giovedì 12 settembre 2013

Recensione "Angels"

Questo è un libro che ho acquistato un anno fa, e non ho mai avuto occasione di leggere, almeno fino a quando, inconsapevolmente, non ho avuto il piacere di conoscere l'autrice: una persona davvero fantastica.
Piccola parentesi: tutte le autrici e gli autori che ho incontrato fino ad ora si sono rivelati delle straordinarie persone, (c'è sempre qualche eccezione, ma non importa). Con alcuni ho perfino instaurato un'amicizia, e devo dire che senza di voi io non sarei nessuno. Non smetto mai di ringraziarvi per la fiducia che mi date, mi sembra una cosa incredibile! Spero di non deludervi mai.

Ma torniamo ad Angels. Questo romanzo è molto breve, e si legge in un soffio. Anche perché lo stile di scrittura è molto scorrevole e non si rischia di cadere nella noia o nella banalità.
Tutto inizia con un resoconto che Erika fa della sua vita fino a quel momento, divide i lati positivi da quelli negativi. Una vita apparentemente perfetta, si rivela, in alcuni punti, tutt'altro.
La scoperta di un tradimento la spinge a fare una "pazzia": lasciare tutto e andarsene lontano, per ricominciare. La sua destinazione è la tranquilla e incantevole Val di Fassa.
La fortuna è dalla sua parte, trova un lavoretto e il figlio della proprietarie comincia a non essergli indifferente. Tuttavia, nonostante sia attratta fisicamente non prova ciò che si dovrebbe provare col vero amore.
Due occhi verdi le sconvolgeranno la vita, non solo perché questi la perseguiteranno, ma anche perché questi occhi verdi appartengono a un Angelo della Morte.
Ma perché Erika è l'unica che vede il reale colore degli occhi di Jason? Che cos'ha di speciale? Che accadrà a ragazzo che la crede la sua ragazza?
Cosa ancora più difficile da affrontare è il fatto che un Angelo della Morte quando bacia, lo fa per togliere la vita. Ce la farà Erika a sopportarlo? E Jason, riuscirà a lasciarsi andare e confessare il suo amore per Erika?
Queste sono solo pochissime delle tante domande che potrei farvi riguardo al romanzo. Nella seconda parte poi, Erika con l'aiuto di Ambra (una compaesana, che non è sicuramente una persona banale e normale) si avventureranno nell'aldilà per salvare...sicuramente più di una persona.
La fine del romanzo lascia sicuramente molte questioni in sospeso, che verranno svelate nel secondo e ultimo capitolo di questa duologia intitolato "Il pozzo delle anime" che spero di leggere al più presto e recensire.
Con la sua semplicità, l'autrice ci accompagna in un viaggio incredibile, accompagnato da sentimenti molto forti come: amore, odio, vendetta, tradimento.
Essendo scritto dal punto di vista di Erika, riusciamo a toccare con mano ciò che lei prova, e questa cosa mi è piaciuta moltissimo. Ultimamente mi piacciono davvero molto i romanzi scritti in prima persona, non credevo potessero piacermi così.
In attesa di tornare da Erika e Jason e ... vi lascio con il voto di questo romanzo

6 commenti:

  1. Serena è veramente brava e il secondo libro è bellissimo te lo consiglio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È nella lista dei libri da recensire :-) lo leggerò sicuramente.

      Elimina
  2. Grazie ragazze *_* un abbraccio pieno di affetto!!

    RispondiElimina
  3. Deve essere bellissimo, anche il viaggio nell'oltretomba mi piace molto come idea.
    Se ti va passa da me c'è un giveaway che ti aspetta!!!
    Fantasy Jewellery

    RispondiElimina