mercoledì 19 novembre 2014

Recensione "Ogni tuo desiderio è un ordine, bastardo"

Se non avete mai letto qualcosa di questa autrice vi consiglio di rimediare all'istante! Crea decisamente dipendenza, giuro! Talmente tanta che leggerei persino un saggio, se lo scrivesse. Victory Storm è una di quelle rare autrici che riesce a prenderti e non ti molla più, e quando termini (sempre troppo presto) un suo romanzo, cerchi come una matta se per caso ci sono altri racconti o altre storie che magari ti sono sfuggite! A me ne mancano 2 e posso assicurarvi che non mi serve né trama né qualsiasi altra cosa, perché so per certo che li amerò! 
Torniamo al romanzo... e la prima cosa che vi dico è di prepararvi: l'uragano Olivia travolgerà ogni cosa e non avrete scampo nemmeno volendo! 
Chi è Olivia? È una ragazza... ambiziosa! Lei ha un sogno e non ci vuole rinunciare per niente al mondo. Vuole diventare una Event Manager. Per lei organizzare eventi è l'unica cosa che veramente la renderebbe felice. Il fatto di inseguire questo suo sogno con le unghie e con i denti non va molto a genio ai suoi genitori, che preferirebbero vederla sistemata come Candice, la sorella minore che lavora come cameriera in una ricca famiglia negli Hamptons! 
Il romanzo inizia col botto! 
«La smetti di prendermi in giro!» si offese Candice imbronciando il labbro inferiore come faceva da
bambina.
«Scusa, Canny… Ma ti sei vista? Sembri uscita da un filmino porno fetish di serie B» esclamai scossa dalle risate di fronte all’uniforme di mia sorella. 
«E meno male che lavori per l’importante famiglia Pierson a capo della Pierson Global Corporation! E niente meno che nei favolosi Hamptons! Pensa se invece andavi a fare la cameriera dentro un fast food».
Voi non potete capire come, con solo queste poche righe io abbia già iniziato ad adorare la protagonista.
Olivia, va a trovare la sorella per festeggiare il compleanno. Solo che noi sappiamo bene che ormai al destino piace essere perfido nei nostri confronti. Infatti a Candice capita un incidente che la costringerà a tenere un gesso per un mese! Per non perdere il lavoro supplica Olivia di sostituirla (mirando anche alle sue armi da sorellina minore indifesa). 
A questo punto vi starete chiedendo: cosa volete che sia un mese di lavoro? 
Solo che non sapete che la stessa sera dell'incidente di Candice, Olivia ha avuto un curioso incontro con uno stronzo! Mmm forse curioso non è il termine giusto... Vi basti sapere che il misterioso tipo in questione oltre ad aver ricevuto una botta ai suoi gioiellini, ha anche dovuto buttare una camicia di seta da soli mille dollari. Non voglio rovinarvi la scena con ulteriori dettagli.
Ah sì... non vi ho detto che lo stronzo non è altro che il figlio dei proprietari della villa dove dovrà lavorare Olivia! Devon (ecco il nome del misterioso ragazzo) riuscirà a trasformarlo nel mese più lungo della sua vita! 
Ma non temete, anche Olivia ha molti assi nella manica! 
Impazzirete letteralmente leggendo, anzi divorando queste poche pagine (per me erano troppo poche... quando lo finirete non potrete non concordare con me!)
Lo stile dell'autrice come sempre è affascinante e trasporta con una naturalezza disarmante! Ovviamente potranno suonare al vostro campanello i membri del centro di sanità mentale, quando riderete come delle pazze, ma è tutto regolare! 
Un consiglio: iniziatelo di giorno e non di sera come me, altrimenti vi ritroverete alle cinque del mattino a lottare con le mani per potervi fermare! 
Come sempre anche qui mi devo bloccare perché non voglio assolutamente togliervi nulla riguardo a questo fantastico Romance! Voglio davvero che ve lo gustiate al 100%!!!
Spero che il signor Devon Pierson gradisca la scelta della targhetta dorata qui sopra! Ihihihi. A parte gli scherzi. Ho amato Devon! Lui e Olivia sono una bomba insieme. A prescindere dalla bellezza, ho proprio amato il suo carattere e il suo modo di fare (anche se molte volte anche io gli avrei tirato una ginocchiata lì). Ogni volta che leggevo nel romanzo le parti in cui lui urlava arrabbiatissimo il nome di Olivia, mi sbellicavo dalle risate, in attesa di sapere cosa sarebbe successo! 
Vi posso assicurare che non vi annoierete un solo secondo! 

Che dire Victory? Hai fatto centro anche questa volta! Avevo dubbi? Nemmeno uno! 

2 commenti: