giovedì 24 luglio 2014

Recensione "Colpa delle stelle"

Dite che litri e litri di lacrime possono bastare per far capire cosa mi ha trasmesso questo romanzo? Che non sarò mai più la stessa persona da quando ho letto le ultime parole dell'ultimo capitolo?
Forse no, ma sicuramente chi ha letto Colpa delle stelle sa che cosa provo.
Mi ero avvicinata al romanzo perché volevo andare a vedere il film, nel quale c'è l'attrice che ha interpretato Tris su Divergent.
Poi al mio compleanno ho visto la nuova versione del romanzo e me la sono fatta regalare, con l'intento iniziale di leggerlo in vacanza. Purtroppo non avevo messo in conto il potere di questo romanzo. Continuavo a puntare gli occhi su di lui, che nel frattempo se ne stava lì in bella vista nella libreria. Dopo una settimana ho detto "Okay, ti leggo!".
Citanto una frase che troverete all'interno...
Mi sono innamorata (del romanzo) come ci si addormenta: piano piano, e poi tutto in una volta
Perché Colpa delle stelle non si può non amare, non si può non amare Hazel Grace e Augustus!!
John Green è riuscito a parlare di un argomento per nulla leggero con un velo di ironia (a tratti) che è semplicemente sublime.
Avevo paura fosse "pesante", invece fin dalla prima pagina ho capito che mi ero sbagliata. Hazel, è lei la voce narrante, a 13 anni le avevano diagnosticato un cancro alla tiroide in fase IV e tumori ai polmoni, che poi si riempirono d'acqua. Grazie a una cura sperimentale che miracolosamente funziona, ora Hazel vive attaccata a una bombola di ossigeno.
Di lei mi è piaciuto moltissimo il modo che ha di parlare della malattia, l'ironia che usa non solo con lei, ma anche con gli altri (Gus, Isaac).
Sua madre, al contrario, è convinta che soffra di depressione (dato che non esce, guarda sempre la TV e legge sempre lo stesso libro "Un'imperiale afflizione")
NOTA: in questo romanzo si parla così tanto di questo romanzo che mi è venuta una stramaledetta voglia di leggerlo!
Hazel va anche (di certo non volentieri) a un gruppo di supporto, che si rivela noioso fino a quando non incontra Augustus Waters (Gus). Lui è un sopravvissuto, è l'ottimismo! Risveglia Hazel, la fa vivere, anche se lei preferirebbe ridurre le amicizie al massimo perché si considera una granata, che potrebbe esplodere in qualsiasi momento, devastando le persone che ama.
La storia di Gus e Hazel ti entra nel cuore piano piano, te ne accorgi solo alla fine, quando ti risvegli e cerchi di tornare alla realtà, invano.
Come in "Un'imperiale afflizione" non sapremo mai cos'è successo a Hazel o a sua madre o a Isaac. E diavolo se vorrei saperne di più!!
Vorrei davvero scrivere di più, ma mi è impossibile esprimere quello che sento, la gamma infinita di emozioni che due personaggi così mi hanno fatto provare!
Io vorrei veramente che tutti avessero nella loro libreria questo libro! Perché è... semplicemente perfetto!
Questo romanzo sarebbe da citare tutto!! Ogni paragrafo contiene una frase, un pensiero che ho fatto mio, e lo conserverò sempre nel cuore....

"Sono innamorato di te, e non sono il tipo da negare a me stesso il semplice piacere di dire cose vere. Sono innamorato di te, e so che l'amore non è che un grido nel vuoto, e che l'oblio è inevitabile, e che siamo tutti dannati e che verrà un giorno in cui tutti i nostri sforzi saranno ridotti in polvere, e so che il sole inghiottirà l'unica trra che avremo mai, e sono innamorato di te."

"Sarebbe un privilegio ritrovarmi il cuore spezzato da te."

"Non posso parlare della nostra storia d'amore, quindi vi parlerò di matematica. Non sono un matematico, ma una cosa la so: ci sono infiniti numeri tra 0 e 1. C'è 0.1 e 0.12 e 0.112 e una lista infinita di altri numeri. Naturalmente c'è una serie infinita di numeri ancora più grande tra 0 e 2, o tra 0 e un milione. Alcuni infiniti sono più grandi di altri infiniti. Ce l'ha insegnato uno scrittore che un tempo abbiamo amato. Ci sono giorni, e sono molti, in cui mi pesano le dimensioni della mia serie infinita. Vorrei più numeri di quanti è probabile che ne vivrò, e Dio, voglio più numeri per Augustus Waters di quelli che gli sono stati concessi. MA Gus, amore mio, non riesco a dirti quanto ti sono grata per il nostro piccolo infinito. Non lo cambierei con niente al mondo. Mi hai regalato un per sempre dentro un numero finito, e di questo ti sono grata." 

Credo che questa sia una delle più belle frasi che ci siano all'interno del romanzo. L'ho letta molte volte, e i brividi e le lacrime che mi provoca sono sempre maggiori. Ma non posso lasciarvi senza un pezzetto dell'ultima lettera scritta da Augustus all'autore Peter Van Houten. E qui il mio amore per Augustus è esploso... l'ironia era parte di lui! E lo è stato sempre.

Van Houten,
io sono una persona buona ma uno scrittore di merda. Lei è una persona di merda ma un buon scrittore. Insieme faremmo una grande squadra.
... Cos'altro dire? È così bella. Non ti stanchi mai di guardarla. Non ti preoccupi se è più intelligente di te: lo sai che lo è. È divertente senza essere mai cattiva. Io la amo. Sono così fortunato ad amarla, Van Houten. Non puoi scegliere di essere ferito in questo mondo, vecchio mio, ma hai la possibilità di scegliere da chi farti ferire. A me piacciono le mie scelte. Spero che a lei piacciano le sue.
Mi piacciono, Augustus.
Mi piacciono. 

10 commenti:

  1. concordo perfettamente con ogni tua parola :3

    RispondiElimina
  2. Quelle frasi *--* me le ricordo perfettamente ^--^

    RispondiElimina
  3. :D Missione personale, riuscire a leggerlo prima che finisca luglio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ce la farai di sicuro :) e poi voglio il commento :)

      Elimina
  4. Non mi stanco mai di rileggerlo e andare vedere le recensioni...semplicemente favoloso...bellissima recensione e le citazioni...che dire, mi hai fatto piangere di nuovo!!!
    Anch'io vorrei leggere un'imperiale afflizione, quanto vorrei che esistesse!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A chi lo dici! Ne parlano così tanto che pensi "Come ha fatto a sfuggirmi questo romanzo?" :) Io lo rileggerò sicuramente!!! Come hai detto tu non credo mi stancherei!!! Grazie per i complimenti <3

      Elimina
  5. Risposte
    1. Troppo davvero! Mi è entrato nel cuore. L'autore poi è bravissimo a scrivere! Riesce a toccarti il cuore.

      Elimina