mercoledì 4 settembre 2013

Recensione "Finché non sei arrivato tu..."

Ammetto che inizialmente ero veramente perplessa riguardo a questo romanzo, credevo non mi sarebbe piaciuto, credevo di trovare la solita storia d'amore...beh mi sbagliavo!
Questo libro l'ho letto in pochi giorni (l'avevo iniziato prima delle vacanze, ma non l'ho portato al mare).

Questa è la storia di Cordelia, Posey per gli amici...anzi per chiunque. È una donna ormai, sulla trentina. È stata adottata, così come suo fratello, e vive con due straordinari genitori tedeschi che hanno un ristorante tipico.
Non si può dire che la vita di Posey sia noiosa: ha un fratello gay che la protegge, sposato con un
uomo che adora, ha un negozio nel quale vende oggetti recuperati da ville dell'800 che vengono demolite e non solo, i suoi amici le vogliono bene, e sembra anche che la sua nuova avventura con Dante (il proprietario del ristorante italiano di fronte a casa sua) possa trasformarsi in qualcosa di serio.
Purtroppo però Dante non vuole nulla si serio, influenzato, forse, dal fatto che i genitori di lei siano dei "rivali".
Posey decide di prendere una pausa, per riflettere e capire se dare o no importanza a questa presunta relazione.
Il ritorno però di Liam in città le sconvolge la vita. Liam...il ragazzo più bello del liceo, quello per cui aveva preso una cotta e lo stesso che le aveva rovinato il ballo di fine anno, facendola soffrire.
Era lì, la moglie era morta qualche anno prima, lasciandolo con la figlia che ora era adolescente.
Tra i due inizialmente non succede nulla, Posey, nonostante i mille ricordi, cerca di essere fredda con lui, o per lo meno non far trasparire, che la sua vicinanza le provoca non molta indifferenza.
Pian piano però, quasi per caso, tra i due nasce qualcosa e, mentre per Liam è solo un'avventura come un'altra, per Posey è il ritorno di quell'amore che l'aveva fatta sognare...
Ma come sempre non tutto è destinato ad essere perfetto, e i nonni di Nicole (figlia di Liam) non saranno di certo innocui.
Ce la faranno a stare insieme? Liam ammetterà di aver bisogno di Cordelia, o continuerà a ritenerla solo un passatempo?
Questo romanzo tratta non solo l'amore, ma anche il dolore di  non sapere nulla dei genitori naturali, del perché hanno deciso di non stare con te, se mai ti pensano, o vorrebbero provare a creare un qualche legame.
Essendo scritto da due punti di vista (quello di Liam e quello di Posey) che si alternano, capiamo anche cosa prova Liam, che ama sua figlia immensamente, che per lei è pronto a rinunciare a quello che potrebbe essere amore. Scopriamo la vita di un padre, che si ritrova a dover diventare odioso, per evitare che la figlia commetta errori che anche lui a suo tempo ha fatto. Il periodo poi che sta attraversando è uno dei più complessi, ossia l'adolescenza.
Un romanzo adorabile, che fa ridere e pensare. Un romanzo leggero che si legge in un soffio. Ideale per chi vuole una lettura spensierata, ma non banale, per chi crede sempre e comunque che l'amore prima o poi busserà alla nostra porta.
Il mio voto per questo romanzo...che consiglio vivamente

6 commenti:

  1. Mi fa piacere leggere questa recensione positiva, anche perché questo romanzo ce l'ho anche io e ho intenzione di leggerlo a breve!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ha sorpresa veramente, non credevo potesse piacermi :) fammi sapere che ne pensi quando lo finisci.

      Elimina
    2. Vabene, ti linkerò la mia recensione!

      Elimina
  2. A me è piaciuto moltissimo per molti motivi. L'amore dell'adolescenza, quello magico e irraggiungibile che torna, cambiato sì, provato dalla vita, ma con ancora quell'aura di unicità che lo circonda. La protagonista che non è perfetta, bellissima, impeccabile, ma che al contrario, è piena di difetti, è umana. Anche Liam viene subito tinto di normalità nonostante sia il "dono di Dio alle donne": è ansioso e pieno di piccole manie. Si ritrovano in modo semplice e si amano all'insegna della naturalezza. Mi è piaciuto anche il ruolo degli animali, sempre protagonisti di scene dolci e comiche nei romanzi della Higgings!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è il primo romanzo che leggo di questa autrice. È davvero brava, l'ironia che mette, la normalità dei personaggi (quoto appieno la tua opinione) è fantastico! Anche se Liam è "perfetto" fisicamente, non lo è nel carattere. È questo che mi è piaciuto molto. Posey poi...l'ho adorata!

      Elimina