venerdì 8 agosto 2014

Recensione "A cena col vampiro"

Era davvero da un bel po' di tempo che volevo leggere questo romanzo. Prima di tutto per la copertina meravigliosa che mi ha subito incantata, poi perché ne sentivo parlare davvero dappertutto. L'occasione per averlo è capitata durante uno scambio libri nel blog di Anita Book. Non potevo certo dire di no! E finalmente oggi ho terminato i due capitoli che mi mancavano ieri.
Ero titubante, perché avevo paura di essermi stancata dei vampiri (ho fatto un po' indigestione in passato) e quindi ero parecchio restia a iniziarlo.
Per fortuna finito il primo capitolo ho sorriso: finalmente una storia diversa dal solito!
Perché diversa dal solito? (ora io mi baso sulle mie precedenti letture, come sempre!) Perché in questo romanzo alla protagonista viene praticamente spiattellata la verità in faccia fin da subito! Mi spiego meglio: lei è a Trafalgar Square ad aspettare degli amici, per andare in giro, quando praticamente assiste ad un massacro: 30 persone uccise da altrettante.
Inizialmente i vampiri non si accorgono di lei, ma a Violet sfugge una parolina che, sebbene sussurrata, non può sfuggire all'udito di queste creature: "Bastardo" (rivolto al "capo" del gruppo).
Invece che ucciderla, Kaspar (il vampiro a cui era rivolto il piacevole complimento) decide di rapirla e portarla a palazzo (sì perché lui è il principe).
Quindi ecco una cosa che ho amato moltissimo! Lei sa tutto fin da subito, non è ignara fino a metà del libro, quando poi qualcuno decide di svelarle la verità. Un ottimo inizio che tiene incollatissimi alle pagine.
Altra caratteristica il principe stronzo, che non nasconde la sua natura e che si nutre di lei, senza sensi di colpa! Perché quella è la sua natura, punto! non si può cambiare l'esistenza di un predatore.
Abbiamo lo stesso chi è più gentile, Fabian un amico di Kaspar, che fin da subito si dimostra paziente e comprensivo, cercando di far sentire Violet a suo agio (la prigionia di Violet non ha fine a meno che lei non scelga di trasformarsi, cosa non facile).
Ma Violet non cede, crede fermamente nelle sue convinzioni, non si lascerà abbindolare da loro, sperando che il padre venga a salvarla.
E qui, la protagonista non è una fragile umana, ma un'umana con gli attributi! Non teme di far sentire la sua voce in un branco di succhiasangue, piange quando è esasperata, ma non crolla mai, non si lascia mai andare! La stimo profondamente!
Se sperate di vedere un Kaspar dolce e tenero non sarete soddisfatte del tutto! Ci sarà qualche lieve bagliore, ma non nasconderà mai la sua natura!
Parlando della parte narrativa, la trovo (per essere stata scritta da una ragazza di 17 anni) davvero stupenda! Scorrevole, fresca, senza tanti paroloni complicati! Tanti giudicano la "corposità" lessicale senza prima andare a informarsi su chi l'abbia scritto! Io sinceramente trovo che abbia fatto un lavoro impeccabile per la sua età e che tanti autori anche più grandi non siano in grado di scrivere così bene!
L'ho letteralmente divorato! non mi sono mai annoiata! I personaggi mi sono piaciuti tutti quanti.
Unica pecca forse, ho compreso male un pezzettino del romanzo (per chi ha letto il libro mi riferisco al secondo sogno importante che fa Violet) forse ero stanca io, ma mi sono confusa parecchio.
Altra cosa che non ho detto prima, il fatto che il libro è scritto dal punto di vista di Violet e, ogni tanto, si trova un capitolo scritto dal punto di vista di Kaspar, cosa che mi ha fatto particolarmente piacere.
Sicuramente la mia risposta sarà ovvia... parecchio ovvia, ma ragazzi! Amo Kaspar! Non c'è nulla da fare. Se dovessi definirlo è uno stronzo con alcuni modi regali. Lo capirete nella storia! All'inizio lo disprezzavo da matti (soprattutto in alcuni momenti del romanzo) e mi ero avvicinata al dolcissimo Fabian. Però poi mi ha conquistata, lo dice pure lui nel romanzo "Nessuna mi resiste".

Ero così presa dalla lettura da riuscire a salvarmi nelle note solo un pezzetto!

"Devi imparare una cosa su Kaspar: quando non lo vuoi intorno, stai sicura che ti tormenterà finché non ti arrendi. E quando invece vuoi che stia con te, lui non si farà vedere. E non puoi farci niente".

2 commenti:

  1. Bella recensione non ho letto questo libro, anche se ne ho sentito parlare, con una recensione cosi mi vien voglia di prenderlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È davvero stupendo!!! Se lo leggi poi fammi sapere!!!

      Elimina