispetto, e forse anche in amore.
 Che ve ne pare? Io sono molto curiosa. Adoro le storie che iniziano con odio <3
- Blog dell'autrice