lunedì 18 agosto 2014

Recensione "Autumn Rose"

Anche qui ho una piccola premessa: quando ho scoperto che Autumn Rose non parlava di Violet e Kaspar ci sono un po' rimasta male. Scorrendo i capitoli ho letto Autumn e Fallon, e ammetto un po' mi sono spaventata. Avevo paura non mi piacesse, mi ero totalmente innamorata del primo romanzo che ho iniziato con un po' di timori... e anche nostalgia: non ne avevo abbastanza di Violet e Kaspar, volevo saperne di più, leggerne di più (spero davvero di averne l'opportunità).

In questo secondo capitolo conosceremo Autumn Rose e Fallon (principe, e secondo erede al trono degli Athenea).
Differentemente da "A cena col vampiro" la nostra protagonista non è umana, ma la duchessa di Inghilterra, seconda solo ai reali. Anche lei è una Sage (come tutte le creature paranormali di questa dimensione... la prima). Altra due "differenze" (che ho sprezzato molto) sono i caratteri dei protagonisti, diversamente dal primo Autumn non è molto combattiva inizialmente, anzi direi proprio che inizia alla fine del romanzo. Acquisisce man mano sicurezza in sé, mentre Violet sapeva ciò che voleva e non voleva fare, è stata una dura fin da subito. Anche tra Kaspar e Fallon c'è un abisso. Per riassumere: Fallon il classico principe azzurro, dolce, a volte arrabbiato, ma che farebbe di tutto per colei che ama; Kaspar... stronzo con qualche sprazzo di bontà (raramente lo vediamo buono).
Dopo la morte della nonna, Autumn va a vivere coi suoi genitori, estraniandosi dal suo ruolo in società. Lavora e va in una scuola di umani, della quale è protettrice.
Di tutte le nove dimensioni, solo nella seconda (quella dei vampiri) gli umani non sanno della loro esistenza. Nella prima dimensione però, questi ultimi hanno timore dei Sage, perché tempo prima uno di loro, usando incautamente la magia, ha ucciso un umano.
I Sage sono particolari, hanno metà corpo, la metà destra, ricoperta di cicatrici colorate. Se ne vedete uno che le ha grigie allora parliamo di Extermino, la parte cattiva dei Sage.
Un giorno nella scuola dove si trova Violet arriva una (s)piacevole sorpresa: Fallon, il principe.
Mentre tutte nella scuola gli muoiono dietro, lei viene invasa da una rabbia cieca! Gli Athenea sono a conoscenza del colpevole della morte della nonna, ma nessuno è intenzionato a dirle nulla.
Inizia così una sorta di sfida per il principe Fallon, cercare di "riportare indietro" Autumn, facendole tornare la fiducia in sé stessa e la voglia di tornare al suo posto. L'amore che prova Fallon si intuisce dopo un po', mentre Autumn è molto confusa tra ciò che sente e ciò che la testa le impone di sentire.
A peggiorare il tutto gli Extermino, che hanno trasformato un suo collega e amico di lavoro (sono curiosa di scoprirne di più) con l'obbiettivo di eliminare le Eroine, così da avere il dominio su tutti!
Le difficoltà e i colpi di scena non mancheranno, Autumn sarà messa a dura, durissima prova.
Verso la fine del romanzo abbiamo un collegamento col primo, dove vediamo Violet, Kaspar e tutti gli altri che si trasferiscono ad Athenea per l'inverno.
Questa parte è stata come una morsa allo stomaco appena ho letto di Violet. Me l'aspettavo bellissima e immortale, potente, come prima insomma...solo in modo amplificato. Purtroppo non tutto va come speriamo. Ma vi consiglio di leggere, non dico altro.
Come termina il romanzo? Alla grande diciamo, si scopre in che dimensione si trova la terza Eroina... e ora? Ora non aspetto altro che l'uscita del prossimo romanzo!
Qui è dura... davvero dura. Fallon è fantastico, dolce, premuroso però non mi fa palpitare. Capite che intendo no? Non è come Kaspar, provocatorio, irraggiungibile... però se dovessi scegliere un Boyfrind in questo libro sicuramente sarebbe lui!
In questo primo pezzetto sono descritte brevemente le 9 dimensioni, me lo sono segnato perché l'ho trovata una cosa molto interessante. Ve la metto sotto forma di lista.
1° dimensione - Regno dei Sage 
2° dimensione - Vampiri 
3° dimensione - Dannati
4° dimensione - Mutaforma
5° dimensione - Creature alate
6° dimensione - Elven Fae 
7° dimensione - Lupi 
8° dimensione - Maengu (creature acquatiche)
9° dimensione - Fenici

E un piccolo scambio di battute tra Fallon e Autumn che mi ha fatto morire da ridere.
Fallon - I vampiri non sono granché nelle pubbliche relazioni, eh?
Autumn - Per una volta, almeno non guardano noi.
Fallon - Urrà, niente più paparazzi a speculare sulla nostra vita sessuale! Solo un bel carico di vampiri a invadere casa! Non vengono ad Athenea da decenni, perché proprio adesso?
Autumn - Non hai avuto alcun problema con i vampiri lo scorso fine settimana
Fallon - Perché erano otto ed eravamo nel loro territorio. Stavolta invece sono trecento e a casa nostra! 
Autumn - Almeno Violet Lee non è una stronza arrogante come molti di loro.
Fallon - Tuttavia, non sappiamo se la trasformazione l'abbia cambiata. Dopotutto, è legata dal destino alla più grande testa di cazzo della terra.

2 commenti:

  1. ahahahah bellissima la citazione :'D
    Non so se lo leggerò..i primi due non mi sono piaciuti granché, ma sono molto curiosa di saperne di più sulle altre dimensioni :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me i primi due sono piaciuti moltissimo!!! Ancora di più di questo. Anche io sono impaziente di saperne di più riguardo le altre dimensioni!

      Elimina