giovedì 13 giugno 2013

Intervista a Chiara Sole Pezzato

E dopo la recensione, non poteva mancare una piccola intervista per conoscere meglio la nostra autrice.
1)Ciao Chiara, anzitutto benvenuta nel mio blog e grazie per aver accettato di fare un'intervista. Parlaci un po' di te.
Ciao Miriam, grazie a te che mi dai l’occasione di poter parlare un po’ del mio libro. Allora!
Ho diciannove anni, ho frequentato la scuola alberghiera di Dolo, amo i cavalli, la montagna e scrivere.
Come sai ho iniziato a scrivere fin da bambina, quando ero all’asilo scrivevo piccoli racconti e già sognavo di diventare una scrittrice, a volte anche un astronauta o una cantante, ma crescendo ho maturato la mia passione per la scrittura ed è stata l’unica cosa che mi ha dato conforto nei momenti più difficili. Sai, nella vita delle persone ci sono dei momenti in cui ciascuno di noi ha bisogno di qualcosa a cui aggrapparsi, per evadere totalmente dalla vita reale. La mia salvezza sono state le pagine dei racconti che scrivevo, m’immergevo in quei mondi lontani che creavo, e lì mi sentivo al sicuro.

2)Da ciò che ho letto l'idea per questo libro è cominciata molto tempo fa. Come sono cambiati i tuoi personaggi nel corso del tempo?
Ho iniziato a scrivere “ I Guardiani del Vento” in terza media, e il modo in cui ho avuto l’idea è molto buffo: fin da piccola andavo in vacanza con mio padre nella casa in montagna a Barcis, un paesetto in provincia di Pordenone, e quando ero lì passavo intere giornate a giocare nei boschi con mio fratello e un nostro carissimo amico. È lì che ho iniziato a creare il regno di Celzio e tutti gli altri luoghi del mio libro e una volta tornata a casa avevo buttato giù qualche riga, lasciando il tutto in sospeso e riprendendolo in mano per un tema scolastico, non riuscivo però a fermarmi a qualche foglio protocollo, e una volta tornata a casa iniziai a scrivere e lentamente il racconto prendeva vita, i personaggi stessi vivevano nella mia mente. Con il passare degli anni lo riscrivevo, sistemandolo in modo da essere leggibile! Non è stato affatto semplice!
Riguardo ai personaggi sono cambiati molto negli anni. Inizialmente i tre guardiani avevano nomi diversi. Athes si chiamava Charlie, Shehiry Angelica e Den Luca, ma non mi sembravano nomi adatti per un racconto fantasy quindi decisi di cambiarli. Poi ovviamente crescendo imparai a descriverli meglio, a poter dar loro dei sentimenti.
3)Che personaggio ti rappresenta di più? Con quale personaggio del tuo libro hai stretto un legame speciale?
Mmm … non saprei, ho messo qualcosa di me stessa in ciascuno dei personaggi. Quello a cui sono più legata è Athes, il protagonista della storia. Ha sempre quella strana malinconia che lo insegue, è bello, forte, coraggioso, e nel suo cuore vi è una battaglia per capire quali siano i suoi sentimenti per Shehiry.
Spesso quando scrivevo ed ero di cattivo umore, triste o anche felice, mi sembrava più facile descrivere i suoi sentimenti perché scrivevo semplicemente quello che provavo io. Ecco, forse è lui il personaggio che mi rappresenta di più.
Quando devo pensare a come continuare a scrivere, cosa devono fare i personaggi, parto sempre a scrivere da lui, cosa farebbe Athes? Cosa deve dire?
4)C'è un personaggio che ti sei divertita a descrivere??
Sono molti i personaggi che mi hanno divertita mentre li creavo. Danath, il vecchio Grat, e anche Den che ogni tanto se ne viene fuori con qualche battuta divertente, in special modo quando minaccia Athes e John di non corteggiare sua sorella, quelle scene si che erano divertenti!
5)Qual è la scena che ti piace di più?
Oddio, sono tante, ma quella che preferisco è alla fine del libro, e se la racconto sarà uno spoiler pazzesco!
6)Che cosa ami leggere? E al contrario che cosa non ti piace leggere?
Amo leggere i fantasy, ma anche altri generi, come i libri di Stephen King ( scrittore che amo) o anche Ken Follett. Cerco di variare sempre senza mai fissarmi con un genere, credo che l’unico genere che non mi piaccia siano i romanzi d’amore o le storie strappa lacrime.
7)Qual è stato il primo libro che hai letto?
Accidenti sono passati anni! Non mi ricordo, ne ho letti talmente tanti che rischierei di dirti una cosa per un'altra.
8)Hai paura del giudizio dei tuoi lettori?
Sinceramente no, perché qualsiasi giudizio negativo o positivo può solo aiutarmi. Anche se qualcuno dicesse che il mio libro non gli piace o che lo criticasse lo prenderei come un consiglio in modo da potermi migliorare, ammetto che un po’ ci starei male, sono umana! Però sono anche giovane e ho un intera vita per migliorare.
9)In questo momento che progetti hai?
Al momento sto scrivendo il seguito de “ I guardiani del vento”.
10)Ci puoi dare qualche anticipazione su questo seguito?? Che sono sicura sarà attesissimo!
Mi dispiace ma no ! è tutto top secret! L’unica informazione che posso darti è che accadranno cose inaspettate, ci saranno grandi colpi di scena, tradimenti, magia e battaglie, niente è come sembra …
13)Dai un consiglio ai nostri lettori!
Il consiglio che potrei dare ai lettori è di non smettere mai di leggere. La lettura è una cosa importante, puoi vivere avventure mozzafiato viaggiando con la mente, perdendoti in mondi lontani, sfuggendo alla banale realtà. Spero che questo libro possa essere un rifugio come lo è stato per me per chi ne ha bisogno, per chi volesse chiudere gli occhi e intraprendere un viaggio in un mondo magico e sentirsi al sicuro.
11)Ti ringrazio infinitamente per l'intervista sei stata davvero gentile. In bocca al lupo. Sono sicura avrai un grande successo.
Grazie mille!

3 commenti:

  1. Miriam, porta pazienza... ma "avvolte" significa delle persone che sono avvolte da qualcosa, tipo un manto di luce, o da un telo. Quello che volevi dire nella prima risposta è "a volte" che però va staccato.
    (Se voi poi puoi eliminare questo commento direttamente da blogger).

    Non mi ricordavo di aver visto questa copertina o sentito questo libro: ormai, con la marea di libri che vedo ogni giorno e che leggo ogni settimana, sto perdendo la capacità di ricordarne molti! -.-' Non so se valga anche per te, ma penso sia ormai una malattia da blogger :) ah ah ah :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, grazie mille, dopo corro a modificare, purtroppo l'ho messa ieri sera tardi e probabilmente dalla fretta ho sbagliato :-). Grazie mille per l'appunto :-). Si si concordo con te :-)

      Elimina
    2. Scusa, ma non lo trovo. Mi potresti per favore dire dov'è esattamente? Ho cercato nelle parti che ho scritto io, ma non lo vedo...

      Elimina