lunedì 13 maggio 2013

Recensione "L'origine del peccato"

Ciao a tutte, eccomi qui con una nuova recensione, la seconda in questo mese di maggio, che ancora non vuole darci delle belle giornate durature!

Copertina
Beh io credo parli da sola no? E' semplicemente incantevole. Per restare in tema...è una grande tentazione questa copertina. Lo sfondo nero, il massimo della semplicità, arricchito da queste foglie delicate che accarezzano la
pagina, e ciliegina sulla torta una bellissima farfalla dai colori meravigliosi. Possiamo dire che basta questa immagine per farti dire "Questo libro ha qualcosa di speciale, devo leggerlo"
 Luoghi
Siamo in Scozia, in un paesino chiamato Hideout Town, una vera meraviglia naturale. L'autrice descrive molto bene i vari luoghi che si incontrano durante il romanzo e l'atmosfera che essi creano all'interno dei personaggi. Verso la fine del romanzo scopriremo nuove località, che ovviamente non vi rivelerò.
Personaggi
Oh, qui ci sarebbe da parlare fino a domani, perchè i personaggi di questo romanzo sono fantastici. Partiamo con la protagonista Angeline/Evangeline, perchè due nomi? Lo scoprirete. Lei è una ragazza particolare, non ricorda nulla della sua vita passata, rimembra solamente l'ultimo anno che ha trascorso da sola con suo fratello. Non ha molti amici, a parte Joseline, una ragazza tutto pepe, che sta sempre con lei. E' molto bella, la pelle chiara e gli occhi tendenti  all'arancione la rendono molto particolare. Adam, il fratello di Angeline, è un ragazzo molto bello e si prende cura della sorella evitandole di ripensare all'incendio che non solo le ha fatto perdere la memoria, ma che ha rubato la vita ai suoi genitori. Questo personaggio nasconderà più di un segreto. Un bel giorno ecco che come un fulmine a ciel sereno appare Mael, fantastico ragazzo dal fascino tenebroso, che comincerà ad aprire gli occhi ad Angeline, provocando reazione che a qualcuno non andranno per niente bene. A circa metà del libro incontriamo un altro personaggio importante: Nimue. Numue è un Jinn, inizialmente potrebbe apparire cattivo o antipatico, ma che si rivelerà essenziale per il gruppo che si creerà.
Generale
Beh già molto ho detto sopra parlando un po' dei personaggi. Quello che non ho detto è che Mael fa parte di un circo. Appena incontra Angeline invita lei e la sua amica a vederli, riservando loro i posti più belli. Ovviamente la cosa suona strana, e quello che succederà al circo, porterà Angeline a voler evitare Mael. Ma la simpatica e imprevedibile Joseline non renderà una passeggiata questa sua scelta. Ad opporsi anche alla vicinanza fra i due è Adam, che farà una rivelazione shock! Come detto prima una fra le tante. Appena Angeline comincia a ricordare qualcosa (grazie a delle visioni indotte) il suo corpo comincia a cambiare, tornando al suo aspetto originario. Però la rivelazione di piccoli frammenti del suo passato non riescono a tranquillizzarla, perchè ad ogni risposta arrivano altrettante inaspettate  domade, che per avere una risposta spingeranno Angeline e il suo gruppo ad abbandonare momentaneamente la Scozia.
Rapimenti, rivelazione, fuggitivi, strani sogni, e poteri nuovi, accompagnano questo romanzo sin dalla prima pagina. Vorrei davvero dirvi di più, ma non voglio rovinarvi nulla.
Il mio parere
Come forse avrete intuito questo libro mi è piaciuto davvero molto. E' ricco di azione, romanticismo, mistero e chi più ne ha più ne metta. Una storia originale e molto ben scritta. Un linguaggio fresco e fluido rende la lettura estremamente piacevole, I dialoghi (soprattutto quelli tra Angeline e Mael) sono meravigliosi, mi è capitato in alcuni punti di rileggerli perchè mi piacevano troppo. Il mio personaggio preferito maschile è Mael. E' sempre sicuro di sè, provocatore, misterioso...insomma ti fa impazzire. Anche Adam non scherza, però in confronto a Mael lo trovo più serio. Nimue è l'esempio della fedeltà, ha rischiato più volte la vita per salvare persone che fino a poco prima magari l'avevano giudicato, un esempio da seguire.
Il finale è una cosa assolutamente assurda, rimani lì impalato di fronte a quelle ultime righe, e vieni invaso da una miriade di domande, cerchi di trovare una risposta a ciò che c'è scritto, ma ovviamente si può scoprire solamente leggendo il seguito e vi assicuro che non potete non leggerlo.
Mmm che altro dire? Questo romanzo mi ha coinvolto a 360°, non è mai risultato banale, anzi! A volte mi capita di leggere libri e i determinati punti penso "Ah si, come in quel libro" oppure "Questa scena mi ricorda un film" ecc. Qui non è mai successo, dalla prima pagina sono sprofondata in un mondo vivendolo con tutto il cuore, e solo ieri chiudendo il libro mi sono risvegliata. Risvegliata con una voglia pazzesca di rituffarmi in quel mondo col sequel  "L'innocenza del peccato".
Ecco quindi il mio voto
Ringrazio di cuore Liliana Marchesi per avermi fatto sognare.

Nessun commento:

Posta un commento