giovedì 21 agosto 2014

Recensione "Per noi sarà sempre estate"

Siamo giunti alla conclusione di questa trilogia. Devo dire che è stato un percorso in salita, in quanto quest'ultimo libro mi è piaciuto molto più degli altri. Anche questo si legge molto in fretta, mi piace lo stile semplice dell'autrice, a parte qualche ripetizioni che si trova ogni tanto nel romanzo, ma non ci ho fatto molto caso.
 
Com'era andata a finire nel capitolo precedente? Secondo me male, perché appunto Isabel e Conrad hanno chiuso definitivamente. Quello che non mi aspettavo era che Isabel stesse con Jeremiah.
Quando il romanzo inizia sono passati già due anni, due anni in cui loro sono stati sempre insieme, andando alla stessa università addirittura.
Belly è felicissima. Ama Jeremiah e non desidera altro. 
Ma la felicità poteva durare? Ma figuriamoci, arriva una stilettata che va a finire dritta sul cuore di Isabel: Jeremiah, il ragazzo che abbiamo conosciuto come perfetto e incapace di ferire qualcuno, la tradisce! Belly ovviamente lo scopre per caso, e la conferma da parte di lui la uccide dentro.
Ammetto di non essere stata affatto dispiaciuta eh? Ho subito pensato "Evvai, Conrad ora hai la strada libera!".
Quello che personalmente mi ha fatta arrabbiare è stato il fatto che, dopo soli due giorni nei quali lei ovviamente soffre, decide di parlare con Jeremiah che, le chiede di sposarla. E lei accetta! 
Credo di essermi arrabbiata perché sono Team Conrad... mmm mi sa di sì.
E comunque mi ha dato fastidio perché dopo due anni una cosa del genere non può essere facilmente perdonabile, ecco. Forse ritentare, ma addirittura sposarsi? 
E questa volta, nel romanzo, non abbiamo più il punto di vista di Jeremiah, ma quello di Conrad! Cosa che, ovviamente, non ha potuto che farmi piacere! Finalmente ho potuto capire qualcosa di più su di lui (anche se è ancora troppo poco, l'autrice l'ha un po' tralasciato questo personaggio, avrei gradito decisamente qualche parte in più dove ci fosse lui, che i discorsi con Belly non durassero una paginetta, ma fossero più lunghi). 
Io però non voglio dirvi altro, perché dovete godervi "Per noi sarà sempre estate" al 100%. 
Dopo tre romanzi rimango in assoluto convinta della mia prima scelta! Conrad. Leggendo i pochi capitoli nei quali era lui che parlava, ho capito tutto! Tutti i perché e le domande hanno avuto risposta! Conrad il mio cuore è tuo! 
Anche qui ne ho solamente una, ma è scritta da Conrad, quindi leggete bene <3
"Quando hai capito di esserti innamorato di lei" 
Non avevo una risposta a quella domanda. Non c'era stato un momento specifico. Era stato come svegliarsi gradualmente. Si passa dall'essere addormentati a quello spazio tra il sogno e la veglia, e poi si diventa coscienti. È un processo lento, ma quando sei sveglio, è impossibile sbagliarsi. Era impossibile che il mio non fosse stato amore. 

Nessun commento:

Posta un commento