sabato 30 novembre 2013

Choice and Meaning #10

Ciao a tutti ed eccoci al decimo appuntamento con la rubrica
Oggi per la prima volta da quando è partita questa rubrica ospitiamo un autore! Non vorrei si pensasse che sono femminista! Ho avuto il piacere e l'onore di conoscere Corrado Spelli grazie alla casa editrice Newton Compton. È stato il primo romanzo che mi hanno mandato dopo la conferma della nostra collaborazione. Mi avevano dato l'opportunità di recensire un romanzo a mia scelta e io,  La stanza del dipinto maledetto. Appena l'ho visto ho sentito che sarebbe stato un romanzo che non si poteva non leggere. Poi quando ho visto che era il primo romanzo che l'autore pubblicava con la casa editrice ho deciso di optare per quello per fare in modo (nel mio piccolo ovviamente) di farlo conoscere un po' di più!
dopo svariate selezioni, ho scelto
Sono felicissima abbia accettato di essere qui a parlarci del suo romanzo. Anche perché è la prima volta che ospito un autore che ha pubblicato con una casa editrice, quindi sicuramente non ha la stessa libertà di un autore che decide di auto pubblicarsi!
Ciao Miriam, il titolo è talmente importante che, spesso, uno scrittore ci pensa ancor prima di scrivere la prima riga del romanzo. E’ un po’ come il giovane musicista che, quando ancora non ha composto nemmeno una canzone, pensa già al nome della band che fonderà. E’ ovvio che avessi in mente un titolo (e altri di scorta) per il mio romanzo, ma quando sono entrato in una grande casa editrice mi sono subito reso conto che il mio mestiere è quello di scrivere, non quello di fare l’uomo marketing, il grafico, il copywriter, l’ufficio stampa, il webmaster... Una casa editrice come la Newton Compton in tutti questi ruoli ha persone esperte e capaci, con cui dialoghi e ti confronti continuamente e che ti sanno consigliare al meglio. Pensa che avevo presentato il mio romanzo con il titolo “Ho scelto te”, subito bocciato come troppo in “stile Moccia”, giustamente.
Lo stesso discorso vale per la copertina, anche qui bisogna affidarsi al lavoro di chi lo fa di mestiere e conosce segreti e trucchi perché quell’immagine risalti in mezzo alle decine di altre sugli scaffali di una libreria. Tutto ciò è difficile, almeno all’inizio, quando hai le tue idee ben radicate in testa e fatichi ad accettare altre proposte, poi ti rendi conto che è meglio così, che tu devi dedicarti alla scrittura e per il resto devi affidarti a mani esperte.
Personalmente l’avevo immaginata tutta nera con un volto (preso da un dipinto) che si intravedeva appena.

Choice and Meaning #11

Ciao a tutti! Anche se con qualche giorno di ritardo, eccovi l'undicesimo appuntamento con la rubrica

L'ospite di oggi è Diletta Brizzi! Autrice, insieme a Yvan Argeadi del romanzo Take Me Into Your Hell! Del quale farò la recensione a breve!!! Perché c'è una novità pazzesca: Il 10 Gennaio uscirà il primo volume della
rivista Brully's Magazine!! Da non perdere assolutamente!
Ora dedichiamoci a Diletta! La cover dal mio punto di vista è impressionante e stupenda! Anche questo romanzo etra nella categoria dei romanzi che comprerei solo guardando la cover! Non riesco a smettere di guardarla! È davvero stupenda! Ogni volta che mi capita sotto gli occhi scorgo qualche nuovo dettaglio che magari mi era sfuggito!
Ed ora scopriamone di più dando la parola all'autrice! Un grazie ovviamente anche al co-autore Yvan Argeadi del romanzo! Senza di lui non sarebbe sicuramente così!
Diciamo che per quanto riguarda il titolo la decisione è stata quasi del tutto mia, Yvan mi ha lasciato carta bianca per questo. Volevamo un titolo che racchiudesse il significato intrinseco della storia e dal momento che si parlava proprio del mito di Ade e Persefone, "Take me into your Hell" era il titolo più adatto. Il titolo tradotto in italiano sarebbe "Portami nel tuo Inferno". Questo per far capire che Persefone non era stata obbligata a fare niente, anzi, ella stessa voleva fare parte di quel mondo di cui Ade era il Signore incontrastato. Vi dico solo che questa frase verrà detta da Persefone in una ben precisa occasione ma di più non vi posso rivelare.
Per quanto riguarda la cover, ha scelto quasi tutto Yvan. Abbiamo immediatamente chiesto aiuto a Elisabetta Baldan ( https://www.facebook.com/ElisabettaBaldanDigitalArt?ref=ts&fref=ts  ) che con le sue mani d'oro ha realizzato questa splendida copertina! Le modifiche sono state tante e sinceramente non so come abbia fatto Elisabetta a sopportarci xD Nella copertina volevamo assolutamente i due protagonisti principali, Ade e Persefone, tuttavia la ricerca è stata lunga perché dovevamo trovare le "facce giuste": Ade infatti non poteva di certo avere l'aspetto di un ragazzo giovane, doveva essere adulto, o meglio "maturo", e avere quell'aria misteriosa. Persefone invece doveva essere l'esatto opposto, giovane e candida, ma che nascondeva dentro di sè un lato oscuro. Quando poi l'immagine è stata trovata e modificata, abbiamo pensato al paesaggio attorno ai personaggi: Ade doveva essere circondato dalle fiamme degli Inferi mentre Persefone doveva in qualche modo essere associata alla Luce, all'Olimpo. Altro particolare della cover, che personalmente è la parte che preferisco: i petali di rosa. Nella parte "dedicata" a Persefone sono rossi, simbolo di vita, di fertilità, non per niente Persefone è figlia di Demetra, Dea della Natura. Appena i petali passano dalla parte di Ade, si inceneriscono, diventano neri, muoiono. Volevamo infatti che nella cover fosse presente questo dualismo di Vita e Morte, di Luce e Tenebra, Olimpo e Inferi incarnati proprio in Persefone e Ade.

Recensione "Legend"

Prima di parlarvi di questo romanzo, voglio ringraziare col cuore la Piemme per avermelo inviato! Sono entusiasta di collaborare insieme a lei! I romanzi che pubblicate sono fantastici!

Parliamo di Legend! Un altro romanzo di genere Distopico!
In Legend abbiamo due protagonisti, Day e June! I capitoli si alternano dall'uno all'altra. Sono entrambi scritti in prima persona ed è fantastico capire cosa entrambi pensano durante lo svolgersi delle vicende.
In questo mondo post-apocalittico i ragazzi a 10 anni vengono sottoposti ad una Prova! Questa si 
divide in tre parti, una scritta, un colloquio e una parte più fisica. In base al punteggio che si ottiene si viene smistati nella società.
I due protagonisti non possono essere più diversi di così: Day è un ricercato, un "pericolo" per la Repubblica. Dopo non aver superato la prova (674 punti su 1500) viene mandato con gli altri che non hanno raggiunto il punteggio minimo in dei "Campi di lavoro". Ma in realtà vengono mandati a morire.
Day riesce a scappare e da quel giorno diventa il ricercato numero uno! Nessuno però sa che aspetto abbia, e catturarlo sembra impossibile.
Poi abbiamo June! L'unica ad aver preso 1500 su 1500 alla Prova. Lei ama la Repubblica, la venera! Farebbe di tutto per lei.
Queste due realtà così opposte sono però destinate ad incrociarsi.
Periodicamente, nei quartieri più poveri, insorgono dei morbi che colpiscono le persone.
Day un giorno scopre che anche la sua famiglia è tra queste, ma non ha una semplice X rossa, come nelle altre case...ha una X con una riga che la separa in verticale.
Disperato tenta un'irruzione in uno degli ospedali vicini per rubare dei vaccini. Purtroppo le cose non vanno come nei programmi e, per riuscire a scappare, ferisce un soldato alla spalla.
Questo soldato è Metias Iparis, fratello di June, che però viene trovato poco dopo senza vita.
Per June esiste solo una parola ora: Vendetta! Trovare Day e giustiziarlo, per aver ucciso suo fratello!
Riuscirà a trovare Day? Riuscirà a vendicare suo fratello? Ma non solo... Sarà veramente Day il colpevole? Che succederà alla sua famiglia? Le domande ora sono davvero molte, e le risposte saranno altrettanto sconvolgenti e inaspettate!
Un romanzo che vi terrà incollati alle pagine! Due realtà diverse, due modi di ragionare diversi... ma alla fine Day e June non sono poi così diversi...Perché? Scopritelo leggendo questo nuovo fantastico romanzo!
Lo stile della narrazione è scorrevole e non annoia mai! Mi piace moltissimo il modo in cui ragionano i personaggi, soprattutto perché non si direbbe affatto che sono entrambi quindicenni. La dura realtà a cui sono costretti ad adattarsi, chi per determinati motivi, chi per altri, li spingono a essere molto più grandi della loro età!
Sono ansiosa di leggere il sequel! Un romanzo da avere assolutamente in libreria!
Vi lascio con un pezzetto del romanzo....

"Non ti ho mai chiesto del tuo soprannome. Perché Day?"
"Ogni giorno significa ventiquattro ore. Ogni giorno è tutto di nuovo possibile. Si vive alla giornata, si muore in un momento, ogni cosa va presa un giorno alla volta."
Voto: Libro che mi ha fatta impazzire, da non perdere!



"Il poema di Antenore" di Giulia Borgato

Sono onorata di poter presentare questo racconto, uscito giusto ieri (sono arrivata un po' in ritardo! Scusatemi). Non vedo l'ora di leggerlo, perché mi incuriosisce moltissimo! Spero di riuscire a recensirlo al più presto! La trama...mi ha fatta impazzire sebbene sia composta sa sole tre righe!!

Titolo: Il poema di Antenore
Autrice: Giulia Borgato
Genere: Urban Fantasy/Mitologico
Pagine: 25
Prezzo: Ebook €0.89
Link Amazon: Ebook
 
Trama
Un antico guerriero Troiano che si risveglia dal suo sonno di morte...
Il furto di uno straordinario ritrovamento archeologico...
E se i due avvenimenti fossero collegati? Riuscirà il dolce Teano a venirne a capo?


venerdì 29 novembre 2013

Commento al film "Hunger Games_La ragazza di fuoco"

Se mi seguite anche su facebook, avrete sicuramente capito quanto ami questa saga, indistintamente che si parli di film o di romanzi! È in assoluto la mia preferita! Riesce a farmi provare una miriade di emozioni che non provo con nessun altro romanzo o film! Ha rapito il mio cuore e non credo ci sarà film o romanzo in grado di superarlo!

Un'attesa estenuante! Non vedevo l'ora che fosse il 27 novembre per poter tornare al Distretto 12.
Come nel primo film, anche questo rimane fedele per un 90% al libro! Non che mi aspettassi il contrario!
L'unico grande cambiamento l'ha fatto Ranuncolo...passando da un manto bianco/nero, ad uno arancione.
Gli attori sono stati fantastici, hanno interpretato alla perfezione i personaggi del romanzo! Come ho scritto in un commento di una pagina facebook dedicata al film, secondo me gli attori, soprattutto Jennifer e Josh sono l'incarnazione di Katniss e Peeta.
Un complimento particolare va a Jennifer. Mi ha fatto venire i brividi! Brava, brava e mille volte brava!
Dall'inizio alla fine questo film mi ha travolto, ho riso, ho pianto, sono rimasta col fiato sospeso.
In confronto al primo film questo è molto più intenso, è totalmente differente, non si deve nemmeno paragonare (e parlo di qualità).
Nel primo erano ragazzi che gli Hunger Games li avevano solamente visti! Qui ci sono tributi che gli Hunger Games li hanno vissuti! E tornare nell'arena una seconda volta dev'essere a dir poco traumatico!
Non vedo l'ora di vedere il prossimo film! So che sarà un successo esilarante! Anche se tratterà solamente la prima parte de "Il canto della rivolta".
Fortunatamente ho letto i libri, e potrò sopportare l'attesa...Consiglio a chi non li ha letti di farlo!! Ne vale la pena davvero!!
Qualche scatto  dal film...
E queste due immagini sono stupende <3 Una scena che vi farà morire dalle risate!
Parlo un secondo del ben noto triangolo amoroso! Che diciamo si intuiva nel primo film, ma è sbocciato nel secondo.
Io sono Team Peeta! Lo amo alla follia! In questo film ancora di più! Mi dispiace per Gale, ma proprio non mi trasmette emozioni quando è con Katniss. Lo vedo come suo migliore amico, come un fratello, ma non di più! Quei pochi baci che si sono scambiati non mi hanno fatto venire i brividi; al contrario, quando lei è con Peeta si crea un'atmosfera indescrivibile! Lui è perfetto per lei! Diciamo pure che lui è perfetto punto :)
Ultima cosa...sono felicissima che abbiano seguito alla lettera il finale, senza inserire extra.
Un film DA VEDERE!!!

Voto: Best Brully's Film


Recensione "Divergent"

Oh ragazzi! Io amo il genere Distopico! Non riesco più a farne a meno. Sta diventando la mia nuova droga!
È infatti distopico il romanzo di cui vi parlo ora, anche se sono sicura lo conosciate in molti! (purtroppo ho iniziato a leggere da pochi anni e sto recuperando come posso!)
Divergent non era tra le letture in programma "recenti". Ne sentivo parlare, piuttosto bene anche, però non ho mai pensato "ok il prossimo romanzo che leggo sarà Divergent". Poi ho visto il trailer del film che uscirà il 21 marzo 2014 e lì è scattato il colpo di fulmine. Così domenica (il giorno che dedico ai romanzi che mi mandano le CE o di autori emergenti) l'ho cominciato. 
ODDIO che meraviglia! Domenica inizierò Insurgent! Un romanzo fantastico, scritto meravigliosamente, con dei personaggi che vi faranno innamorare.
Anche questo romanzo è scritto in prima persona, dal punto di vista di Breatrice.
Il nord America è diviso in cinque Fazioni: La fazione degli Abneganti, quella degli Intrepidi, quella degli Eruditi, quella dei Pacifici e infine quella dei Candidi.
Ogni fazione, ha delle caratteristiche particolari che li caratterizzano; in quella di Beatrice prevale l'altruismo. Non ci si può guardare allo specchio se non in determinate occasione oppure ogni tot di tempo prestabilito, non si può pensare a se stessi, ci si veste con il minimo indispensabile, niente di superfluo!
A 16 anni, dopo delle simulazioni indotte, tutti i ragazzi delle 5 Fazioni avranno la possibilità di scegliere se rimanere nella stessa Fazione oppure di cambiarla, in base al loro carattere e all'esito di queste prove.
Per Beatrice non va esattamente come va per tutti, il suo comportamento durante questo esame dimostra che è una Divergente.
Essere divergenti è una cosa rara, e per questo è estremamente pericoloso! Tori, la donna che ha assistito alla simulazione, cerca di proteggerla manomettendo l'esito della prova, e avvisando Beatrice della situazione in cui si trova! Nessuno deve sapere che cos'è lei!
Durante la cerimonia, lei sceglie il suo destino: Intrepida! La Fazione che l'ha sempre affascinata.
Da qui inizia una nuova vita, da quando salta dal tetto per andare nella sede degli Intrepidi non è più Beatrice...ma Tris.
Ora è un'iniziata! Per essere definitivamente Intrepida deve superare varie eliminatorie ed esami, che la metteranno alla prova in continuazione!
Oltre a questa c'è anche il fatto che di tutti gli iniziati, solo pochi potranno diventare definitivamente Intrepidi, mentre il resto saranno esclusi! Destinati a vivere in povertà. Quindi la competitività è molto forte!
L'incontro con Quattro è una delle parti che ho preferito! Quattro è un personaggio che ho adorato profondamente... ma non voglio dirvi nulla di più, perché dovete godervelo senza nessuno spoiler <3
Ce la farà Tris a diventare un'Intrepida senza far capire che è una Divergente?
Che cosa si cela dietro l'alleanza con gli Eruditi?
Un romanzo che vi terrà incollati alle pagine! Non vedrete l'ora di scoprire come si conclude! Vi innamorerete dei personaggi! Perché con certi romanzi è impossibile non provare questi sentimenti!

Voto: Best Brully's Books


martedì 26 novembre 2013

Terzo capitolo di Onyx Tradotto

Non uccidetemi per questo ritardo! Speravo davvero di riuscire a pubblicarlo prima!!! Comunque eccovi il terzo capitolo di Onyx... Buona lettura!


"I custodi della notte" di Manuela Dicati

I custodi della notte è il primo romanzo di questa autrice! Sono curiosa di scoprirla! Mi fa sempre un piacere immenso conoscere autrici nuove e poter parlare di loro nel mio blog!!
Due parole sulla cover: mi fa impazzire! È meravigliosa davvero! Io ho un amore viscerale per le cover e questa mi ha catturato il cuore!



Titolo: I custodi della notte
Autrice: Manuela Dicati
Genere: Fantasy
Pagine: 254
Prezzo: Ebook €0.99
ISBN: 9788868555627
Link Amazon: Ebook
 
Trama
Anne ha 23 anni, è una straordinaria musicista, insegna in una scuola elementare e lavora tre giorni a settimana al Caffè Letterario. E’ sognatrice, coraggiosa e determinata, ma è sola. Non ha più una famiglia e non conosce l'amore di un ragazzo, finché non incontra Chris.
Chris ha vissuto seguendo sempre le regole e senza mai trasgredire agli ordini. E’ giudizioso, responsabile ma ha anche un carattere forte, sicuro di sé e arrogante. Non crede che per lui esista l'amore, ma solo battaglie e solitudine.
Tutto cambia quando i due, in un vicolo di Roma,in una notte costellata di vento e pioggia, si "scontrano" accidentalmente. Si guardano, si parlano brevemente, si salutano e da quel momento sono legati indissolubilmente. Le loro due esistenze saranno completamente stravolte. Conosceranno l'amore e la passione, arriveranno alla piena consapevolezza di se stessi e del loro posto nel mondo, matureranno, tireranno fuori lati del loro carattere che non sapevano di avere, ed entrambi otterranno ciò che più desiderano: lei una famiglia di cui far parte e di cui prendersi cura e lui una compagna, da amare e proteggere, con cui condividere gioie, dolori e responsabilità.
Due cuori e due anime che si completano e si fondono nel canto eterno e salvifico dell'amore.
Ma, come sempre accade, il loro cammino presenta ostacoli, decisioni difficili, rinunce e conquiste e dovranno essere pronti anche a sacrificare se stessi nel perenne conflitto tra bene e male in cui in gioco non c'è soltanto il loro futuro, ma quello di tutti gli esseri viventi, umani e non.
 
L'autrice...
Manuela Dicati è nata nel 1979 a Perugia dove vive attualmente. Si è diplomata nel 1998 al Liceo Scientifico "G. Alessi" della sua città e nel 2005 si è laureata in Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Perugia. Sposata nel 2008, ha oggi tre bambini. Dal 2009 ha lavorato come scrittrice e giornalista per una casa editrice proprietaria di numerose testate on line. Ama i cani, lo sport in genere, ma soprattutto la ginnastica artistica, che ha praticato da ragazzina con ottimi risultati. Adora leggere; il suo scrittore preferito è Charles Dickens di cui possiede tutti i romanzi. È anche un'appassionata di manga e fumetti. I suoi manga preferiti sono UshioTora, Kenshin, Touch e Inuyasha, mentre il suo fumetto italiano preferito è Tex Willer di cui è fan insieme al marito. Solo recentemente, durante la sua terza maternità, ha iniziato a coltivare il sogno di scrivere e pubblicare romanzi ed è nato il suo primo libro: I Custodi della Notte.
 
Stralci di romanzo...

"Love Game" di Rossella Leone

Ecco un'altra presentazione di un libro che sicuramente leggerò perché mi ha incuriosito non poco!! Una storia che si preannuncia interessante! Proprio come il suo titolo!

Titolo: Love Game
Autrice: Rossella Leone
Genere: Romance
Pagine: 350
Prezzo: Cartaceo €16.50 Ebook €2.99
ISBN: 97888-1427-0321
Link Amazon: Ebook
 
Trama
Quando Katia, un po’ controvoglia, segue l’amica Ylaria in un’inaspettata vacanza in montagna, è davvero convinta che in quel piccolo chalet tra i monti, lontano da tutto e tutti, trascorrerà una tranquilla, rilassante gita, dimenticando i propri guai.
Le sue speranze crollano rapidamente non appena scopre che l’amica ha “inavvertitamente” tralasciato di dirle alcuni insignificanti dettagli.
Cose piccole piccole, del tipo:
che nello chalet è previsto un gioco di ruolo: il Love Game, una sorta di recita a soggetto, a cui tutti i villeggianti devono obbligatoriamente partecipare
che solo ad alcuni di loro (detti Ranger Love) toccherà orchestrare (senza farsi scoprire) bollenti incontri amorosi o, al contrario, scatenare odio tra i concorrenti
che il premio in palio per la squadra vincitrice è (rullo di tamburi!!!) una lussuosa vacanza per due negli alberghi più chic d’America (un loro vecchio sogno)
Che dietro quella folle trovata ci sia lo zampino di Ylaria? Katia ne è certa, così come sa che, arrivata a quel punto, non può più tirarsi indietro.
In fondo oramai è in gioco… tanto vale giocare no?
 
Riguardo l'autrice...
Rossella Leone nasce nel 1979 a Benevento, una piccola città della Campania.
Sin da piccola ama annotare i suoi pensieri, le sue riflessioni. Ha una passione sfrenata per i libri, che divora con avidità, ovunque.
Lavora part-time in Banca e nel tempo libero scrive.
 
 
Link


"Bugie_L'essenza delle ombre_1.Nebbia" di Elisa Gentile

Ecco una nuova presentazione! Mi sono presa in ritardo a causa di alcuni problemi tecnici che mi hanno tenuta occupata tutto il pomeriggio di ieri! Elisa Gentile è autrice di numerose fanfiction, che mescolano le sue "esigenze letterarie" alla sua passione e al suo amore per Twilight!

Titolo: Bugie_L'essenza delle ombre_1.Nebbia
Autrice: Elisa Gentile
Genere: Romance/erotico
Pagine: 244
Prezzo: Ebook €0.98
Link Amazon: Ebook
 
Trama
Ci sono delle ombre, nella vita di ognuno di noi. Ombre che oscurano il nostro presente e mettono a repentaglio il futuro.
Velate sfumature, oppure veli pesanti.
Pesanti come quelli che avvolgono le vite di Jayden e Selvaggia.
Uno troppo orgoglioso ma ferito dall'amore per la donna sbagliata, l'altra fragile e timida per un passato devastante. 
Quando lui la incontra in un pomeriggio d'estate al Central Park, resta affascinato dai suoi immensi occhi smeraldo e crede che sia arrivato il momento di voltare pagina e gettarsi in qualcosa di facile. Invece, Selvaggia è tutto l'opposto di ciò che Jayden potesse mai immaginarsi.
Ricca ereditiera di Manhattan, ha un passato tormentato, che l'ha fatta diventare fredda e distante davanti a tutti gli estranei. Solo Jayden riuscirà a scalfire quel gelo, attorno alla propria anima.
Ma se, quando ci riuscisse, le ombre che ha tentato di nascondere alla ragazza tornassero invadenti nelle loro vite? Jayden ha molto più da nascondere, che un semplice e burrascoso passato in amore.
Le ombre, se nascoste male, possono trasformarsi in bugie.
Bugie destinate a distruggere tutto.
Primo di un'avvincente ed appassionata trilogia, Bugie, l'essenza delle ombre - Nebbia è il punto di partenza tra due personaggi forti e determinanti come Jayden e Selvaggia, prima che un Inferno fatto di nebbia, buio e luce li travolga.
 
Link
Profilo blogger con le fanfiction: http://www.blogger.com/profile/09056210651437902456
Pagina Facebook dedicata al romanzo: https://www.facebook.com/bugielessenzadelleombretrilogia


lunedì 25 novembre 2013

Written Tag #01 Harry Potter

Ciao a tutti! Ogni tanto guardo dei video tag e mi sto appassionando, tanto che piacerebbe farli anche a me...Purtroppo io non credo di riuscire a sostenere una telecamera, non sono proprio fotogenica! E farei una pessima figura! Avevo pensato (e se ci riesco lo farò) a fare degli audio tag, ma a casa mia non c'è il silenzio adeguato per farlo. Per cui, in attesa di un colpo di fortuna, mi limito a trasformare i video tag in written tag. Spero di fare lo stesso una cosa carina e interessante.
I tag che prendo ovviamente li spulcio da you tube. Questo l'ho preso da un video fatto da BookLovers1, una ragazza che seguo che fa dei video stupendi e interessanti.
In questo mega written tag tutto dedicato al mondo di Harry Potter di sono 30 domande!
Pronti...partenza...via! Il binario 9 e 3/4 ci aspetta...

01_Quando e come hai conosciuto Harry e il suo mondo?
Beh, con Harry ho un rapporto molto particolare. Il primo libro mi era stato regalato nel giorno della mia comunione. Però lessi solamente le prime due facciate. Mi annoiai subito (all'epoca odiavo fortemente leggere). E quindi mollai il libro. Lo ripresi in mano (una copia nuova, perché l'altra non l'ho più trovata) pochi giorni dopo aver visto "Harry Potter e i doni della mostre parte 1", perché una mia amica mi disse "Se ami Harry Potter non puoi non leggere i romanzi". Da quel giorno, da quando lessi il primo romanzo di Harry Potter, nacque la mia passione, il mio amore per la Lettura!
02_In che ordine hai letto i libri?
Nell'ordine normale. Non leggerei mai una saga in disordine...sai spoiler??
03_Qual è il tuo libro preferito? Quello che non ti è piaciuto?
Il mio libro preferito è sicuramente "Harry Potter e i doni della morte", non so spiegare perché, ma ci sono legata in modo particolare.
Non c'è nessun libro che non mi sia piaciuto!
04_Qual è il tuo personaggio MASCHIO preferito?
Oh mamma, che domanda difficile! C'è più di un personaggio maschile che mi piace. Sarebbe difficile fare una scelta, perché ognuno mi ha dato qualcosa di importante. Forse (risposta scontata) Harry.
05_Qual è il tuo personaggio FEMMINILE preferito?
Ermione! Vado sul sicuro! L'ho sempre adorata, dal suo carattere da  so-tutto-io che aveva all'inizio, alla donna fantastica, sensibile, che darebbe la vita per i suoi amici. È un'amica perfetta, una fidanzata e madre sicuramente fantastica.
06_Dai a tutti i libri un voto da 1 a 10 spiegando il perché.
Darei a tutti 10, ognuno ha una sua particolarità, e in tutti c'è la voglia sempre maggiore di vivere realmente in questo mondo!
07_La migliore trasposizione cinematografica e la peggiore.
La migliore? Harry Potter e i doni della morte parte 1 e 2. Li metto insieme. È il mio film preferito. La peggiore? Non c'è. Almeno secondo me!
08_Qual è secondo te l'ambientazione migliore? E la peggiore?
Anche questa è una domanda difficile (per quanto riguarda la peggiore). Per la migliore...beh il Castello di Hogwarts senza ombra di dubbio!
09_Qual è il tuo Weasley preferito? Quello che non puoi neanche sentire nominare.Io amo i Weasley <3 Parto dicendo quale di loro detesto: Percy! Non serve spiegare il perché. Il mio preferito...diciamo anche i miei preferiti sono i gemelli! Io li ho amati fin dall'inizio, il loro carattere basato sull'ottimismo no viene mai sfaldato!
10_Qual è la tua Creatura Fantastica preferita?
Fierobecco <3 Se esistesse stresserei l'anima ai miei per poterla avere! È meravigliosa, fiera, non smetterei mai di guardarla.
11_Qual è il tuo Mangiamorte preferito?
Per quanto io l'abbia odiata con tutto il mio cuore, e  atteso con impazienza la sua morte, ho adorato il personaggio di Bellatrix.
12_Se fossi ad Hogwarts, quale sarebbe il tuo passatempo magico preferito?Eh eh, difficile...direi immediatamente Quidditch, ma soffro di vertigini. Non so se esiste un incantesimo in grado di fartele passare, magari con un po' di fortuna liquida potrei riuscire a farmi una partita...
13_Quale tra i Big 7 è il tuo preferito?
Ermione! Semplicemente...la adoro <3
14_Qual è il tuo Professore di Hogwarts preferito? Anche questa è una domanda particolare, perché ce ne sono due specialmente, anche se uno è rimasto a Hogwarts un anno: Lupin. Secondo me sarebbe stato perfetto come insegnante fisso. L'altra che amo è la professoressa Minerva <3
15_Qual è il tuo incantesimo magico preferito?
Ce ne sono moltissimi, ma il mio preferito è l'incanto Patronus. Lo trovo incredibile; nella sua forma incantevole si cela un potere immenso. Non so che cosa verrebbe fuori dalla mia bacchetta...forse un delfino.
16_Hai qualche libro su Harry Potter NON scritto dalla Rowling? Se si, quale?
No, purtroppo non ho nulla.
17_Hai mai partecipato a un raduno Potteriano? Dove?
No, perché erano tutti troppo lontani, ma mi piacerebbe da impazzire poter riuscire a partecipare.
18_Hai qualche gadget potteriano? Cosa?
Ho due bacchette grandezza naturale, ho il giratempo, la scacchiera (purtroppo non sono riuscita a finire la collezione)
19_Qual è la tua citazione preferita?
"After all this time?"
"Always"
Ogni volta che la sento, che la leggo mi commuovo. Non posso farne a meno!
20_Chi avresti voluto che non morisse? Chi avresti lasciato che morisse?
Di persone che non avrei voluto vedere morire ce ne sono molte: Sirius, Fred, Piton, Lupin e Tonks, Albus....Chi avrei fatto morire? Non ricordo se sia morta, ma la Humbridge! L'ho odiata più di Lord Voldemort.
21_Ti aspettavi un finale diverso? Se si, come lo avevi immaginato?
Assolutamente no! Il finale è stato a dir poco perfetto!
22_Qual è la tua materia preferita? Quella che non studieresti volentieri?
Materia preferita? Pozioni. Mi piacerebbe moltissimo riuscire a imparare. Anche difesa contro le arti oscure non sarebbe mal. Non studierei volentieri Divinazione o Storia della magia.
23_Cosa sceglieresti tra un gufo/ un gatto/ un rospo?
Gufo! Assolutamente!
24_In che casa vorresti essere smitato? In quale ti rifiuteresti di andare?
Grifondoro, potrebbe essere un'altra risposta scontata, ma sento che potrei trovarmici bene!
25_Sei iscritto a Pottermore? Ti piace il sito?
Si, se volete aggiungermi sono AvisFenice17070. Sono stata smistata nella casa Serpeverde. Il sito mi piace moltissimo, lo trovo davvero ben fatto e ricco di dettagli! 
26_Quante volte hai riletto i vari libri?
Li ho letti una sola volta! Ma la voglia di rileggerli è fortissima, lo farò appena avrò un po' di tempo libero.
27_Hai letto anche gli altri libri di Harry? (Animali fantastici dove trovarli/ Il Quidditch attraverso i secoli/ Le fiabe di Beda il Bardo)
Sì, li ho letti tutti e tre! E mi sono piaciuti moltissimo.
28_Qual è il tuo Dono della Morte preferito?
Ovviamente il mantello dell'invisibilità! Ci sono un sacco di cose che vorrei fare senza essere vista :)
29_Qual è la tua coppia preferita della saga? Quella che non approvi?
Beh...Ron ed Ermione <3 Non c'è nessuna coppia che non approvo.
30_Se potessi parlare con zia Jo, cosa le diresti?
Semplicemente Grazie! Grazie perché grazie a lei ho iniziato ad amare la lettura! Grazie perché ogni volta che penso ai romanzi mi vengono i brividi, grazie per aver lasciato un segno indelebile nel mio cuore! Grazie d'esistere e di aver dato vita a questo mondo tanto fantastico quanto reale!!!

"Insieme verso la libertà" di Jessica Maccario

Ciao a tutti! Sono onorata di poter fare questa presentazione particolare nel mio blog, del primo romanzo di Jessica Maccario. Un'autrice che trovo molto interessante, e un'amica sempre disposta a dare una mano!
La copertina la trovo affascinante, come spesso accade con le cover di Elisabetta Baldan! La sua capacità di cogliere ciò che l'autore desidera è fenomenale!
Titolo: Insieme verso la libertà_Gli Elementali
Autrice: Jessica Maccario
Genere: Fantasy/Sentimentale
Pagine: 304
ISBN: 654948087648
Prezzo: Cartaceo €14.90 Ebook €8.90
In uscita: 2 dicembre
Link Amazon:
 
Non ci sarà la trama perché Jessica ha preparato qualcosa di speciale per noi...do quindi la parola e lei!
 
Ciao a Miriam e grazie per avermi accolto su questo bel blog! J
Sono molto contenta di aver partecipato all’iniziativa di Halloween e penso che Miriam abbia sempre delle belle idee! Per ricambiare ho deciso di scrivere per lei (e per tutti voi che la seguite!) qualche riga che anticipa un pochino il fantasy che uscirà tra qualche giorno... non è un estratto del libro, è proprio un raccontino inedito, che ha per protagonista qualcuna che rivedrete nel libro... solo che qui è tornata bambina, soltanto per voi! Starà a voi capire di chi si tratta, non posso svelarvi troppo!! Spero di avervi incuriositi!
 
Conosceva quella casa come le sue tasche, eppure adesso le sembrava estranea. Anche se, a dire il vero, non era l’unica cosa a sembrarle estranea. Anche i suoi genitori erano sempre più distanti... Ma aveva mai sentito davvero il calore di quelle braccia confortevoli? Si era mai abbandonata del tutto a quel contatto fisico? Pensandoci, non si era mai sentita del tutto a casa, neanche con loro. Sentiva freddo e non sapeva chi chiamare. A chi poteva chiedere aiuto? C’era soltanto una persona che la capiva, ma non abitava con lei.
Uscì in punta di piedi dalla cucina, sperando che nessuno vedesse il piccolo guaio che aveva combinato. Riuscì a fare solo qualche passo prima che la porta dell’entrata si spalancasse con forza. Sobbalzò, indietreggiando di scatto e sbattendo per terra una piccola statua che stava lì da qualche giorno.
Vide la faccia poco rassicurante della madre e capì che non se la sarebbe cavata solo con una sgridata. E dire che non aveva ancora visto nulla! Era quello il motivo per cui la sentiva così distante: bastava che la guardasse in faccia per capire che lei non era più la benvenuta in quella casa. Se solo sua madre fosse stata in grado di comprendere... se solo avesse avuto un briciolo di voglia di conoscerla veramente!
Attese qualche secondo in silenzio, vicino alla porta d’ingresso: desiderava una via di fuga, come ormai succedeva di continuo. Non dovette attendere molto: sentì sua madre urlare il suo nome e subito dopo la vide comparire sulla soglia della cucina con un’espressione molto arrabbiata.
“Mamma, aspetta, posso spiegare! Ho cercato di fare attenzione, ma è stato più forte di me!”
“Ma davvero? Chi pensi di prendere in giro? Hai rovinato la cena! Non ti dico cos’ho trovato dentro la padella! Ma, insomma, quando smetterai di essere così strana? Non fai altro che combinare pasticci! Sei solo una bambina ignorante!”
Sentì le lacrime uscire, ma lei non voleva piangere, era stufa di piangere. Voleva solo scappare via da quella casa. Aprì la porta e corse via, anche se non sapeva bene dove andare. Sua madre non la richiamò, non le importava dove andava. Anzi, probabilmente era più felice così: quante volte le aveva già detto che non desiderava altro che una bambina normale? Infinite, aveva ormai perso il conto. Il fatto è che lei non poteva controllare la sua natura, non poteva impedirsi di essere diversa.
“Bambina mia, che ci fai qui fuori? Sono quasi le nove di sera!”
“Nonna!”
Si sentì pervadere dal sollievo quando vide la nonna che arrancava sul sentiero in direzione di casa loro. Era l’unica che riuscisse a capirla, ma d’altra parte era l’unica che conosceva il suo segreto.
“La mamma è arrabbiata, ma non è stata colpa mia! Mi aveva chiesto di mescolare la pasta ed io ho fatto esattamente come ha detto, solo che non sono riuscita a controllarmi e senza volerlo ho evocato il mio elemento!”
“Oh, tesoro, lo so che non l’hai fatto apposta. Hai cominciato ad allenarti soltanto da qualche settimana, è normale che all’inizio la situazione possa sfuggirti di mano... se solo tua madre non fosse così testarda e sapesse ascoltare...”
Stavolta non riuscì a trattenere le lacrime e inondò il maglione della nonna, aggrappandosi a lei con forza. “Lei non lo accetterà mai! Penserà sempre che io sia un mostro!”
La nonna la strinse a sé con affetto, accarezzandole dolcemente i capelli. “Non sei sola, bambina mia, ci sono i tuoi amici nel bosco. Ci sarà sempre posto per te e quando verrà il momento ti aspetteranno a braccia aperte...”
Lei tirò su con il naso, guardando la nonna con paura. “E se un giorno non mi vorranno più? Nonna... tu sei l’unica che mi capisce davvero”
La nonna abbozzò un sorriso. “Perché noi due siamo uguali, tesoro. Noi siamo esseri speciali...”

Benvenuti nel bosco dove vivono gli Elementali, a pochi passi da Forest Glade...
Questa è la trama del primo libro.
Peter vive a Forest Glade ormai da nove anni quando comincia a fare strani sogni in cui compare una ragazza molto simile alla sua migliore amica, talmente bella e felice che lui comincia a chiamarla la dea dei suoi sogni. Anche nella vita reale Angelica è strana, continua a trovare una scusa per fuggire da lui, come se gli stesse nascondendo un segreto. Quando poi all'improvviso Peter viene attaccato da alcuni uccelli, Angelica capisce che le loro menti sono in qualche modo collegate e, per evitare di metterlo in pericolo, scappa.
Di fronte alla sua inaspettata partenza, Peter è sempre più confuso, finché un giorno scopre che una bellissima ragazza di nome Lucy è stata mandata dall’amica per seguirlo e proteggerlo. Lucy riesce a penetrare là dove nessuna è mai riuscita ad arrivare, dandogli completa fiducia e curandolo dalle ferite inferte da Angelica. Tramite lei, Peter scopre un lato del bosco che non conosceva, popolato da creature affascinanti che secondo i miti avrebbero il nome di Elementali, esseri in grado di controllare uno dei quattro elementi: Terra, Aria, Fuoco e Acqua.
E se anche un umano fosse in grado di controllare un elemento? Peter si avventura per una strada che lo porterà a farsi nuovi amici, a uscire dal suo guscio per imparare ad avere fiducia negli altri e nelle proprie capacità, a rischiare la vita di fronte a creature malvagie. Ma non tutto è come sembra: a volte, quelli che appaiono cattivi in realtà sono buoni...
Peter è pronto a tutto pur di salvare Angelica e la sua gente dalla schiavitù, anche a combattere una guerra distruttiva.
Soltanto Alexia, una ninfa che vuole vendicarsi del passato, non si arrende. Ma le risposte non stanno nella violenza bensì nelle parole... e il diario di Maria aspetta solo di essere letto.
Tra elfi, demoni, silfi, salamandre e ninfe varie, il bosco svela la sua natura solo a chi è veramente attento... e a chi è in grado di amare per davvero.
 
E che dire di me?
Ho 23 anni e sono una scrittrice esordiente, anche se scrivo da parecchi anni, però questa era la prima volta che mi cimentavo in un fantasy. Prima ero interessata soltanto ai romanzi rosa, poi ho deciso di provare a scrivere un fantasy e ho trovato quasi per caso alcune informazioni sugli Elementali... da lì è nata la storia che ho creato, anche se non è stato sicuramente così semplice (come potrebbe sembrare) inventare una trama sensata. Quello che mi piace di più è quando i personaggi cominciano ad avere una loro fisionomia, quando cominciano a scoprire il loro carattere... ecco, a quel punto lo scrittore è fregato. Comincia ad emozionarsi con loro e si crea come un legame indissolubile... non c’è personaggio a cui io non sia affezionata, anche se ovviamente Peter, Angelica, Lucy e Malphas sono i miei preferiti. Ma capirete perché soltanto quando vedrete la loro relazione evolversi, soprattutto nel secondo... e va bene, è ancora presto per anticipare qualcosa, mi cucio la bocca!! J
 
Grazie infinite a Miriam per questo spazio e a presto! Sono su Facebook e su Anobii per rispondere a qualsiasi curiosità, ma verrò anche a seguire questo blog di tanto in tanto J
 
Grazie a te Jessica per averci fatto questa presentazione incredibile!! Non vedo l'ora di leggere il tuo primo romanzo e parlarne qui nel blog!


domenica 24 novembre 2013

Aggiornamenti Antologia

Ciao ragazzi! Vi aggiorno riguardo alla nostra prima antologia!! Ho appena finito di impaginarla! Potrà sembrarvi una cavolata, ma c'ho messo davvero parecchio...spero almeno il risultato vi soddisfi!! Io sono più che soddisfatta!

Lunedì contatterò chi di dovere per sentire i dettagli per la pubblicazione!!!
Sono emozionatissima e voi???? Non vedo l'ora che possiate vedere anche voi il risultato finale!!!
Vorrei mettere il podio delle cover e svelarvi la vincitrice, ma.....preferisco aspettare :) ihihih.

sabato 23 novembre 2013

Recensione "Nightshade"

Ciao a tutti, arrivo un po' in ritardo con questa recensione, ma sono impegnata con gli ultimi dettagli dell'antologia!

Questo romanzo si è rivelato all'altezza delle mie aspettative! È il primo di una trilogia che sono sicura mi rivelerà grandi sorprese.
È il primo romanzo che leggo nel quale i protagonisti sono i Licantropi. Non avevo mai letto un romanzo dal loro punto di vista e mi è proprio piaciuto!
La protagonista è fantastica! Calla è un'alfa, un capobranco. È abituata a comandare e, di conseguenza, non ama chi la vuole sottomettere.
Lei è una Nightshade, una Guardiana. E sa è destinata a unirsi con Red Laroche, alfa del branco dei Bane, così da formare un unico grande branco.
Non è un'unione  voluta da Calla e Ren, ma dai Custodi; che li controllano costantemente, riempiendoli di regole! In cambio questi forniscono tutto ciò di cui i Guardiani hanno bisogno.
Nemico comune di entrambi i Cacciatori! Che più di una volta hanno tentato di ribellarsi.
La sicurezza che ha Calla viene improvvisamente distrutta dall'incontro inaspettato con Shay. Cos'ha Shay di particolare? Perché, insieme a lui, Calla diventa insicura ed estremamente vulnerabile?
Questo misterioso ragazzo, che Calla sperava di non rivedere più, sarà invece affidato a lei, per aiutarlo ad ambientarsi e per tenerlo al sicuro.
Il rapporto con lui si solidifica, diventando qualcosa di più! Shay la spingerà a infrangere regole che per Calla rappresentano il confine tra la vita e la morte. Infrangerle infatti, porta proprio a questo: morte.
Dall'altra parte c'è Ren, che si avvicina sempre di più a lei, la corteggia, è geloso quando la vede con Shay. La provoca, facendola confondere!
Shay o Ren? Due personalità totalmente diverse! Non posso dirvi per chi tifo io! Lo farò alla fine della trilogia!
Andrea Cremer ha uno stile che mi piace moltissimo, fresco, non pesante, con dialoghi incredibili che ti fanno toccare con mano le varie situazioni; che si alternano diventando comiche un attimo prima e tragiche un secondo dopo!!
I personaggi, tutti, sono descritti impeccabilmente, ognuno ha le sue caratteristiche particolari, che te li fanno amare, detestare, odiare!!!
Un finale che vi lascerà senza fiato! Inaspettato veramente! Una scelta, quella di Calla, che forse le si ritorcerà contro... un mix di mistero, amore, avventura IMPERDIBILE!!!
Impaziente di iniziare Wolfbane, vi consiglio di leggere questo libro stupendo!
Voto: libro che mi ha fatta impazzire, da non perdere!


venerdì 22 novembre 2013

"La storia di una Cenerentola" di Lucia Cantoni

Ciao a tutti! Oggi vi presento un romanzo che uscirà il 20 dicembre, ma che già mi fa sognare! La cover è incredibile! Non riesco proprio a smettere di guardarla! È anche il primo romanzo che presento della casa editrice Genesis Publishing, una nuova casa editrice che sono certa avrà molto successo. Sono onorata di poter collaborare con lei!

Titolo: La storia di una Cenerentola
Autrice: Lucia Cantoni
 
Trama
Costanza De la Cruz è una giovane di ventidue anni, rimasta orfana di madre. A qualche mese dalla scomparsa di quest’ultima, Clarissa Carignani, un’anziana e facoltosa signora, la contatta adducendo di aver promesso alla defunta donna di prendersi cura della figlia. Costanza, ancora molto legata al ricordo della madre, decide di assecondare il suo ultimo desiderio e si trasferisce a Torino, ospite nella principesca tenuta di proprietà della famiglia Carignani. Nel capoluogo piemontese entrerà in contatto con un mondo patinato e lussuoso, ma spesso ingannatore e che allungherà su di lei le sue insidiose spire…
La nuova vita di Costanza si aprirà con l’incontro-scontro con Julian, lo spigliato e affascinante nipote di Clarissa che tenterà ogni mezzo per riuscire a sedurla, ma che cadrà ben presto vittima del suo stesso gioco. Ma quando segreti importanti incomberanno su di loro...
 
Biografia
Vive a Gattinara, piccolo centro del Piemonte in provincia di Vercelli. Dopo aver ottenuto la maturità classica, si iscrive alla Facoltà di Lettere e Filosofia di Vercelli, laureandosi i "Filosofia e Comunicazione". Attualmente è iscritta al corso di laurea magistrale in Scienze Storiche all'Università Statale di Milano. Innamorata della lettura, predilige il genere Romance. Da sempre amante della scrittura, ha pubblicato i suoi primi scritti sul web, tramite il sito Efp Fanfiction. Ha un amore viscerale per la storia in tutte le sue forme e per le grandi figure del passato. Attraverso i suoi scritti esprime la sua indole romantica e sognatrice. 




martedì 19 novembre 2013

Recensione "Aili_Destini intrecciati"

Ciao a tutti! Anche Aili_Destini intrecciati, è entrata a far parte del piccolo grande gruppo del gemellaggio. Non mi aspettavo che molti autori ne facessero richiesta e questa cosa mi rende molto felice. Mi scuso da part mia per la lentezza, ma sia io che Marina abbiamo avuto degli imprevisti. L'importante è che, nonostante tutto, i romanzi vengano letti e poi recensiti!

Questo romanzo mi aveva incuriosito con la sua cover, e devo dire che man mano che lo leggevo mi sorprendeva sempre di più!
Non è una banale storia d'amore nella quale dopo una difficoltà i due innamorati tornano insieme.
Qui i personaggi sono messi in difficoltà moltissime volte, con prove incredibili, che io non so se sarei stata in grado di superare!
Il romanzo inizia in maniera fantastica: Aili, la nostra protagonista, nonché principessa; deve andare dal futuro erede al trono. Non per sposarlo...ma per morire.
Perché quando diciotto anni prima lei nacque, il principino, per far sì che tornasse a vivere, le donò metà del suo cuore...e ora lei glielo deve restituire, altrimenti il principe morirà.
Viaggia da sola, ma dei briganti la imprigionano, chiudendola in un carro assieme ad un giovane.
Lei non sa che quel giovane è proprio colui al quale deve restituire il suo cuore.
La narrazione del loro primo incontro è incredibile. Mi è piaciuta moltissimo.
Ma le cose bellissime e perfette non durano tanto purtroppo. Alcune persone erano certe che la ragazza non sarebbe mai venuta a riconsegnare il cuore, morendo. Invece contro ogni preavviso lei è lì, pronta per compiere il suo destino.
Da qui però mi fermo, perché altrimenti farei davvero troppi spoiler. Aili, per cercare di salvare Daem, incontrerà due ragazzi che si riveleranno degli ottimi amici. La principessa sarà colei che dovrà superare più avversità, andando contro tutti per trovare LA soluzione!
Una protagonista che mi è piaciuta davvero tanto. Dolce, ma anche dura; fragile, ma anche forte. È un mix incredibile.
Deam è un personaggio fantastico: oltre a essere bellissimo, già dall'inizio capiamo che ha un cuore grande e la cosa a cui brama è la pace e la felicità degli altri.
In questo periodo, dove vanno di moda le duologie, le trilogie e le saghe, trovare un romanzo autoconclusivo non è per niente semplice! Aili_Destini intrecciaci, suppongo sia un romanzo autoconclusivo! E devo fare i complimenti all'autrice, perché in sole 225 pagine, è riuscita a dare vita a una storia coi fiocchi! Cosa non facile.
Vi consiglio davvero questo libro, dallo stile molto fresco e scorrevole. Le vicende sono perfettamente concatenate e più si va avanti più vengono svelati particolari, dettagli di una vicenda che inizialmente era ingarbugliata e complessa! Le descrizioni sono brevi, ma concise, così come le narrazioni dei fatti! Davvero un lavoro ben fato!
Link per la recensione di Matina
http://terrediarret.blogspot.it/2013/11/recensione-gemella-aili-cuori.html
Siamo giunto al momento della valutazione, non ho alcun dubbio riguardo a cosa penso a riguardo
Voto: Romanzo che mi è piaciuto tantissimo



Cover Finaliste!!!

Su richiesta di una mia amica particolarmente emozionata :) ho deciso di mettere di seguito le quattro cover che hanno ottenuto i migliori punteggi! Ovviamente non sono in ordine, quindi non potrete sapere qual è la vincitrice! Ho fatto tutte le medie e solo io so quale sarà la cover che darà il volto alla prima antologia firmata Le Passioni Di Brully!

Io volevo comunque fare i complimenti a tutte le ragazze che si sono impegnate a creare cover spettacolari!!! Fosse per me avreste vinto tutte quante! Purtroppo a votare c'erano ben 26 persone, con gusti e preferenze diverse!


Secondo voi, quale cover ha vinto????? Sono aperte le scommesse :)

martedì 12 novembre 2013

The Chronicles of Wendell Blog Tour: "La storia dei Wendell secondo Ser Raymond" seconda tappa

Ciao a tutti! Eccomi qui a presentare la seconda tappa di questo fantastico Blog Tour! Mi sento onorata di far parte delle blogger che possono parlarne! Ringrazio nuovamente Alessandra! Prima di cominciare però ci sono un paio di cosette da dire!! Tanto per cominciare, per sapere cosa penso del primo racconto sui Wendell cliccate sull'immagine e leggete la mia recensione!
http://lepassionidibrully.blogspot.it/2013/09/recensione-primo-racconto-chronicles-of.html#links
Calendario del Blog Tour
8/11 Intervista all'autrice_Atelier Di Una Lettrice Compulsiva
12/11 La storia dei Wendell secondo Ser Raymond_Le Passioni Di Brully
20/11 La vicenda e i personaggi attraverso brevi Booktrailer_La Fenice Book
25/11Assaggi da "Il tempo di Luther". Estratti e anticipazione del secondo volume_Il Rumore Dei Libri
Il Blog Ufficiale
http://allacortedeiwendell.blogspot.it/
Link Amazon per acquistare il primo episodio
http://www.amazon.it/dp/B00FJ8N262/ref=as_li_tf_til?tag=ateldiunalett-21&camp=3458&creative=23838&linkCode=as1&creativeASIN=B00FJ8N262&adid=16AAM46YYRJ77AJDVP4G&&ref-refURL=http%3A%2F%2Fatelierdiunalettricecompulsiva.blogspot.it%2F2013%2F11%2Fthe-chronicles-of-wendell-blog-tour.html

E per finire, se non l'avete ancora fatto, vi invito ad andare subito nel blog di Diletta per leggere la prima incredibile tappa del blog tour The Chronicles of Wendell.
http://atelierdiunalettricecompulsiva.blogspot.it/2013/11/the-chronicles-of-wendell-blog-tour.html

E ora veniamo a noi! Muoio dalla curiosità di scoprire cosa avrà da dirci Raymond!

Il regno dei Wendell prende il nome dall'omonima dinastia e comprende un territorio molto vasto e fertile. Una terra quella a lungo combattuta, in un passato molto remoto, da fazioni opposte delle quali sappiamo poco o niente. Ecco perché oggi, in qualità di giornalista più che di scribacchina, mi accingo a intervistare uno dei personaggi della saga per cercare di capire assieme a voi cosa conosce delle leggende e della Storia dei Wendell. Ho deciso per tanto di disturbare Ser Raymond, il vecchio consigliere di Re Saul, il sovrano in fuga. 

Lo trovo alle prese con scartoffie varie, seduto da solo al lungo tavolo nella sala dai Numi. Mi sembra di vederlo parecchio agitato...
«Ser Raymond, ti posso fare qualche domanda?»
L'anziano uomo solleva di scatto la testa e la scuote. Non mi vuole parlare?
«Ah eccovi qui, scrittrice disordinata e incosciente!»
Resto basita. Nessuno dei miei personaggi fino ad ora mi ha mai rivolto la parola in quel modo. Devo ammettere però che ha dannatamente ragione. Disordinata lo sono e anche incosciente visto che mi butto a capofitto nelle storie senza sapere nemmeno io dove voglio andare a parare.

«Problemi?» gli faccio io.

«Sì e li avete creati tutti voi. Come spieghiamo ora ai lettori quello che è successo a Re Saul? E come lo spiegherò io a Luther?»
Gli faccio cenno di calmarsi se non vuole schiattare già alla fine del secondo volume. L'età c'è e posso sostituirlo con un personaggio più giovane e aitante se insiste con quei toni.
«Siamo in pieno blog tour. Potresti rimandare la ramanzina a più tardi? Magari in privato e solo nella mia testa?»
Ser Raymond sbuffa ma acconsente.
Personaggio contro scrittore. Una battaglia infinita questa su chi conduce cosa.
«Ser Raymond ti va di raccontare qualcosa sulla storia dei Wendell ai lettori del blog?»   
Il vecchio consigliere inarca un sopracciglio grigio e delle rughe si vengono a formare sulla sua fronte. Mi aspetto quasi un diniego, invece lui attacca subito:   
«I Wendell hanno conquistato queste terre e il potere più di duecento anni fa e capostipite è stato

Gralon Wendell, il “trascinatore di popoli”. Gettò le basi della dinastia e da allora i Wendell si succedono al trono regnando tra periodi di pace e sporadiche battaglie sanguinose. Io siedo a questo tavolo come primo ministro da quando Re Saul divenne sovrano e da allora seguo le sue vicende e, se me lo permetterete, seguirò da vicino anche quelle del suo successore.»
«C'è un evento particolare che secondo te ha segnato irrimediabilmente le sorti del regno e che il lettore dovrebbe conoscere?»
«Il lettore dovrebbe iniziare a chiedersi intanto come i Wendell vinsero questa terra. È una questione che devono tenere bene a mente. Voi stessa la conoscete ma siete restia a parlarne, e fate bene. Chi crede che quella dei Wendell sia una corte qualunque si sbaglia. Non riuscite proprio a restare lontana dalle atmosfere misteriose e lugubri, voi. Restate una scrittrice in ombra perché in realtà nelle ombre vi sentite a vostro agio.»
Ma sentitelo! Ora vuole fare anche la voce della mia coscienza!  
«Non tutti i Wendell sono stati dei re giusti.» prosegue prima che io possa ribattere «Le mele marce esistono in ogni famiglia e la corona non sceglie la testa dove posarsi ma gli viene imposta dal destino. C'è stato un re molto tempo fa, prima ancora che il padre di mio padre nascesse, il cui nome era Sloan Wendell. Ancora oggi i Wendell non osano nominarlo. È una macchia terribile per la stirpe. Egli fu un sovrano folle, che mandò al rogo tutti coloro che reputava una minaccia per il suo trono. Era ossessionato dall'idea di perdere tutto e poiché gli nacque una figlia femmina come unico erede mandò al rogo anche la regina, sua consorte. Avete confessato ai lettori che solo i Wendell maschi possono prendere le redini del regno?»   
«Non ancora, ma in genere è così che funziona. Anche nella storia “reale” molto spesso si dà precedenza alla discendenza maschile più che a quella femminile.»
Tuttavia sia io che Ser Raymond sappiamo che dietro a quella scelta in realtà c'è dell'altro. Tu lettore invece dovrai attendere ancora un poco per scoprirlo, non me ne volere...
«Sono stato uno sciocco a non capire prima cosa stava accadendo a Re Saul.» riprende l'anziano consigliere che mi sembra ancora più vecchio di quanto non lo sia già durante la scrittura del secondo capitolo.
«È stata colpa mia.» confesso «Non te l'ho detto perché dovevi giungere alle tombe reali del tutto inconsapevole.»
«Quel posto è tanto regale quanto orribile.»
Ma sarà la chiave di tutto.
«A proposito delle donne Wendell... » domando per cambiare discorso che si sta facendo troppo grave «Magari il lettore è curioso di sapere se c'è stata una Wendell che ha cercato di imporsi come legittima erede. Una primogenita battagliera insomma.»
Ser Raymond sembra pensarci su, anche se mi dà l'impressione di non voler semplicemente rispondere.
«Ci sono state molte primogenite ma nessuna di loro è mai salita al trono. In genere sposano nobili e i loro figli vengono allevati a corte. Più raramente le donne prendono i voti, ma c'è stata qualcuna che ha fatto questa coraggiosa scelta. A dir la verità ci sono stati anche consanguinei che si sono maritati tra di loro, figli di fratelli e sorelle Wendell ad esempio.»
«Come Luther e Meribeth insomma. Lui figlio del re e lei figlia del fratello del re.» Ser Raymond mi guarda scioccato.
«Ma Luther e Meribeth non sono sposati!»
«Facevo solo un'ipotesi. Keep calm...»
Quante ipotesi e fantasticherie produce la mia mente e non solo su quei due personaggi!
«Un re deve avere un erede e primogenito maschio. Anche a costo di ingravidare le donne di metà regno e avere una schiera di bastardi da nutrire.»
«Che linguaggio colorito, Ser Raymond! Non me l'aspettavo proprio da un personaggio come il tuo...»
Lo sto canzonando ma lui non sembra capirlo. Caspita come è nervoso oggi! Nemmeno avessi scritto una scena di lui che viene esposto alla gogna, tanto per dare un po' di brio alla storia!
«È per questo che Luther è un donnaiolo incallito?» sghignazzo tra me. Ser Raymond mi fulmina con lo guardo. Se prova ancora a dire qualche parola su di me o sul mio essere scribacchina, lo faccio fuori all'istante con un colpo di penna e via. Martin insegna di questi tempi.
«Ok, scusami. Ma non ti chiedi mai che tipo di re sarà Luther?»
«Lo faccio sempre, lady Alessandra. E non solo quando voi mi descrivete. Lo faccio anche quando me ne sto buono nella vostra testa ad attendere una delle mie entrate in scena.»
Ser Raymond mi fissa ora come se volesse leggermi nella mente e capire quale sarà il suo ruolo nella storia o quale fine sarà la sua. Ma questo al momento non penso di saperlo neppure io, quindi è solo tempo perso il suo.
«Ultima domanda e poi la finiamo qui o ho paura di dilungarmi e stancare il lettore: ricordi quale è stato lo scandalo di corte che più fece tremare le mura del castello?»
«Tornando al discorso di prima... c'è stato un re che sposò ben dieci nobili perché alcune non furono in grado di dargli dei figli e altre invece partorirono solo delle femmine. E fin qui non ci sarebbe stato nulla di male se non fosse corsa voce che il re amava giacere con tutte le sue mogli. E intendo tutte assieme.»
«E per “giacere” forse intendi proprio fare... ehm... ho capito. Potrei prendere spunto per Luther. Sono sicura che mi ringrazierebbe.»
Niente da fare, Ser Raymond mi guarda torvo come se avessi imprecato. Proprio non vuole capire che lo sto soltanto prendendo in giro. Si, la situazione che dovrà affrontare non è delle più rosee ma non sarà da solo. Ci sono molti personaggi fedeli alla corona e al nome dei Wendell.
«Penso di averti disturbato anche troppo.» gli dico intenzionata a concludere lì quel breve dialogo.
La scrittura mi attende e lui deve tornare alle sue scartoffie.
La nostra è un esistenza parallela; io do vita a lui e lui ricambia allo stesso modo.
«Tenga alto il nome dei Wendell, lady Alessandra.»   
«Lo farò.»
È buffo quando mi chiama “lady”. Se mi vedesse al pc mentre, sbraitando, revisiono i miei manoscritti mi chiamerebbe in tutt'altro modo.

Terrò alto il nome del Wendell, sì. Non sarà facile ma almeno ci proverò. Lo farò non solo per i personaggi ma anche per te lettore, che sei arrivato alla fine di questa bizzarra seconda tappa del blog tour. Ci vediamo alla prossima!
Ringrazio nuovamente Alessandra per questa fantastica chiacchiera/intervista! E mi raccomando non perdete la terza tappa!!! Che, vi ricordo, si terrà il 20 novembre nel blog La Fenice Book!!!

lunedì 11 novembre 2013

Recensione "Hunger Games_Il canto della rivolta"

Sono giunta alla fine di questa trilogia che mi ha letteralmente rubato il cuore. C'era una domanda a cui non sapevo mai rispondere: Qual è il tuo romanzo preferito? Diciamo che in un certo senso ho trovato la risposta: non è un romanzo singolo...ma è proprio questa trilogia! Le emozioni che ho provato leggendo sono indescrivibili. Forse posso dirvi come mi sono sentita durante quest'ultimo romanzo però...

Per tutto il romanzo mi sembrava che una mano mi avesse afferrato il cuore e,
man mano che accadevano gli eventi il mio cuore veniva schiacciato,
 graffiato, poi per brevi istanti lasciato libero di rilassarsi,
per poi tornare a essere torturato!
So che non è facile esprimere ciò che si prova quando si legge un romanzo di qualsiasi tipo, io però quando penso a "Il canto della rivolta" sento questo.
Il finale de "La ragazza di fuoco" mi aveva lasciata sconvolta, quindi ho iniziato l'ultimo romanzo con un gran senso di angoscia, che non mi ha mai abbandonata! Nonostante nel romanzo ci siano alcuni lievi momenti in cui riesci a tirare un sospiro di sollievo.
Dai 75° Hunger Games le cose sono cambiate! Katniss è stata portata nel distretto 13 (che si credeva distrutto) insieme a Gale e altri partecipanti dei giochi. Peeta invece è a Capitol City e nessuno ha idea di cosa gli stia succedendo! Il distretto 12 non c'è più! A parte il villaggio dei vincitori. Mi è piaciuto moltissimo l'inizio: Katniss che cammina nelle ceneri del suo distretto, che immagina i suoi vecchi amici, la gente che vedeva ogni giorno, morire sotto i bombardamenti!
Il distretto 13 sorprende tutti! Costruito su vari livelli del sottosuolo è una vera e propria città. Ma anche lì, dove si pensava ci fosse più libertà, ci sono regole che lo trasformano in una gabbia! Katniss è la Ghiandaia Imitatrice, è il fuoco della rivolta; senza di lei, la fiamma si spegnerebbe e Capitol City vincerebbe ancora.
C'è un susseguirsi di eventi! Più e meno traumatici per Katniss (e non solo), primo fra tutti il ritorno di Peeta!
Obiettivo del distretto 13: invadere Capitol City e uccidere il Presidente Snow!
Ma questi non sono più giochi...questa è guerra!!
Le descrizioni della guerra sono veramente suggestive, ad un certo punto c'è talmente tanta confusione e panico che nessuno capisce più chi sono gli amici e chi sono i nemici! E tutti uccidono chi gli viene sotto tiro! La Collins ci mette di fronte a una cruda realtà che fa riflettere molto! Le azioni di guerriglia, i piani per ottenere ciò che si vuole...ottenerlo fregandosene di chi ci rimetterà la vita. Katniss infatti è molto contraria a certe decisioni prese dalla presidente e dagli altri membri che presiedono il distretto 13, Gale invece se ne frega, per lui il fine giustifica i mezzi!
Quando si trovano davanti la mappa di Capitol City in ologramma, per studiare le varie mosse da fare a Katniss viene un colpo: Capitol City è un'arena, piena di trappole e insidie; e, presa da un attacco d'isteria insieme a Finnick dicono la frase:
Che i settantaseiesimi Hunger Games abbiano inizio!!
L'obiettivo di Katniss, il suo unico obiettivo, è uccidere personalmente il presidente Snow! E sorride quando pensa che anche lui è un giocatore come tutti gli altri! Ma ce la farà? Riuscirà a vendicare il suo distretto? Riuscirà a vendicare Peeta? Dovrete leggere per scoprirlo.
Voto: Best Brully's Books



Infine vorrei sfogarmi con voi, qui sotto però ci sono SUPERSPOILER quindi non leggeteli se avete già letto il libro!!

Recensione "Shadows"

A pochi giorni dalla sua uscita, eccomi che con grande piacere vi parlo di Shadows, il prequel di Obsidian.
L'ho iniziato e terminato ieri. Oltre ad essere breve (171 pagine circa) è anche molto molto scorrevole. Amo da impazzire la cover! Anche se  gli occhi di Dawson non sono verdi come quelli del fratello...Sotto vi metterò anche la cover per intero così potrete godervela!!

Quando ho letto Obsidian, e nello specifico quando si parlava di Dawson, il fratello gemello di Daemon e Dee, la mia curiosità a riguardo è stata moltissima! Ho pensato: mi sarebbe piaciuto poter leggere qualcosa di lui, vedere se era come il fratello, com'era il loro rapporto.
Dopo poco i miei desideri si sono avverati con l'uscita di questo fantastico romanzo.

In questa pagine, di un'intensità incredibile, riusciamo a conoscere Dawson! Sembra incredibile, ma l'autrice lo descrive così bene, che alla fine è come se avessi letto mille pagine su di lui, conoscendo ogni suo dettaglio.
Parto col dire che per certi versi è l'opposto di Daemon. Il primo sempre sorridente e gentile con tutti (umani e non) mentre Daemon....beh lo conosciamo no?
Un giorno arriva in classe Bethany, una nuova alunna, che si è trasferita per via di uno zio malato.
Dawson la trova bellissima, e ovviamente il pensiero è ricambiato. Lui non sa cosa lo spinge verso di lei, fatto sta che questa ragazza riesce a farlo sentire vulnerabile! Si avvicina subito e fra i due c'è subito molta intesa!
La cosa non passa inosservata e suo fratello, insieme ad Andrew e Ash (due dei tre gemelli Thompson) cominciano a intimidirlo dicendo che una relazione con un'umana non va affatto bene, ma Dawson è irremovibile, non riesce a starle lontano, la chiama tutte le sere addormentandosi al suono della sua voce. Senza rendersene conto entrambi si trovano perdutamente innamorati l'una dell'altro.
A "peggiorare" la situazione il fatto che, mentre Dawson e Bethany si baciavano, lui, trasportato dalle emozioni, si trasforma diventando un Luxen. Costretto a rivelare la sua identità a Bethany andrà in contro all'ira di più persone.
Ma proprio quando le cose sembrano sistemarsi, e le acque si calmano.....
Ho amato il personaggio di Dawson, perché ha rischiato davvero tutto per amore! Nonostante le minacce, nonostante il rischio di perdere la sua famiglia, la felicità e l'amore che Bethany gli dava riusciva a riempire ogni lacuna. Mi ha sorpreso Daemon, che non credevo capace di certe azioni. Il finale è stato straziante, e permette di comprendere (soprattutto nelle ultime righe) il perché Daemon sia così nel romanzo Obsidian.
Uno stile di scrittura che mi ha presa subito! Ho divorato le pagine senza rendermene conto, vivendo e assaporando il romanzo appieno! Non vedo davvero l'ora di leggere Onyx!!

Una parte che mi ha fatto sorridere è stata durante una discussione tra Daemon e Dawson, nella quale quest'ultimo continuava a ripetere quanto amasse la ragazza e che per lei avrebbe fatto qualsiasi cosa. Daemon risponde "Prego il cielo di non innamorarmi mai". Ho riso perché alcune scene, sono molto molto simili a Obsidian e lui fa esattamente l'opposto di ciò che si era ripromesso, non parlo di innamoramento, però tutta questa indifferenza non c'è. Diciamocelo, Daemon tenta in tutti i modi di fare lo stronzo (con ottimi risultati), ma il suo vero animo esce fuori più di una volta con Katy, e in quei momenti...mi sembra di vedere Dawson! Così come nelle sfuriate di Dawson si vede Daemon!

Voto: Best Brully's Books